Connect with us
 

Calcio Dilettanti

Promozione: Fidenza-Brescello e Noceto-Agazzanese i big match. Langhiranese, Roncarati e Anceschi tornano a Monticelli

Promozione: Fidenza-Brescello e Noceto-Agazzanese i big match. Langhiranese, Roncarati e Anceschi tornano a Monticelli

Quarta giornata del campionato di Promozione alle porte. Come sempre i derby parmensi saranno numerosi, ma il calendario riserva due impegni ostici per Fidenza e Noceto che riceveranno tra le mura amiche due corazzate del girone A: incontri che sicuramente interesseranno una buona fetta di pubblico.

Partiamo dal Fidenza (1) che avrà il compito di limitare i danni contro il Brescello (3), che avrà dalla sua il favore dei pronostici; la squadra allenata da Piccinini, dopo il ko all’esordio, ha rialzato la testa battendo con un netto 4-0 Il Cervo nello scorso weekend. Il Fidenza, al debutto stagionale tra le mura del “Ballotta”, proverà a fare il colpaccio: anche il pareggio sarebbe un risultato ben auspicabile in casa bianconera, dove bisogna dimenticare al più presto il 5-2 subito per mano del Pallavicino. Brandolini, tecnico dei borghigiani, dovrà fare a meno del difensore Maramotti (potrebbe sostituirlo Lottici nel ruolo di terzino sinistro), ma al contempo porterà con sé l’attaccante albanese Elezj, già in Promozione lo scorso anno con la maglia de Il Cervo e acquistato – come SportParma vi ha anticipato in esclusiva nella serata di ieri nel consueto tabellone – nelle ultime ore di mercato dal Fornovo (compagine retrocessa in Seconda Categoria).

Forse ancor più ostico il compito della matricola Noceto (3) che, dopo il ko di Marzolara e il pareggio in Coppa Italia contro il San Secondo (che ha comunque regalato la gioia della qualificazione agli uomini di Bacchini), dovrà confrontarsi con la superpotenza Agazzanese (6), una delle compagini più accreditate al salto di categoria. I piacentini hanno battuto il San Secondo alla prima giornata e la Castelmeletolese alla terza, in due gare disputate sul campo amico: biancorossi ora attesi all’esame trasferta. Qualche problema per i rossoblù, padroni di casa, che dovranno fare i conti ancora con le assenze di Bocchi e Giordani, a cui si aggiungerà quella dello squalificato Partelli.

Nella trasferta a domicilio della Castelnovese/Meletolese (0), dopo l’esonero di Vullo ad inizio settimana, alla guida del Borgo San Donnino (0) ci sarà l’ex Vis Pesaro Cecchini, che potrà affidarsi anche all’ultimo arrivato Camara (reduce dalla breve parentesi di Colorno). L’attaccante senegalese, però, non dovrebbe far parte della gara, almeno dal primo minuto. News di formazione per i borghigiani: sicuri assenti il centrocampista Billone, che dovrà scontare due turni di squalifica, e il compagno di reparto Ciccotto, ancora out per infortunio;il reparto difensivo perde un pezzo (Marchignoli), ma ritrova una pedina importante come Delazzari. Infine, la punta Dattaro, sulla via del recupero, dovrebbe essere portato in panchina: il suo impiego verrà valutato all’ultimo istante. Entrambe le squadre sono alla ricerca delle prime gioie stagionali, dopo un avvio negativo che in pochi si sarebbero aspettati e augurati.

Lunga la serie di derby tra parmensi: anche in questo weekend saranno ben cinque la sfide tra compagini della nostra provincia.

Vita dura per Il Cervo (0) che al “Mainardi” ospiterà la corazzata Piccardo Traversetolo (3); i collecchiesi dovranno provare a schiodarsi dallo zero che li tiene ancorati all’ultimo posto, seppur in buona compagnia, ma dalla loro non hanno avuto un calendario facile. Senza Lazzari e Peri (partiti rispettivamente per Fornovo e Marzolara) e senza il difensore Ferrari, che deve scontare l’ultimo turno di una lunga e vecchia squalifica, l’asticella per i neroverdi di Brianti rimarrà, dunque, molto alta, visto che dinnanzi si troveranno quella che da tutti gli addetti ai lavori viene considerata come la squadra da battere, insieme all’Agazzanese. Il tecnico del team di Collecchio potrà, però, contare sulla punta (classel ’88) Wilfried “Didi” Nacanibou, preso dalla Pro Asti Sandamienese, club della Prima Categoria piemontese. La Piccardo, dal canto suo, ha parzialmente riscattato il passo falso della scorsa settimana (quando al “Tesauri” era stata battuta per due reti a zero dal Fontana Audax) piegando in settimana la Langhiranese nell’ultimo match di Coppa, che ha dato la qualificazione ai gialloneri. Ora la truppa di Bazzarini – che dovrebbe presentarsi con Chiurato e l’ex di turno Martini in attacco – non può sbagliare un importante esame di maturità.

Al “Lele Riva” di Monticelli andrà in scena un attesissimo e spumeggiante derby tra quelle che sono state sicuramente le sorprese delle prime due gare di campionato. Al Terme Monticelli (6), al terzo match casalingo consecutivo, l’aria di derby per ora ha portato bene, visto che i precedenti scontri “provinciali” con Carignano e San Donnino hanno fruttato sei punti; mister Gussoni, che avrà l’intera rosa a disposizione, sarà posto di fronte a delle scelte non facili: alcuni dubbi in difesa, a centrocampo il ballottaggio è tra il rientrante Gennari e Iaquinta, mentre davanti Volponi e Cantelli si giocano una maglia da titolare. Molti degli interrogativi riguarderanno, però, i giovani da schierare nell’undici di partenza. Dall’altra parte ci sarà una Langhiranese (6) – che ha vinto le prime due gare con Castelmeletolese e Viarolese – intenzionata a non fermarsi dopo un avvio sprint, frenato solo parzialmente dall’uscita anticipata dalla Coppa Italia per mano della Piccardo (nel girone F, che comprendeva anche il Marzolara). Anche Enore Paoletti avrà problemi di abbondanza: l’intenzione sembra quella di dar fiducia all’undici della precedente domenica. Unico assente Barone (infortunato); Truffelli, non ancora pronto, dovrebbe cominciare dalla panchina. Ma la giornata di domani sarà memorabile soprattutto per il ritorno della coppia d’attacco della Benemerita Anceschi-Roncarati allo stadio di Monticelli, dove nella stagione 2013/2014 assieme avevano realizzato la bellezza di 31 reti. Roncarati, però, aveva indossato, per la prima parte della precedente stagione, di nuovo la maglia dei biancocelesti: per lui il ricordo da ex sarà ancora più recente.

A Basilicanova, il neopromosso Basilica 2000 (1) darà filo da torcere al più quotato Pallavicino (6), galvanizzato a sua volta dalla vittoria in goleada di una settimana fa sui cugini del Fidenza. I padroni di casa, usciti con le ossa rotte dall’ultimo scontro con il Carignano, vorranno provare a ottenere una vittoria clamorosa: sarebbe la prima gioia stagionale, visto che anche nel girone di Coppa non sono arrivati punti. I rossoblù di mister Ferrari – che nelle ultime ore di calciomercato hanno acquistato dal Lentigione il ventenne centrocampista Antonio Petito, che però non sarà della partita – proveranno, come sempre, a passare prima dal buon gioco e dall’organizzazione, ma dovranno sapersi difendere bene dall’attacco spumeggiante dei bussetani (che hanno già realizzato 6 gol in centoventi minuti giocati). A proposito di attaccanti, mister Piscina ritrova la punta Lucev (e insieme a lui anche Mancini), mentre non ci sarà Cremona, ancora ai box.

Andrà a caccia dei primi storici punti in Promozione la Viarolese (0), ancora al palo: la formazione allenata dal tecnico Fabbi – che ha abbandonato il 3-5-2 – proverà a sbloccarsi dopo le sconfitte contro Pallavicino e Langhiranese (quest’ultima particolarmente sfortunata), sfruttando anche il fattore campo. Avversario di turno l’ostico Carignano (3), che ha dimostrato di aver metabolizzato il ko dell’esordio imponendosi nell’ultima partita di campionato contro il Basilica 2000 e anche in Coppa, dove mercoledì ha piegato per 2-0 Il Cervo, qualificandosi al turno successivo. La banda di mister Marcotti – il quale dovrebbe lasciare in tribuna per la seconda settimana consecutiva il centravanti Fiordelmondo – ora vuole trovare il secondo successo consecutivo che farebbe guadagnare a Orlandi e compagni l’inserimento nel gruppone di testa.

Infine, chiude il nostro recap l’atipico derby tra San Secondo Parmense (1) e Marzolara (4): la squadra della bassa, al gran completo, ma senza la guida tecnica Giandebiaggi – che sarà squalificato fino al 5 ottobre -, ospiterà tra le mura amiche del “Delgrosso” l’agguerrita matricola allenata da mister Savi, che ha saputo stupire nelle prime due uscite ufficiali. La formazione della Val Baganza dovrà rinunciare all’ex Colorno Ali Izir, squalificato, e al lungodegente Ghirardi. Probabile conferma per l’unico che settimana scorsa ha battuto il Noceto, anche se il rientrante De Rinaldis, scontata la squalifica, potrebbe ritagliarsi uno spazio.

Fischio d’inizio su tutti i campi alle ore 15.30. Lorenzo Fava

(Nella foto, tratta dal sito www.fidenzacalcio.it, la rosa 2016/2017 del Fidenza)

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Dilettanti

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -
Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -

Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi