© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Promozione

Spareggi Promozione: playoff in esterna per la Fidentina. Playout a Marzolara e Noceto

Spareggi Promozione: playoff in esterna per la Fidentina. Playout a Marzolara e Noceto

Senza parmensi impegnate né al playoff né ai playout di Eccellenza, tutte le attenzioni del post season domani pomeriggio saranno rivolte al girone A di Promozione che, per la prima volta da quando sono state modificate le regole (ovvero, dall’estate 2015), vedrà svolgersi tutti quanti gli spareggi. L’introduzione della regola dei 6 punti di distacco negli ultimi quattro tornei aveva cancellato diverse sfide spareggio e, talvolta, annullato del tutto il post season (come nel caso delle quattro retrocessioni dirette nell’edizione 2015/2016). Non sarà così quest’anno, in cui l’equilibrio ha regnato sovrano, sia in vetta sia in coda, dalla prima all’ultima giornata. E i quattro spareggi di domani ne sono una chiara testimonianza.

LE PARTITE Domani pomeriggio si assisterà a due indecifrabili e appassionanti spareggi-promozione. Tra le quattro formazioni in corsa al primo turno, che sperano in un ripescaggio in Eccellenza, c’è una sola parmense, la Fidentina, quarta classificata con 66 punti, che se la vedrà in trasferta sul campo del Bibbiano San Polo, che ha chiuso davanti con un punto in più. Si giocherà al “Comunale” di San Polo d’Enza, dove i borghigiani saranno costretti a vincere per accedere alla finalissima, in cui ci sarà la vincente della sfida tra Castellana Fontana (seconda) e Brescello (quinta).
Altrettanto enigmatiche le due partite relative ai playout: il tenace Basilicastello, grazie allo sprint finale, ha ricucito lo strappo dal tredicesimo posto, occupato alla fine dal Marzolara e ha riaperto le sorti del secondo spareggio. Ma all'”Amoretti” il team della val Baganza lotterà per due risultati su tre. Stessa fortuna capitata anche al Noceto che potrà giocare dinnanzi al pubblico amico lo spareggio con la temibile Bobbiese di mister Piscina.
Tutte le squadre impegnate in casa potranno giocare per due risultati su tre a loro disposizione; in caso di parità dopo i 90′ regolamentari, si proseguirebbe con i due classici tempi supplementari, limite massimo per le compagini in trasferta per sbloccare i punteggi e vincere i rispettivi incontri.

I PERCORSI La stagione idi mister Montanini (riconfermato nonostante la retrocessione dell’anno passato) e dei suoi giocatori ha avuto tinte chiaroscure: il gruppo fidentino, campione d’inverno prima della pausa natalizia, nel girone di ritorno non è riuscito a dare costanza ai propri risultati, incappando in cinque fatali sconfitte tra ventesimo e trentesimo turno. E così, l’obiettivo è cambiato in corso d’opera: aggrapparsi ai playoff, a un certo punto, non sembrava nemmeno così scontato, ma i quattro successi finali hanno ridato speranze a Ferretti e soci, che hanno chiuso a ridosso del Bibbiano San Polo.
I percorsi stagionali delle squadre “pericolanti” sono stati piuttosto differenti e l’approdo ai playout ha avuto sapori differenti. Il Marzolara, dopo aver passato il giro di boa con 21 punti ed essersi tenuto sempre a debita distanza dalle sabbie mobili, ha peggiorato la media salvezza nelle ultime sei giornate, dove sono arrivate tre sconfitte e, soprattutto, un pareggio (quello contro la derelitta Castel.Meletolese) che hanno condannato la squadra di mister Savi, tredicesima classificata, alla scontro diretto con la sorpresa Basilicastello. Se si disputano entrambi i playout, il merito è tutto dei rossoblù che, nonostante abbiano stazionato sempre in sedicesima posizione, hanno alzato la quota salvezza. Ai 14 punti dell’andata il team allenato da Bizzi ne ha aggiunti 20 punti nel ritorno, merito anche di tre vittorie consecutive nel finale che hanno dato slancio alla squadra di Basilicanova, che ha disputato la sua miglior stagione di sempre in Promozione. Il Noceto, dopo un discreto inizio dalla tredicesima giornata in poi è rimasto invischiato nelle acque più torbide della classifica; tuttavia, la squadra di Cerri non ha mai avuto lunghi momenti di crisi, centrando qua e là pochi ma decisivi successi per rimanere a galla. E grazie a una fortunata coincidenza di risultati solo all’ultimo turno è riuscito a mettere la freccia ai danni della Bobbiese, superata di una lunghezza: un sorpasso decisivo per assicurarsi lo spareggio casalingo.

I DOPPI CONFRONTI La doppia sfida tra Bibbiano e Fidentina, consumatasi in avvio del girone d’andata e di ritorno, si è chiusa con un perfetto equilibrio: le due squadre si sono spartite una vittoria ciascuna, entrambe col punteggio di  2-1. Tra Marzolara e Basilicastello ha prevalso la compagine della val Baganza, che si aggiudicò il match d’andata, disputato dopo dieci turni, vincendo in esterna per 1-2; 0-0 fu, invece il risultato del ritorno (ventisettesima giornata), ma si fecero preferire i rossoblù di mister Bizzi. La Bobbiese evoca brutti ricordi, invece, al Noceto che è stato battuto due volte in altrettante occasioni: all’andata i neroverdi – già sotto la guida di Piscina – vinsero per 0-3 in trasferta, al ritorno per 2-1 davanti al pubblico di casa.

GLI ARBITRI Per dirigere il playoff Bibbiano-Fidentina è stato designato Matteo Colella della sezione di Rimini, che verrà accompagnato daigli assistenti Federico Pasotti (di Imola) e Riccardo Fabbri (di Bologna). Terna completamente cesenate per il derby playout Marzolara-Basilicastello: l’arbitro centrale sarà Andrea Cola, mentre i guardalinee saranno Mattia Bissioni e Tommaso Mambelli. Infine, per l’altro spareggio-salvezza, quello tra Noceto e Bobbiese, è stato chiamato ad arbitrare il fischietto bolognese Andrea Paccagnella, che verrà coadiuvato dai collaboratori di linea – entrambi provenienti da Cesena – Diego Spatrisano e Judicael Hounga.

Il fischio d’inizio è previsto, in contemporanea su tutti i campi, alle ore 16.30.

 

(In copertina, una foto di Claudio Porti per il match Noceto-Bobbiese 0-3 del 13^ turno)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Promozione