Playoff Promozione: Carignano beffato nel finale, vince l’Agazzanese 2-3. Highlights e fotogallery

di
Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2017

Una bella favola senza lieto fine. Si è chiusa con una sconfitta amara la strepitosa annata del Carignano che, dinanzi a una splendida cornice di pubblico, è stato sconfitto al “Padovani”, in extremis, dalla temibile Agazzanese nella finale playoff di Promozione. I piacentini, obbligati solamente a vincere alla vigilia, sono riusciti a strappare il successo con un beffardo autogol arrivato allo scadere, al termine di una partita intesa, giocata a viso aperto da ambo le parti e contraddistinta da tante emozioni. Grande l’amarezza a fine partita per il club di Parma, che aveva chiuso al secondo posto in classifica con un solo punto in meno del Pallavicino campione.

Inizio di gara piuttosto contratto: le squadre si studiano all’incirca per un quarto d’ora. La prima occasione la costruiscono i padroni di casa, schierati da Marcotti con il solito 4-2-3-1: imbeccato da una verticalizzazione, Fiordelmondo al 13′ incrocia il tiro con il mancino. Serena va di piede, poi in qualche modo la difesa ospite riesce a sbrogliare la situazione. Al 16′ episodio da moviola in area piacentina: il Carignano reclama il penalty per l’atterramento di Tommasini. Non è dello stesso avviso il direttore di gara Sfirro, che fa proseguire. I ritmi nel primo tempo non sono altissimi, forse perché la posta in palio è pesante e influisce sulle menti e sulle gambe dei ventidue protagonisti in campo.

L’Agazzanese, miglior attacco del girone A con 81 reti all’attivo, non trova mai le giuste misure per far male a Marco Dessena; al 30′ la conclusione di Bonomi dalla distanza finisce a lato senza troppe pretese. Ben più pericoloso, invece, il team parmense un minuto più tardi: Fiordelmondo scarica il pallone al limite per capitan Filippo Pioli che, sotto gli occhi attenti dello zio Stefano in tribuna, sembra trovare il giusto jolly per il gol del vantaggio. Ma il portiere ospite Serena, ex Piacenza, compie un vero miracolo e manda la palla in corner. Con lo stadio già pronto ad esultare per un pallone che sembrava destinato ad insaccarsi. Il Carignano non sfrutta l’occasione dalla bandierina e l’Agazzanese in contropiede rischia di trovarsi clamorosamente in vantaggio: Bonomi semina il panico nella retroguardia locale, Dessena risponde di piede. I ragazzi di Melotti riescono a rendersi pericolosi solamente con le rapide ripartenze: al 40′ Burgazzoli, sull’out di destra, addomestica un pallone destinato ad uscire, con un magia lascia sul posto Conti e s’invola verso la porta dei parmensi. Assist per Oppedisano, il quale però calcia debolmente tra le braccia dell’attento Dessena. I piacentini crescono e prendono campo: al 44′ è ancora l’esperto portiere locale a sventare la minaccia portata da Burgazzoli con una tempestiva uscita bassa all’interno dell’area piccola. La prima frazione sembra destinata a terminare sullo 0-0, ma proprio allo scadere sono i giallorossi (oggi in completo arancione) a trovare il gol del vantaggio: corner al 46′ di Mantelli dalla sinistra, incornata imperiosa di Graziano all’altezza del secondo palo e Serena non può far altro che raccogliere il pallone in fondo al sacco.

Termina così il primo tempo con la squadra di Roberto Marcotti meritatamente in vantaggio. L’Agazzanese però parte forte nella ripresa e cinge d’assedio la metà campo avversaria fin dall’inizio. Al 12′ i piacentini sembrano trovare la via del gol con il difensore Alberici, ma il suo colpo di testa dopo il corner di Bonomi si infrange sul palo. Dessena era battuto. I bianco-granata premono sull’acceleratore. 16′: traversone di Moltini, incornata di Bonomi sul secondo palo, pallone sul fondo. Al 18′ però arriva il meritato pareggio ospite: Alberici con un lungo lancio pesca Burgazzoli, che aggira i centrali Graziano e Conti, aggancia la sfera e con un preciso destro la deposita alle spalle di un incolpevole Dessena. E’ l’1-1. Cambia il volto alla partita. Da qui inizia il forcing dell’Agazzanese, costretta a vincere per poter festeggiare il salto in Eccellenza. Al 31′ Bonomi vince il solito duello con Delfante sulla corsia di sinistra e mette in mezzo un invitante traversone per Oppedisano, ben appostato a centro are: traversa piena con l’estremo di casa fuori causa. La palla rimbalza in campo, ma sulla ribattuta Peretti mette a lato. La pressione degli uomini di Melotti viene premiata al minuto 37, quando Oppedisano insacca di piatto risolvendo una mischia furibonda su cui l’Agazzanese aveva colpito l’ennesimo legno di giornata. Esplode la gioia del pubblico ospite occorso numeroso al “Padovani”. Sembra l’episodio decisivo per chiudere la partita. E, invece, il Carignano ha un sussulto d’orgoglio e quasi inaspettatamente riesce subito a trovare il gol del 2-2. Passano due giro d’orologio e capitan Pioli pennella su punizione per la torre di un compagno su cui si fionda prima di tutti De Angelis che insacca sotto porta. Vano il tentativo di parata di Serena, con il pallone che aveva già varcato la linea. Ristabilita la parità, siamo sul 2-2. I supplementari sembrano essere il giusto prolungamento di una finale playoff spettacolare. Ma non è dell’avviso il solito Burgazzoli, vero e proprio man of match: il numero 11, con una magia delle sue, si libera in area della marcatura e supera Dessena in uscita con un diagonale che Conti sporca sulla linea involontariamente, ma in modo decisivo. Al triplice fischio il team di Agazzano esplode di gioia può festeggiare per il salto di categoria in Eccellenza. grande rammarico per quelli del Carignano per una impresa soltanto sfiorata e svanita proprio sul più bello. La stagione della squadra del presidente Scottu però rimane memorabile. L’onore delle armi è tutto per i parmensi, a cui non è bastato centrare il record storico di 81 punti in campionato per regalarsi una seconda esperienza in Eccellenza.

 

Carignano-Agazzanese 2-3 46′ pt  Graziano (C), 18′ st Burgazzoli (A), 37′ st Oppedisano (A), 40′ st De Angelis (C), 45′ st aut. Conti (A)

CARIGNANO: Dessena, Delfante, De Angelis, Pioli, Graziano, Conti, Mantelli, Tognoni, Tommasini (76′ Gratis), Fiordelmondo (80′ Ferrato), Pin (70′ Nardi). A disposizione: Ferrarini, Belli, Orzi, Cila. Allenatore: Marcotti

AGAZZANESE: Serena, Lilla, Alberici, Moltini, Livelli, Lombardi, Bonomi, Galli, Pezza (54′ Peretti), Oppedisano, Burgazzoli. A disposizione: Lupi, Riva, Galli, Diatta, Ghelfi, Delfanti. Allenatore: Melotti.

Arbitro: sig. Sfirro della sezione di Reggio Emilia. Assistenti: sigg. Scardovi di Imola ed Evangelisti di Forlì-Cesena
Note – Ammoniti: Tognoni (C), Delfante (C), Galli (A), Moltini (A), Oppedisano (A). Giornata calda e soleggiata.Grande affluenza di pubblico sugli spalti del “Padovani”, gremiti di tifosi locali e ospiti. Campo in perfette condizioni.

FOTOGALLERY by SportParma

SportEmilia - Sport in Tv, Web, Mobile Lungoparma - Il Primo quotidiano online di Parma PRTV.IT - La prima webtv di Parma Parma.Mobi - Primo portale mobile di Parma VisitParma - Cò femma incò

Testata giornalistica registrata - Aut. Trib. di Parma n. 13 del 14/11/2007 - Direttore Responsabile: Francesco Lia
Editore: Edirinnova sc - TERMINI E CONDIZIONI PRIVACY - Provider: Euromaster - OVH