Entra in contatto:

Ciclismo

GIRO #18: doppietta di Bouwman, applausi per Tonelli (3°)

GIRO #18: doppietta di Bouwman, applausi per Tonelli (3°)

Seconda vittoria al Giro d’Italia 2022 per l’olandese Bouwman (maglia Azzurra) che vince il duello a due con Schmid sul traguardo del santuario di Castelmonte, 19esima e terz’ultima tappa del Giro d’Italia, con partenza da Marano Lagunare (Udine), lunga 177 chilometri.

Calma piatta tra i big di classifica i quali hanno riservato le ultime energie per la tappa verità di domani, la Belluno-Marmolada (168 km), 4490 metri di dislivello. E’ qui che si decide il Giro 2022.

BARDIANI CSF FAIZANE’ PROTAGONISTA

Al Giro d’Italia vince ancora la fuga, e ancora una volta la Bardiani CSF Faizanè risponde presente. Terzo posto di tappa per Alessandro Tonelli, il suo migliore piazzamento al Giro d’Italia in carriera, e miglior risultato stagionale per lui dopo il quarto posto allo UAE Tour, colto proprio da una fuga.

Lo specialista delle fughe della Bardiani CSF Faizanè, protagonista all’attacco anche all’ultima Milano-Sanremo, riesce oggi a entrare nell’attacco giusto, dopo tanta sfortuna nei giorni precedenti nei quali era stato sempre molto attivo.
Sono dodici gli uomini all’attacco inizialmente, ma il temuto Kolovrat riduce notevolmente gli attaccanti. Un’ottima gestione sul Kolovrat gli permette di rimanere con i migliori allo scollamento e giocarsi le sue carte sul finale di tappa., dove a giocarsi il successo rimangono cinque corridori. Terzo posto di tappa al Giro d’Italia che lascia in lui tanta soddisfazione.

Queste le parole di Alessandro Tonelli sul traguardo: “Fare terzo di tappa dal Giro d’Italia è un’emozione bellissima. Finalmente sono riuscito a entrare nella fuga giusta. Moltissime volte negli scorsi giorni sono entrato ho fatto svariati km vento in faccia, entrando anche in per poi essere richiuso dal gruppo. Oggi siamo partiti veramente forte, oltre 60km/h di media nella prima ora e abbiamo preso il largo. Ho cercato di gestirmi bene per giocarmi le mie chance nel finale. Ero consapevole di essere battuto allo sprint quindi ho provato ad anticipare ma mi hanno chiuso.
L’ultima curva poi non ce l’aspettavamo così ad angolo retto e in due sono andati un pò lunghi. Questo piazzamento di grande spessore, dopo gli ottimi risultati dei miei compagni è la dimostrazione che la tattica del team di puntare sulle fughe importanti ha funzionato alla perfezione. Dove si arrivava al traguardo non siamo mai mancati. Le energie dopo questa giornata sono poche, ma la testa sa che domani è l’ultima tappa in linea quindi se ci sarà occasione, perché non riprovarci
”.

Un podio, quello di Alessandro Tonelli, che si unisce al 2° posto di Davide Gabburo a Napoli, al 4° posto sempre di Gabburo a Treviso, al 6° posto di Luca Covili a Cogne e al nono di Sacha Modolo a Reggio Emilia. Tante le presenze in fughe di rilievo, come anche nelle tappe di Genova e Torino, che confermano la bontà della strategia messa in atto da Roberto Reverberi e dal team.

CLASSIFICA GENERALE
1) Richard Carapaz (IGD) in 81h18’12”
2) Jai Hindley (BOH) +3”
3) Mikel Landa Meana (TBV) +1’05”
4) Vincenzo Nibali (AST) +5’53”
5) Pello Bilbao Lopez De Armentia (TBV) +6’22”
6) Jan Hirt (IWG) +7’15”
7) Emanuel Buchmann (BOH) +8’21”
8) Domenico Pozzovivo (IWG) +12’55”
9) Juan Pedro Lopez Perez (TFS) +15’29”
10) Hugh John Carthy (EFE) +17’10”

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Ciclismo