© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Ciclismo

Bardiani Csf: la stagione 2019 si chiude con due piazzamenti

Bardiani Csf: la stagione 2019 si chiude con due piazzamenti

Si è conclusa ieri con un’ottima prestazione nella “Coppa del Mobilio” di Ponsacco (Pisa) la stagione 2019 del Team Beltrami TSA – Hopplà – Petroli Firenze. La gara, che ha proposto la consueta formula con prova in linea la mattina e cronometro individuale il pomeriggio alla quale accedevano i primi 15, ha visto il parmense Thomas Pesenti (che proprio oggi compie 20 anni) e lo slovacco Matus Stocek piazzarsi rispettivamente quarto e quinto nella gara in linea, con Stocek che ha poi chiuso in sesta piazza la prova contro il tempo.
Nella competizione del mattino Stocek e Pesenti, così come peraltro tutto il Team Beltrami, sono stati protagonisti di diverse azioni che hanno animato la gara (di 125 chilometri totali), entrando anche nella fuga che è stata ripresa praticamente durante la volata, con i due portacolori della formazione tosco-emiliano in grado comunque di piazzarsi tra i primi cinque (successo di Friscia della Gragnano). La vittoria della classifica combinata è andata a Molini della Mastromarco, vincitore anche della cronometro.

“Per noi si è chiusa una stagione importante – il commento del team manager Stefano Chiari -, la prima come squadra Continental dopo tre annate fra i Dilettanti. Il nostro obiettivo era quello che inserire gradualmente ragazzi di talento nel mondo del professionismo, perché crediamo che questa sia la maniera migliore per formare e far crescere un’atleta. Abbiamo comunque preso parte anche a diverse manifestazioni per Dilettanti (il totale è stato di 113 giorni gara, ndr), senza tuttavia mai perdere di vista la linea del nostro progetto: i frutti sono arrivati e sono convinto che, in futuro, continueranno ad arrivare. Stiamo già da tempo lavorando al 2020, con tante novità e grande entusiasmo: continueremo a crescere e sposteremo sempre di più la nostra attività su competizioni professionistiche di qualità. L’esperienza di diverse realtà estere insegna come questa sia la strada giusta per consentire a chi ha qualità di farle emergere”.

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Ciclismo