SEGUICI SUI SOCIAL

Promozione

Focus Promozione: Montali frena la Piccardo. Colorno, Felino e Langhiranese vincono ancora

Focus Promozione: Montali frena la Piccardo. Colorno, Felino e Langhiranese vincono ancora

Felino e Langhiranese ottengono le conferme che desideravano alla vigilia; le due squadre in vetta alla classifica centrano il terzo successo consecutivo in campionato e rimangono a punteggio pieno. I ragazzi di Pioli erano impegnati nel delicato derby della val Baganza in casa dell’agguerrito Marzolara: la partita dell'”Amoretti” si è conclusa sul punteggio di 1-2 in favore di Miftah e soci, anche se il pareggio sarebbe stato senz’altro il risultato più giusto – così come affermato anche dalla stessa dirigenza felinese. I rossoblù soffrono la mancanza di Mancini nel reparto arretrato (Curti ha fatto coppia con il centrocampista D’Urso, il cui posto è stato rilevato da Angelini) e devono ringraziare i loro uomini migliori se sono riusciti a trovare gli unici due spunti vincenti in una giornata metaforicamente nebulosa. Mezgour, a inizio primo tempo, firma il vantaggio beffando il portiere Pierfilippo Colacicco dopo un disimpegno errato dello stesso; capitan Miftah, a una decina di minuti dal termine, trova il raddoppio nell’unico vero tiro nello specchio della domenica. Nell’extra time, il gol di Adorni serve solo ad accorciare le distanze al team allenato da Giorgio Savi, che esce a testa alta e con la magra consolazione di aver tenuto testa a una delle compagini più forti dell’intera Promozione. Marzolara sfortunato: un palo interno e una parata di piede di Terenzio hanno impedito ai padroni di casa di ottenere il pari. Resta, però, la cronica siccità in attacco, tolto Bruschi restano un Poka volenteroso e combattivo ma inconcludente ed un Romeo quasi trasparente.

Incerto fino agli ultimi minuti anche l’incontro del “Pertini” dove la matricola Biancazzurra ha opposto resistenza per 87 minuti all’ottima Langhiranese di questo avvio di stagione, fino al gol partita firmato Galloni. La Langhiranese inizia con un piglio migliore e sfiora la via del gol in più occasioni: ci provano Gennari, Tazzioli e Aracri. I sorbolesi si difendono con ordine e impediscono ai grigiorossi una manovra fluida e fruttuosa. Nella ripresa è ancora la formazione di mister Paoletti a fare la partita, attaccando con costanza e soprattutto con le numerose sortite dei giovani Xeka, Kone e Bertolazzi. Nel frattempo la Benemerita rimane in inferiorità numerica per l’espulsione di Chierici espulso; ma nonostante questo ci pensa il subentrato Galloni, con un tiro di sinistro, a liberare la gioia dei ragazzi della val Parma. Altra delusione per la Biancazzurra, ancora orfana del bomber Pasquariello in attacco: ora le sconfitte per mister Rossi, tra campionato e coppa, sono cinque su cinque.

L’altro derby di cartello del terzo turno, ripreso dalle telecamere di SportParma (clicca qui per vedere highlights e interviste), si è disputato tra l’ambizioso Colorno e il rinnovato Carignano: i padroni di casa, al termine di un match combattuto e rimasto sul filo del rasoio fino ai minuti conclusivi, sono riusciti a spuntarla con il risultato di 3-1. Nel primo tempo partenza sprint per il Colorno che, dopo aver creato diversi pericoli alla porta di Dessena, riesce a trovare il gol, al 22′, firmato Delporto, abile a girare di testa un perfetto cross pennellato dall’out di destra dal sempre pungente Lungo, che a sua volta aveva ricevuto palla dopo una bellissima azione corale. Il vantaggio dura poco e, infatti, un paio di minuti più tardi i ragazzi di Barbarini ristabiliscono la parità, al termine di una mischia in area. Nella ripresa i giallorossi (oggi in completo arancio) imbrigliano il centrocampo dei ducali e si rendono più volte pericolosi, ma sul finire di partita gli spunti dei singoli, Conti prima e Daolio poi, regalano altre due reti alla squadra di mister Bernardi, che dunque si mette sulla scia della due capolista portandosi a quota 7 punti.

Il “Tesauri” si rivela, ancora una volta, un tabù per la Piccardo Traversetolo che, dopo il pari all’esordio, non va oltre il 2-2 anche dal Borgo San Donnino. Santurro porta in vantaggio i gialloneri dopo 8 giri di orologio, risolvendo un batti e ribatti all’interno dell’area piccola di Spanu sugli sviluppi di un corner. Al 16′ il San Donnino ristabilisce la parità con un calcio di rigore concesso per fallo di Sana su Donati e trasformato con freddezza da Luca Montali. Anche nella ripresa il copione è lo stesso: il team di Traversetolo tenta la fuga, i fidentini inseguono. Infatti dopo un quarto d’ora Attolini sigla di piatto a porta vuota la rete del momentaneo 2-1. I ragazzi di Dall’Asta vanno alla ricerca del gol che chiuderebbe i conti (Spanu dice di no due volte al subentrato Nardi), ma a otto minuti dal termine arriva la beffa che gela il pubblico di casa. Una punizione da centrocampo calciata da Billone semina il panico all’interno dell’area traversetolese, si accende una mischia con la palla che schizza sul palo ed è poi preda del sempreverde “cobra” Montali che sigla la personale doppietta per il 2-2 definitivo. Nel finale espulso il biancoblù Donati per un duro intervento su Margini.

Con un colpo di coda il Noceto supera, in trasferta, l’arcigna Viarolese di questo avvio di stagione e la raggiunge a centro classifica a quota 4 punti. Il primo tempo si gioca su buoni ritmi da ambo le parti, ma gli attaccanti sembrano avere le polveri bagnate e non riescono a rendersi troppo pericolosi. Al 30′ della ripresa il giovane Ghidoni ha una ghiotta occasione a tu per tu con Menta, ma spara incredibilmente a lato. Il gruppo di Fabbi pagherà a caro prezzo l’errore commesso cinque minuti più tardi, quando il portiere Marcobello respinge corto una punizione di Morsia: Partelli ringrazia e segna il gol partita. In chiusura gli azzurro-granata sfiorano un pari che sarebbe stato meritato con il colpo di testa di Pagano su cross di Cavalli: il pallone finisce alto con l’esterno che aveva colpito a botta sicura da due metri dalla porta.

Bruttissimo ko per il San Secondo Parmense: non c’è storia al “Maniforti”, la Medesanese cala la manita (tripletta Dede e reti di Ruffini e Alessandro Montali) e contribuisce a far diventare già critica la situazione dei bianconeri. I ragazzi di mister Delgrosso si guadagnano già, loro malgrado, il titolo di difesa colabrodo del girone A: sono 12 le reti incassate da Rizzolini e soci in tre giornate. Un rotondo 5-1, dunque, regala ai biancoblù di mister Peraddi (ancora imbattuti) la prima vittoria in questa Promozione, dopo i due pareggi iniziali; sansecondini in zona rossa.

Chiude la classifica, a zero punti e a zero gol fatti (così come per la Biancazzurra) il Terme Monticelli, che oggi è stato superato di misura dal Fontana Audax. In quel di Castel San Giovanni è finita con il risultato di 1-0 per i piacentini: a decidere le sorti dell’incontro una rete di Oppedisano.

 

(Colorno e Carignano in campo nella 3^ giornata di Promozione – ©Foto live SportParma)

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione