Entra in contatto:

Ciclismo

Ciclismo: Aurora 2000 Filippelli protagonista in pista

Ciclismo: Aurora 2000 Filippelli protagonista in pista

Matteo Sergio unico parmigiano alla gara inaugurale del Velodromo di Montichiari; Davide Seletti a Cento vince con Parma il Palio delle Province.

Nella settimana più triste, quella dell’improvvisa scomparsa dell’amico cicloamatore Claudio Bacchi, i giovani dell’Aurora 2000 Giacomazzi Filippelli Progetto Giovani hanno a loro modo scritto due pagine importanti nella storia della società. Matteo Sergio e Davide Seletti infatti, hanno avuto il merito e la fortuna di partecipare a due eventi che si faranno ricordare.

Sergio, Allievo del secondo anno, ha preso parte giovedì alla 5^ Tappa del Giro d’Italia delle piste (ovviamente nelle gare riservate alle categorie giovanili), che si è svolta nel nuovissimo Velodromo coperto (l’unico in Italia) di Montichiari (Brescia). Si trattava della prima manifestazione ufficiale organizzata nel nuovo impianto. Per Sergio, unico atleta a rappresentare la nostra provincia, non sono arrivati piazzamenti nello scratch e nella corsa a punti, ma ciò che resta è l’emozione e l’orgoglio di aver fatto parte di una giornata che, a modo suo, resterà nella storia.

Stesso discorso anche per Davide Seletti, convocato dal Comitato Provinciale per il Palio delle Province al velodromo di Cento (Ferrara), e che ha visto il Comitato di Parma aggiudicarsi il Palio, nuova iniziativa del Comitato Regionale presieduto da Davide Balboni, pur senza vittorie dei tre Allievi convocati (a brillare sono stati gli Esordienti, ma tutti premiati in quanto dello stesso Comitato).

“Il Velodromo di Montichiari è uno spettacolo –ha detto Sergio entusiasta-, era ora che anche l’Italia avesse una struttura del genere. Correre qui è stato bellissimo, sono contento di esserci stato. Nello scratch ho tentato la fuga con un atleta della Monteclarense, ma ci hanno ripresi. Nella corsa a punti invece ho viaggiato sempre nel gruppo principale, ma non sono riuscito ad esprimere nulla di rilevante. Del resto qui la concorrenza è notevole, peccato solo che non ci sia stata una gara di velocità, perché in quella potevo salire sul podio”.

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Ciclismo

© RIPRODUZIONE RISERVATA