© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Dilettanti

Promozione: debutto assoluto con tanto di derby per Borgo San Donnino, Noceto e Viarolese. Big match Piccardo-Brescello

Promozione: debutto assoluto con tanto di derby per Borgo San Donnino, Noceto e Viarolese. Big match Piccardo-Brescello

È tempo di fare sul serio anche in Promozione, campionato ricco di formazioni parmensi. Dopo tanta attesa le tredici compagini del nostro territorio, che compongono il girone A, sono pronte a darsi battaglia sul campo. Tra queste troviamo tre matricole in assoluto, il Borgo San Donnino, il Noceto e la Viarolese, ma ci sono anche dei graditi ritorni dopo qualche stagione d’assenza come quelli di Basilica 2000 e Marzolara. Scende il Fidenza dopo anni trascorsi ad alti livelli tra Eccellenza e Serie D.

Ma la grande accreditata alla vittoria finale per questa stagione è ancora una volta la Piccardo, fresca di fusione con il retrocesso Traversetolo (da cui ha ereditato il campo comunale “Tesauri”). La nuova Piccardo Traversetolo del Presidente Scrinzi, che tanto ha investito nella campagna acquisti estiva (il portiere Medioli e gli attaccanti Martini e Chiurato, solo per citarne alcuni), cercherà la prima vittoria in partite ufficiali dopo il pareggio di mercoledì (per 1-1) avvenuto nella gara di Coppa contro il Marzolara. Dinnanzi ai gialloneri, affidati quest’anno alla guida tecnica di mister Bazzarini si presenterà il Brescello, deciso a riscattarsi dopo un brutto anno trascorso in Eccellenza e concluso con un’amara retrocessione. I reggiani sono allenati dall’ex mister del Colorno Piccinini e sul mercato non si sono di certo tirati indietro, acquistando giocatori importanti come Scaravonati e Decò dall’Asola, il bomber Di Maio proprio dalla Piccardo e anche il difensore Urbano e il portiere Oppici dal Colorno. Sarà big match già alla prima di campionato: vedremo chi fin dall’inizio saprà fare la voce grossa.

Bella gara tra Agazzanese e San Secondo Parmense: i piacentini sembrano la vera e più seria accreditata a mettere i bastoni tra le ruote alla Piccardo Traversetolo e vogliono sicuramente migliorarsi dopo l’ultima stagione terminata con l’amaro in bocca a causa della mancata qualificazione ai play off di Promozione. La corazzata piacentina in estate ha visto gli arrivi, tra gli altri, del bomber Zanaboni dalla Castellana e dell’ex capitano della Fidentina Galli. Di contro ci sarà un San Secondo profondamente rinnovato e voglioso di ben figurare nella stagione del centenario del club. Il nuovo tecnico Giandebiaggi non potrà convocare Mainardi, out per squalifica; tuttavia – e questa è una notizia delle ultime ore – i bianconeri hanno tesserato il terzino (classe ’96) Gian Maria Delnevo, ex Lentigione e Colorno, dove aveva giocato lo scorso anno, prelevato dal Fiorenzuola che lo aveva acquistato a fine maggio: vedremo se farà parte dei diciotto già nel match di domani.

CarignanoTerme Monticelli sarà un derby ancor più sentito rispetto agli ultimi anni a causa del ritorno in giallorosso di mister Marcotti, il quale si è portato con sé una dote di giocatori provenienti dalle fila dei termali (Mauro Graziano, Belli, Mantelli e Libertella). La campagna acquisti di lusso del club del presidente Scottu si è conclusa con gli arrivi di due giocatori di spessore quali Nardi e Tognoni, reduci dalla vittoria del campionato con la maglia del Bibbiano San Polo. Con queste premesse il Carignano (che domani non avrà solamente il terzino Belli, assente per ferie), reduce per altro da un buon precampionato, si prepara ad essere una delle più pericolose outsider del girone A. Dopo l’addio ad alcuni elementi cardine dello zoccolo duro della squadra e con una rosa molto ringiovanita, il Monticelli partirà a fari spenti per provare a guadagnarsi il più presto possibile una salvezza non facile; nella partita di domani, con un reparto di difesa quasi da reinventare, il nuovo tecnico dei biancocelesti Gussoni dovrà fare a meno dei nuovi acquisti Iaquinta e Malpeli (perché in vacanza) e forse anche di Fisicaro (vittima di una gastroenterite), in attacco invece spazio al tridente Rabitti-Volponi-Cantelli

Protagonista nelle trattative estive è stata anche la Langhiranese, galvanizzata anche dal progetto tecnico che porterà al club grigiorosso una nuova struttura d’allenamento molto simile ad una cittadella dello sport. La squadra messa a disposizione di Enore Paoletti è stata rivoluzionata rispetto a quella della passata stagione che era riuscita a ottenere una dignitosa salvezza: si alza dunque l’asticella per questa annata. Mister Paoletti dovrà fare a meno del solo Truffelli (il centrocampista dovrà scontare un turno di squalifica rimediato nella passata stagione), anche se per il resto avrà tutti i restanti ventidue membri della rosa a disposizione. Dubbi in difesa e a centrocampo; in porta confermato Mingardi, mentre in attacco spazio all’esperienza della coppia Anceschi-Roncarati (78 anni in due). L’obiettivo del centravanti ex Piccardo, arrivato in estate, è quello di siglare le diciotto reti che gli mancano per arrivare a quota 300 gol in carriera prima di ritirarsi. L’avversaria di turno sarà la Castelnovese-Meletolese, compagine che lotterà per provare a salvarsi: la gara ha subito l’inversione di campo, quindi il club della Val Parma sarà in trasferta in terra reggiana.

Come dicevamo in apertura, sarà la prima volta in assoluto in Promozione per tre squadre di Parma: il Borgo San Donnino e il Noceto – che si erano date battaglia per l’intera stagione 2015/2017 nel girona A di Prima Categoria – si ritrovano da neopromosse alla prima giornata. La gara si disputerà sul sintetico del “Noce” di Noceto. La formazione borghigiana sarà rimaneggiata a causa dell’infortunio all’ernia inguinale di Dattaro, che tornerà a fine mese, e del ko (dopo il match di Coppa) di Ciccotto; inoltre, forfait quasi certo anche per Billone e Marchignoli. Ci sarà invece a centrocampo il mediano Boga, che aveva saltato per squalifica la gara di coppa. Anche il Noceto avrà tante defezioni: indisponibili Giordani, Ferri, Ferretti e in dubbio Bellini e Marchini. Il team rossoblù si farà trascinare da un reparto offensivo molto importante per la categoria, grazie alle conferme di Morsia e Palumbo, impreziosito dagli arrivi del centravanti Dellapina e del fantasista Terranova; per entrambe la salvezza non dovrebbe essere un problema. Anzi, potrebbero essere le vere sorprese del campionato.

La ripescata Viarolese dovrà dimostrare di aver smaltito le scorie della Coppa Italia, da cui è uscita anzitempo dopo le pesanti sconfitte con Brescello e Castelnovese. La squadra di mister Fabbi – che nell’incontro domenicale non avrà gli squalificati Riccardi e Canzian e con Talignani, Pilato e Ranieri non al meglio – si affaccia per la prima volta in questo torneo debuttando in un vero e proprio derby della bassa parmense contro il Pallavicino, compagine costruita per ritrovare quell’Eccellenza sfumata un paio di mesi fa in modo rocambolesco ai play out. Si gioca al “Cavagna” di Busseto una gara del tutto inedita.

Il Marzolara torna in categoria dopo cinque stagioni trascorse in Prima e debutta dinnanzi al proprio pubblico ospitando il rinnovato Fontana Audax: nel probabile 4-3-3 di mister Savi non ci sarà Xhafa (assente per problemi personali almeno fino alla seconda partita) e Ghirardi, vittima di un infortunio. L’obiettivo dei biancoblù sarà quello di provare a giocarsi la permanenza in Promozione, nonostante i pronostici contrari di molti addetti ai lavori. Ma la partenza in Coppa Italia è stata positiva, con la sconfitta di misura contro la Langhiranese e il bel pareggio strappato alla corazzata Piccardo.

Anche il neopromosso Basilica 2000 non parte con i favori del pronostico, ma – come si sa – le opinioni non sono un dato di fatto e i rossoblù proveranno a far di tutto in questi mesi per scongiurare le più nefaste previsioni. Il giovane allenatore Alessandro Ferrari, per cui è stata confezionata una rosa formata da soli giovani sotto i ventisei anni, proverà a portare a casa i primi punti del campionato nella gara interna contro un’altra parmense, il Fidenza. I bianconeri hanno dovuto ricostruire tutto da zero in estate, dopo la seconda retrocessione consecutiva, e si sono affidati un folto gruppo di giocatori alla ricerca di riscatto personale e ad un tecnico e a una società emergenti: tra i bianconeri si dovrebbero rivedere in campo fin dal primo minuto l’esterno Kassi, il difensore Touré e l’attaccante Sarno. Ricordiamo volentieri anche che questo incontro avrà uno scopo benefico: le due società, infatti, hanno deciso di devolvere alle popolazioni terremotate il ricavato dell’ingresso allo stadio di Basilicanova.

Ultima ma non per importanza la partita de Il Cervo sull’ostico campo del Montecchio, squadra attrezzata per fare una stagione nella parte alta della classifica. I collecchiesi, al contrario, dopo il ricambio generazionale di una rosa totalmente svecchiata e affidata alle mani del nuovo allenatore Stefano Brianti, dovranno sudare le fatidiche sette camicie per portarsi a casa la terza salvezza consecutiva. Nessun ritorno per Francesco Pugliese: il centrocampista, che dopo aver accettato il Salso ad inizio estate e averlo “scaricato” in seguito a problemi di lavoro, ha deciso di non tornare più in neroverde, ma di scendere addirittura in Prima Categoria, dove giocherà per l’ambizioso Tonnotto Madregolo. Chiusa dunque una lunga telenovela di mercato. Intanto, domani a Montecchio la squadra di Collecchio non potrà contare sul giovane Ferrari, che deve scontare una giornata di squalifica accumulata nello scorso campionato Allievi; nonostante un avvio che si preannuncia in salita, la società neroverde è convinta di poter far bene e di poter anche stupire i più scettici.

 

Da domani, dunque, si torna a far sul serio. Il campionato 2016/2017 è alle porte: alle 15.30 il fischio d’inizio su tutti i campi.

Ci aspetta una stagione lunga e tortuosa, che SportParma seguirà da vicino con i consueti focus settimanali pre e post partita. L’impegno da parte della nostra redazione non mancherà, così come di sicuro non mancherà la voglia di emergere delle tredici compagini parmensi. Perciò, facciamo loro un grande in bocca al lupo e speriamo che sia davvero un buon campionato. Lorenzo Fava

 

(Nella foto, la rosa della stagione 2015/2016 del Noceto)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti