Connect with us

Promozione

Sorpresa Felino, panchina a Garulli. È un ritorno, sei anni dopo

Sorpresa Felino, panchina a Garulli. È un ritorno, sei anni dopo

Nessuna soluzione ad interim né, tantomeno, una promozione interna di Melli o Pisi. Dopo l’addio lampo di Leonardo Pioli (clicca qui per leggere), il Felino ha rotto gli indugi e ha trovato il nome del nuovo allenatore per la propria panchina, optando per una scelta sorprendente. Una approfondita riflessione ha convinto i vertici societari, nelle persone del dg Sani, del ds Maiavacchi e naturalmente del presidente Bola, a puntare sul 47enne Davide Garulli – residente a Marzolara e reduce dall’esperienza triennale sulla panchina della Calestanese -: sarà dunque lui a condurre Mezgour e compagni da qui sino al termine del campionato. In realtà, si tratta di un ritorno, sei anni (o quasi) più tardi: Garulli, infatti, aveva già guidato il club rossoblù nelle stagioni 2009/2010, 2010/2011 e 2011/2012, ma in categorie meno blasonate (ai tempi il club militava in Seconda) e con prospettive ben diverse da quelle attuali. Dopo aver lasciato un ottimo ricordo in quel di Calestano (promozione dalla Terza alla Seconda Categoria nel 2014/2015, seguita da due stagioni disputate a ridosso della zona playoff), Garulli aveva scelto in estate di fermarsi e di aspettare una chiamata a stagione in corso; la grande chance, che ora è arrivata, proprio non si poteva rifiutare.

L’esordio sulla panchina dei rossoblù non sarà dei più morbidi: domenica, infatti, ci sarà lo scontro diretto, da non fallire, in casa della capolista Piccardo Traversetolo. E, nonostante i recenti scossoni, il Felino – che non perde dal 5 novembre scorso – non ha alcuna intenzione di tirare i remi in barca: l’obiettivo resta quello di giocarsi l’approdo in Eccellenza.

 

AGGIORNAMENTO: ore 21.18 – Arriva anche il comunicato ufficiale del GS Felino, che dà l’annuncio via Facebook.

(©Foto Evandro Gherardi)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione