© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Ciclismo

#GIROBARALDI, 4a tappa: “Oggi ha prevalso l’aspetto tattico, grande impresa di Polanc”

#GIROBARALDI, 4a tappa: “Oggi ha prevalso l’aspetto tattico, grande impresa di Polanc”

Una grande impresa quella di Jan Polanc, lo sloveno della UAE Emirates che si è aggiudicato la 4a tappa del Giro d’Italia, da Cefalù all’Etna (181 km). Lo sloveno ha trionfato (in solitaria) dopo una fuga di ben 179 chilometri, partita con altri tre corridori e finita in solitaria. Al secondo Ilnur Zakarin (Team Katusha Alpecin), al terzo posto Geraint Thomas (Team Sky). A 3 km dal traguardo da segnalare l’attacco di Nibali, svanito dopo pochi metri. Ci si aspettava l’exploit di uno o più big della corsa, ma alla fine ha prevalso l’attendismo. Il lussemburghese Bob Jungels è la nuova maglia rosa. Il primo classificato della Trek Segafredo è Mollema Bauke arrivato nono.

 

(di Luca Baraldi) – C’erano grandi aspettative su questa tappa, sulla meravigliosa cima dell’Etna. Alla fine ha prevalso l’aspetto tattico. I big si sono controllati, l’unico è stato Nibali che ha cercato di dare una svegliata al gruppo, a 3 km dall’arrivo. I grandi hanno capacità di controllarsi e questo significa che stanno bene. Evidentemente i fuochi incrociati partiranno nelle prossime tappe di montagna, a partire da domenica prossima. E’ stato bello perché ha vinto chi è andato in fuga sin dall’inizio, Polanc, dopo tanto sacrificio. Cosa che non succede quasi mai nel ciclismo. Nessuno alla vigilia avrebbe scommesso su di lui. E’ un ragazzo molto forte, non era facile, nella seconda parte della tappa sempre vento contrario. A Cefalù ho visto un po’ meno gente rispetto alla Sardegna, ma sull’Etna c’erano tantissime persone, molti tifosi di Nibali, d’altronde giocava in casa. Domani tappa particolare, forse adatta ai velocisti, che potrebbe prestarsi ad una fuga; tappa nervosa nel finale, ci sono strade tortuose e pericolose. Bisogna stare attenti a non cadere. Sono soddisfatto anche della prova dei nostri (Trek Segafredo), siamo andati all’attaco subito con Alafacci, ha origini siciliane, per lui è stato una grande festa. Nel complesso la squadra ha lavorato bene a protezione di Mollema.

 
ORDINE DI ARRIVO
1 POLANC Jan (UAE TEAM EMIRATES) 4h 55’ 58”
2 ZAKARIN Ilnur (TEAM KATUSHA ALPECIN) 4h 56’ 17”
3 THOMAS Geraint (TEAM SKY) 4h 56’ 27” 0’ 04” 0’ 29”
4 PINOT Thibaut (FDJ) 4h 56’ 27”
5 CATALDO Dario (ASTANA PRO TEAM) 4h 56’ 27”

CLASSIFICA GENERALE
1 Bob Jungels (Quick-Step Floors)
2 Geraint Thomas (Team Sky) a 6″
3 Adam Yates (Orica – Scott) a 10″

MAGLIE
Rosa: Bob Jungels (Quick-Step Floors)
Ciclamino: André Greipel (Lotto Soudal)
Azzurra: Jan Polanc (UAE Team Emirates)
Bianca: Bob Jungels (Quick-Step Floors)

 

LA QUINTA TAPPA

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Ciclismo