SEGUICI SUI SOCIAL

Promozione: Felino-Piccardo Traversetolo 0-0, highlights e interviste agli allenatori

Promozione

Promozione: Felino-Piccardo Traversetolo 0-0, highlights e interviste agli allenatori

Zero gol e poche emozioni nello scontro d’alta quota tra Felino e Piccardo Traversetolo. Il big match del quarto turno del girone A di Promozione regala pochi sussulti al pubblico accorso numeroso al “Bonfanti” per assistere alla sfida tra due grandi potenze del calcio parmense. Partita contratta, tatticamente bloccata e poco spettacolare, complice l’evidente volontà delle due forze in campo di non lasciare il fianco scoperto agli avversari. Il team di Traversetolo si fa apprezzare per l’impostazione del gioco e per il maggior possesso palla, ma alla fine si dimostra poco incisivo in zona gol, così come confermato da mister Dall’Asta ai nostri microfoni al termine dell’incontro. Il Felino, invece, costruisce le chance più ghiotte, ma Miftah e Mezgour non riusciranno a sbloccare l’incontro.

Leonardo Pioli, ex di turno (due stagioni fa sedeva proprio sulla panchina dei gialloneri), schiera il suo Felino con il collaudato 4-2-3-1, con Bottarelli-Miftah-Lauriola alle spalle di Mezgour; il collega Dall’Asta rinuncia a Spadacini, Mantelli e Tognoni e imposta i suoi con un 4-3-1-2: Filippo Pioli, figlio del tecnico di casa, è in cabina di regia, mentre in attacco a far coppia con Attolini è il classe 2000 Kulluri. Fin dalle prime battute il più vivace è il trequartista traversetolese Dallaglio: il numero 10 ospite addomestica la palla, dopo una spizzata di Attolini, e mette in mezzo dalla sinistra un cross su cui proprio Kulluri non arriva per una questione di centimetri. È passato soltanto un minuto dall’avvio. Occorrerà, però, aspettare altri trenta giri di orologio per assistere alla prima conclusione degna di nota: rimessa di capitan Margini (oggi terzino destro), Sessi lascia sfilare e calcia di sinistro alto. Palla sopra la traversa almeno di un paio di metri. L’unica vera grande occasione del primo tempo nasce solamente al 38′ ed è di marca Felino. Dopo una fase di gioco nervosa (ammoniti in sequenza Curti, D’Urso e Bottarelli), i rossoblù riescono a farsi vedere dalle parti del portiere Reggiani, schierato titolare al posto di Cavallini, al 38′: il filtrante di Lauriola trova Mezgour sulla destra, il numero 9 di casa si allarga e con il piattone destro cerca l’inserimento sotto porta del compagno Miftah. L’impatto col pallone dell’ex Lentigione non è fortunato e la sfera si perde clamorosamente sopra la traversa, a portiere battuto. Senza alcun minuto aggiuntivo, le due squadre fanno rientro negli spogliatoi.

Nella ripresa mister Pioli decide di buttare nella mischia Francesco Potenza: l’esterno offensivo arrivato dal Taranto a fine mercato fa il suo ingresso dopo dieci minuti del secondo tempo, rilevando un Lauriola poco ispirato. Al 20′ Terenzio compie il suo unico vero intervento di giornata: il portiere è bravo ad anticipare in tuffo Kulluri con un’uscita coraggiosa; poco dopo, al 22′, il numero uno di casa si ripete su un traversone dalla trequarti di Ferretti, bloccando plasticamente il pallone al limite dell’area. I felinesi spezzano la manovra ospite andando vicino alla via della rete al 24′: punizione corta dell’ottimo Crescenzi che innesca Potenza, il quale semina il panico sulla fascia e mette in mezzo la palla che rimane nella terra di nessuno. Arriva Mezgour a botta sicura ma non inquadra la porta, calciando incredibilmente sopra la traversa. La compagine rossoblù fatica a reagire dopo l’occasione fallita: al 29′ ci prova timidamente Bottarelli, che riceve da Mezgour, controlla e calcia dalla distanza. Nessun problema per Reggiani, tiro fuori misura. Il Felino va molto vicino al gol al 36′ quando una verticalizzazione di Potenza smarca Mezgour sull’out sinistro. Palla al centro per il solito Miftah, ma stavolta il capitano locale viene anticipato dall’ottima difesa dei traversetolesi, che si salvano in angolo. Al 40′ l’ultima chance per i ragazzi di Leonardo Pioli capita sui piedi di Potenza; il numero 17 rossoblù calcia dalla destra una punizione che impegna Reggiani nell’unica vera parata del pomeriggio. Nel finale, al terzo e ultimo minuto di recupero, c’è spazio per un guizzo del neo entrato Mantelli, che tenta il colpaccio dalla distanza, ma il suo sinistro si spegne sopra la traversa, insieme alle speranze della squadra di Dall’Asta: il club giallonero non riesce a ridurre il gap di quattro punti dal Felino. Il pareggio, tutto sommato, non fa scontenta la squadra della val Baganza, che però perde la leadership: fra sette giorni sarà sfida per il vertice contro la Langhiranese, unica formazione rimasta a punteggio pieno.

 

FELINO – PICCARDO TRAVERSETOLO 0-0

FELINO: Terenzio, Delnevo, Sartori, Crescenzi, Curti, Mancini, Bottarelli, D’Urso (30′ st Angelini), Mezgour, Miftah, Lauriola (10′ st Potenza). A disposizione: Depietri, Castagnaro, Gasparotto, Pasini, Sarr. All. Leonardo Pioli

PICCARDO TRAVERSETOLO: Reggiani, Margini (23′ st Opoku), Guareschi, Santurro, Pioli (23′ st Tognoni), Ferretti, Musiari, Sessi, Attolini (34′ st Spadacini), Dallaglio (16′ st Mantelli), Kulluri. A disposizone: Cavallini, Sana, Zavaroni. All. Stefano Dall’Asta

Arbitro: Antonino Lavenia della sezione di Modena
Assistenti: Lorenzo Concari e Steven Ulrich Feuze Sikam della sezione di Parma
Note – Ammoniti: Delnevo (F), Bottarelli (F), D’Urso (F), Santurro (P). Recupero: 0′ pt, 3′ st. Angoli: 6-5.

 

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Promozione