Entra in contatto:

Ciclismo

Ciclismo: per Traversi la prima da dilettante e per Milanesi il titolo regionale

Ciclismo: per Traversi la prima da dilettante e per Milanesi il titolo regionale

Lo scorso weekend il ciclismo parmense ha messo nuove vittorie nel suo carniere.

Domenica 13 giugno, a Legnano il nocetano Nakya Traversi del Team Palazzago ha vinto in volata la 14a Coppa Olivetti, gara di 149 km chiusa ad oltre i 45 km/h di media, conquistando così la sua prima vittoria da dilettante. Traversi, al primo anno da under 23, che farà 19 anni a settembre e proveniente dal Biking Noceto, ha battuto un altro parmense, Marino Pavan della Fenice-Zema-Utensilnord, 2° all’arrivo e che ha completato di fatto una giornata favolosa per i nostri colori. Lo stesso Pavan aveva rotto il ghiaccio (sia per la provincia di Parma nel 2010 che per se stesso in assoluto) lo scorso 15 maggio quando vinse allo sprint sotto una pioggia battente il 41° Gp San Bernardino a Rodigo (MN).

Nella categoria juniores anche la maglia gialla di Campione Regionale su strada finisce a Parma. Dopo quella a crono di Maraffi ottenuta sabato 5 giugno, domenica 13 a Modena Matteo Milanesi del Team Airone ha vinto il 24° Gp A.M., gara di 123 km valida come Campionato Regionale su strada. Milanesi ha conquistato la maglia, però, senza non pochi patemi agonistici. Se la gara è stata caratterizzata da una fuga di 12 uomini, diventati poi 4 negli ultimi 30 km, l’epilogo è stato oggetto addirittura della moviola. Sul rettilineo finale, infatti, si presentano i 4 fuggitivi (con 1’40” sul resto del gruppo) dove, in volata, la spunta Matteo Malaguti della Nial Nizzoli proprio su Milanesi, sbandando però vistosamente ed ostacolando la rimonta dell’atleta del Team Airone. Proteste vibranti, minuti febbrili e la giuria che si ritira per visionare meglio il fotofinish; alla fine il verdetto che assegna vittoria e titolo a Milanesi e declassa al 4° posto Malaguti. Vittoria dal sapore ancor più dolce, quella di Matteo, se si pensa che lo scorso inverno è stato ad un passo dall’abbandonare il ciclismo, probabilmente per mancanza di stimoli o forse perché è davvero dura correre, fare sacrifici quando si hanno 17 anni e vedi i tuoi coetanei divertirsi senza uno scopo. Ma Matteo ha saputo resistere alla tentazione di smettere e tener duro (tanto da buon ciclista c’era abituato) anche grazie al prezioso apporto di una persona che le è stata vicino in questi difficili momenti, a cui ora giustamente le dedica la vittoria, pur tenendo segreto il suo nome. Per il Team Airone è il 3° sigillo stagionale in poco meno di un mese dopo quelli di Maggi a Fiorenzuola il 16 maggio nel 5° Trofeo Macro e di Rocca a Forlì il 30 maggio nel 35° Trofeo Mauro Valli.

Tra gli allievi, domenica 13 giugno, si segnalano il 2° posto di Marco Gardini ed il 6° di Davide Seletti, entrambi del Torrile, piazzamenti ottenuti nel 23° Trofeo Rivasi a Villa Cella (RE), prova valida per il Piccolo Tour Reggiano. Con questo risultato Gardini balza in testa alla classifica generale del giro a tappe.

Negli esordienti primo anno, sempre domenica, a Castiglione dei Pepoli (BO) Simone Canvelli della Polisportiva Torrile ha conquistato la sua prima vittoria stagionale. Nella stessa gara, ma nei secondo anno, 10° posto per Mariani, sempre del Torrile. Piazzamento anche per David Terrizzi, esordiente primo anno del Biking Noceto, che ha concluso al 9° posto la gara di Seregno (MB).

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Ciclismo