Connect with us

Calcio Dilettanti

Focus Promozione: il Pallavicino non perde un colpo, finisce in parità il derby di Langhirano

Focus Promozione: il Pallavicino non perde un colpo, finisce in parità il derby di Langhirano

Non perdono un colpo le corazzate di testa, in questa quarta giornata del girone di ritorno.

Pallavicino – Basilica 2-0 7′ Cossetti, 84′ Corbari
Dopo pochi minuti, Corbari ruba palla e da ottima posizione calcia addosso a Biagini. Passano due giri di lancette e Cossetti, imbeccato da un assist al bacio di Caporali, di testa trafigge l’estremo rossoblu mettendo a segno la sua ventesima rete stagionale. Al 14′ Corbari, stavolta in tuffo di testa, si divora letteralmente il raddoppio. La manovra dei padroni di csa si fa via via sempre più farraginosa e il Basilica tenta di colpire con alcune ficcanti ripartenze ad opera di Zoina. Nella ripresa il copione è praticamente lo stesso della prima frazione. Il Basilica resta in 10 dai primi minuti per l’espulsione diretta di Guareschi. Ma nonostante tutto non molla fino al 38′, quando Cossetti con un morbido cross pesca Lucev nei pressi del secondo palo: torre di testa verso l’accorrente Corbari, che scarica tutta la sua rabbia alle spalle di Biagini. A dispetto della classifica, oggi la capolista Pallavicino ha dovuto faticare contro il Basilica. Prova sottotono dei padroni di casa. Molto discutibile il cartellino rosso a Guareschi, episodio che ha condizionato il tentativo di rimonta del Basilica.

Borgo San Donnino – Castelnovese 2-2 10′ Lusha (B), 35′ Copelli (C), 75′ Martino (C), 80′ Camara (B)
Il Borgo San Donnino va in vantaggio dopo dieci minuti: Dattaro tira, centra la traversa e Lusha ribadisce in gol. Questo sembra il prologo a una domenica in discesa. Ma il Borgo molla la presa e la Castelnovese ci crede. Si arriva così al 35′, quando un grosso errore difensivo dei padroni di casa permette a Copelli di pareggiare. Nella ripresa, sino alla mezzora regna l’equilibrio in campo. Fa fatica il centrocampo del Borgo, con Ibrahimi che regala troppi palloni agli avversari. Ruggeri commette diversi errori in difesa. Si arriva così al 35′, quando la Castelnovese passa in vantaggio con Martino. Camara, entrato ad inizio ripresa, raddrizza il risultato dopo pochi minuti e poi colpisce una clamorosa traversa con pallone che rimbalza al di qua della linea, secondo il direttore di gara. Si chiude così sul 2 a 2 questa sfida salvezza. Il Borgo ha sprecato un’altra occasione per fare un salto decisivo in classifica. Ora dovrà fare molta attenzione a non farsi trascinare nelle sabbie mobili dei play out.

Brescello – Fidenza 2-0 24′ Urbano, 71′ Ferretti
Non si ripete il copione dell’andata. Il Brescello ha battuto nettamente il Fidenza per 2 a 0, con gol nel primo tempo di Urbano e Ferretti. Solo alcuni grandi interventi del portiere ospite Tabloni, hanno evitato al Fidenza un passivo maggiore. Con questo successo i padroni di casa hanno agganciato la griglia play off, anche se il treno di testa è ormai scappato. Il Fidenza invece sta affondando domenica dopo domenica verso una situazione molto pericolosa.

Piccardo – Il Cervo 3-0 35′ Chiurato, 40′ Modafferi, 80′ D’Urso
La partita del Tesauri di Traversetolo, presentatasi come uno dei più classici testa-coda, ha confermato le previsioni della vigilia: la Piccardo ha dominato la gara dall’inizio alla fine, lasciando ai neroverdi solo le briciole.E’ chiaro fin delle prime battute, infatti, che la Piccardo vuole tenere in mano il pallino del gioco. Nonostante la prima (e unica) conclusione verso la porta avversaria degna di nota sia del Cervo (una punizione estemporanea battuta benissimo da Fuseini al 15’, che dai quaranta metri impegna Piazza), la difesa a tre/cinque degli ospiti regge solo mezz’ora. Dopo gli svariati tentativi di Picchi, Tagliafierro, Modafferi e Chiurato è proprio una combinazione tra gli ultimi due a portare avanti i gialloneri. Modafferi spizza di testa per Chiurato, che sfrutta un’enorme lacuna della difesa avversaria e porta avanti i suoi con un bel tiro al volo che si insacca alla destra di Dall’Asta. La Piccardo, i cui diversi errori in fase di impostazione hanno evitato un passivo ancora maggiore, raddoppia al 40’: Guareschi restituisce a Modafferi al termine di una bella cavalcata sull’out di sinistra, l’ex Bogo San Donnino spara all’incrocio dei pali. All’intervallo la Piccardo beve il tè caldo avanti 2-0.Con la partita in ghiaccio già da inizio ripresa, la seconda frazione è soporifera. La Piccardo, tenendo la sfera, abbassa i ritmi. Al 68’ Martini (grande ex di turno, doppietta per lui all’andata) segna dopo aver commesso fallo: l’arbitro annulla. Il Cervo non riesce proprio a rendersi pericoloso dalle parti di Piazza, così, la Piccardo, più per inerzia che per altro, segna di nuovo: all’81’ è D’Urso a bucare per la terza volta Dall’Asta, ben servito da Parapani. Da segnalare, in chiusura di incontro, un rigore lapalissiano non concesso ai gialloneri dopo atterramento di Martini in area.Una partita senza storia ha visto la Piccardo trionfare con un Cervo inadeguato. La statistica dei tiri in porta (8 contro 1) descrive da sé l’andamento dell’incontro. Particolarmente significativo, inoltre, il fatto che tutti e tre i gol della Piccardo siano stati generati da un assist. Ha inoltre esordito il classe 2000 Nicola Zavaroni.La ventunesima giornata è stata positiva per la Piccardo: Agazzanese e Monticelli hanno pareggiato e ora ci sono dieci punti tra i gialloneri e la quinta (Brescello). La prossima domenica di campionato, invece, vedrà la Piccardo impegnata sul campo del Noceto, mentre il Cervo farà visita al Fontana Audax.

Marzolara – San Secondo 1-0 58′ Poka su rig. 
Sfida importante per la bassa classifica a Marzolara, che parte subito bene. Al 4′ Poka si trova a tu per tu con Terenzio, bravo a chiudere in uscita bassa. Ancora i locali per due volte pericolosi: con Ali che conclude alto, poi con Reggi che dal limite colpisce il palo. Gli ospiti replicano con Fornasari, che è bravo a liberarsi dal limite. Ma conclude male e poi non finalizza a dovere un contropiede dalla fascia. Si conclude a reti inviolate il primo tempo. Inizio ripresa lo stesso copione e al 12′ da azione di fallo laterale, Fallou stende in area Ali. Rigore e ammonizione per il centrale bianconero. Poka trasforma e porta in vantaggio il Marzolara. Si scuote a questo punto il San Secondo, ma l’assenza del febbricitante Lorenzini si fa sentire, Ne’ Gualtieri, ne’ Fornasari creano particolari problemi al portiere avversario. Per cui, questa sfida salvezza va meritatamente ai locali, che sorpassano il San Secondo in classifica.

Langhiranese – Monticelli 1-1 46′ Aracri (L), 60′ Gandrabur (T)
Risultato positivo per la Langhiranese, che, in questo momento così buio e doloroso per la perdita di Filippo, impatta al Pertini per 1-1 contro il coriaceo Terme Monticelli. Inizio combattuto con le squadre aggressive e Aracri che, al primo minuto, coglie immediatamente un palo per la Langhiranese. I rivali sono ostici, ciò nonostante i grigiorossi, desiderosi di raggiungere questa vittoria, spingono e trascinati da Gennari si rendono sempre insidiosi. Al termine del primo tempo, al 46′, Aracri si prende un palla vacante e di piatto trova il varco giusto per insaccare il vantaggio, dedicandolo ovviamente a Filippo in un momento davvero toccante ed emozionante con tutti i compagni che si lanciano a toccare il disegno della maglietta di chi ci ha lasciato troppo presto. A inizio ripresa il Terme Monticelli dimostra di non voler mollare e al 60′ coglie il pari con Gandrabur, che svetta meglio di tutti e incorna in rete. Nel finale gli animi si scaldano e la partita diviene nervosa, i ragazzi di Paoletti ci provano, in particolare ancora con Gennari e Aracri, però il parziale non si sblocca più.

Carignano – Viarolese 2-0 27′ Rossetti, 66′ Ferrato
Con un gol per tempo il Carignano chiude la pratica Viarolese: nel primo tempo apre le danze Rossetti, che va in rete al 27′. Nella ripresa, al minuto 21, tocca a Ferrato chiudere i conti. I giallorossi si confermano al terzo posto e allungano a 14 la serie di partite senza sconfitte; i granata di mister Fabbi invece con un misero score di 2 punti in 5 partite sono stati risucchiati in zona play out.

Agazzanese – Noceto 0-0
Nonostante le diverse defezioni, gli ospiti di mister Bacchini, grazie a una gara accorta, strappano un prestigioso pareggio al “Baldini”, dove prima di oggi i locali dell’Agazzanese avevano centrato un solo pari e otto vittorie in nove gare. I biancorossi si mangiano le mani perché Delfanti, a 5′ dalla fine, sbaglia un rigore centrando l’incrocio, fallendo così l’appuntamento con il gol da tre punti. Rimane salda la quarta posizione in classifica per i ragazzi di Melotti, ma si allontanano le prime tre, ancora una volta tutte vincenti. Continua invece l’ottimo campionato del Noceto, che si conferma ad un dignitoso settimo posto.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti