SEGUICI SUI SOCIAL

Promozione

Focus Promozione: Piccardo e Colorno vincono, il Felino pure. San Secondo, sesto ko di fila

Focus Promozione: Piccardo e Colorno vincono, il Felino pure. San Secondo, sesto ko di fila

Il decimo turno del girone A di Promozione, giocato nella giornata di Ognissanti, ha rispettato i pronostici della vigilia. E così il Felino, battendo per 2-1 la Castellana, si conferma capoclassifica almeno sino a domenica. Al “Bonfanti” sono i rossoblù a spuntarla, grazie ai gol siglati dai due bomber marocchini Mezgour e Miftah, due che in questa categoria spostano gli equilibri delle partite da soli. A partire forte però sono i piacentini, in vantaggio con una pregevole marcatura di Zarbano che, raccogliendo un cross dalla trequarti, anticipa tutti e manda la palla all’angolino basso alle spalle di Terenzio, sin lì protagonista di un paio di ottimi interventi. Prima della fine del primo tempo, c’è lo spazio per il pari di Hicham Mifath, che risolve un batti e ribatti e di testa insacca la rete personale. Nel secondo tempo i padroni di casa mettono sotto assedio la compagine ospite allenata da mister Costa. La tenacia dei rossoblù viene premiata soltanto in extremis, allo scoccare del 90′ , quando Mezgour trasforma l’assist del neo entrato Sarr. I ragazzi di mister Pioli, alla loro quarta vittoria di fila, salgono a quota 25, a +3 dalla Piccardo Traversetolo, nuova seconda forza del girone. I gialloneri hanno espugnato il camp di Brescello per 3 reti ad 1, certificando l’ormai acclarata crisi della compagine reggiana, ancora a secco di successi in stagione. La formazione di Dall’Asta (che oggi, nel ruolo di terzino destro, ha riproposto il classe 2000 Sana – che ha giocato assieme agli altri tre giovani Reggiani, Musiari e Mantelli -, relegando in panca capitan Margini) è andata avanti con Spadacini (18′), ma è stata raggiunta quasi immediatamente dai gialloblù, a segno dal dischetto con Urbano (38′). Prima dell’intervallo, però, ci ha pensato Attolini (45′) a ripristinare il vantaggio traversetolese. Nella ripresa, la musica non è cambiata e, anzi, a un paio di minuti dal termine, ancora l’ex Bibbiano ha siglato il gol che è valso la personale doppietta e il definitivo 1-3.

Importante successo casalingo del Colorno che ha superato lo scontro diretto con il Gotico Garibaldina. Partita rocambolesca quella del “Santa Sofia”, ripresa dalle telecamere di SportParma (clicca qui per vedere gli highlights e le interviste). Riassumiamo soltanto i marcatori, per non togliervi il gusto e le emozioni della cronaca: immediato uno-due firmato dall’autorete di Nani (3′) e dal quarto centro stagionale di Bartoli (9′); allungo di Delporto (36′) su calcio di rigore. Il primo tempo finisce 3-0 e la pratica sembra già archiviata. Ma la squadra di Mazza ha un sussulto d’orgoglio e, sfruttando un calo dei canarini, nella ripresa tenta la disperata rimonta con il terzino Moschetti (76′) e con il super gol di Cremona (80′), senza però riuscire a portare punti a casa. Finisce 3-2 per l’undici di Mattia Bernardi che torna a sorridere dopo i pareggi con Marzolara e Piccardo Traversetolo e il ko contro la Langhiranese.

Langhiranese che impatta 0-0 sul campo del Fontana Audax. Prima frazione vivace: i grigiorossi ci provano in particolar modo sull’asse Xeka-Dalla Fiora e tramite Trevisan e Galloni, mentre i locali si fanno vedere con Cerati, Lamberti e Zanaboni. Nella ripresa il ritmo continua ad essere alto. Al 55′ Lamberti mette i brividi alla Langhiranese e colpisce il palo alla destra di Pagani, poi la truppa di Paoletti accelera, tuttavia Rispoli, appena entrato, Xeka e Babboni trovano sempre l’opposizione del preparato portiere rivale Valizia (60′, 70′ e 87′). Nel nervoso finale, con la Langhiranese in dieci a causa dell’espulsione di Xeka, Tazzioli coglie un legno direttamente da corner, ma il punteggio non muta e la posta viene ugualmente spartita tra le due compagini.

Le outsider Viarolese e Marzolara si sono divise la posta in palio nell’incontro in programma all'”Unicef” di Viarolo. Partenza sprint dei padroni di casa: vantaggio dopo tre minuti grazie al gol di testa di Camara, bravo a girare sul secondo palo un traversone dall’out di destra messo in mezzo da Perasso. Intorno alla metà della prima frazione, poi, il portiere ospite Pierfilippo Colacicco evita con una bella parata che i locali raddoppino grazie a Cavalli. La reazione del team della val Baganza è affidata, intorno alla mezz’ora di gioco, a un tiro dalla lunga distanza di Alessandro Colacicco, che impensierisce Marcobello. Il portiere della Viarolese, tuttavia, capitola al 45′ quando Poka, partito in contropiede, lo supera con una conclusione non proprio irresistibile. Si va negli spogliatoi sull’1-1, che sarà anche il risultato finale dell’incontro; nella ripresa, infatti, entrambe le compagini hanno gestito la situazione e non si sono fatte troppo male.

Quinto successo per la Medesanese, che al “Maniforti” costringe il Carignano all’ennesima domenica senza gioie. Il match a larghi tratti equilibrato viene deciso dalla prodezza di Ruffini, a un quarto d’ora dal triplice fischio. La squadra di Peraddi ora si ritrova a 18 punti in compagnia del Gotico in piena posizione playoff, per il Carignano invece la salvezza diretta è lontana 5 lunghezze.

Cade in casa il Terme Monticelli, che soccombe dinnanzi al Noceto. Al “Riva” il finale è 1-2 in favore dei rossoblù allenati da coach Bacchini: a segno Testa (24′), dopo la respinta di Orlandini del calcio di rigore battuto dall’ex Soragna, e Biondi (54′), che sfrutta un traversone dalla destra di Morsia e punisce l’incolpevole portiere avversario con una splendida semi-rovesciata. A nulla serve la rete della bandiera firmata da Sghia (69′), bravo a spiazzare Menta dal dischetto nel secondo penalty di giornata. La squadra biancoceleste, che ha avuto una caparbia reazione al doppio svantaggio, nonostante fosse rimasta pure in dieci uomini dal 19′ del secondo tempo per il doppio giallo a Tagliafierro, non è riuscita ad evitare l’ottavo ko; anche se nel finale gli sforzi della squadra di Botta avrebbero meritato un esito più fortunato, non fosse stato per il miracolo del portiere nocetano Menta al 6′ di recupero sul colpo di testa a botta sicura di Cantelli. Il Noceto incamera altri tre punti e scaccia i fantasmi delle ultime settimane; il Monticelli rimane fanalino di coda, con soli 2 punti. Tanti quanti quelli del San Secondo Parmense, oggi non pervenuto contro il Montecchio e costretto al sesto stop consecutivo. Il team di Gussoni vince tra le mura del “Notari” per 3-0. I gol arrivano tutti nel ripresa: al 26′ Bedogni fa filtrare per Capitani, che si libera col destro e col sinistro ad incrociare fredda il rientrante Rizzolini. Al 28′ il raddoppio: ancora Bedogni, in serpentina, semina il panico nella difesa ospite, appoggio al centro  ancora per Capitani, che deve solo spingere la palla in rete. Al 33′ il definitivo 3-0. Bedogni semina lo scompiglio nella difesa del San Secondo, tiro secco in porta ribattuto dal portiere; da pochi passi irrompe il grande ex Gualtieri che chiude la contesa.

Infine, positivo l’esordio sulla panchina della Biancazzurra per il nuovo tecnico Delmonte, che esce dalla trasferta di Salsomaggiore contro il Borgo San Donnino con un punto in tasca. Primo tempo non troppo brillante da parte delle due squadre, con pochissime emozioni; al 10′ della ripresa, Barbarini si avvicina al gol colpendo di testa sul secondo palo, ma la palla si infrange sulla traversa. Al 20′ il neoentrato Cardillo lancia Montali da centro campo a occhi chiusi, il bomber scatta sul filo del fuori gioco, si allunga la palla quel tanto che basta e infila Fava con un bel diagonale. Il pareggio arriva allo scadere: su una mischia in area fidentina, arriva un calcione di troppo e l’arbitro Sonno di Piacenza decreta il penalty, che Lambruschi insacca a fil di palo.

 

(In copertina un momento della partita SportParma tra Colorno e Gotico Garibaldina, giocata oggi e terminata 3-2)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione