Connect with us

Ciclismo

L’appello della FCI: «Non utilizzare la bicicletta»

L’appello della FCI: «Non utilizzare la bicicletta»

Dopo i dubbi e le incertezze dei giorni scorsi, nelle ultime ore è arrivata la presa di posizione della Fci (Federazione Ciclistica Italiana): “Non utilizzare la bicicletta, restare a casa”. Un atto di responsabilità verso tutti.
“Consapevole della necessità di limitare, in questo momento, il più possibile i contatti delle persone, cause primaria di diffusione diffondersi dell’epidemia COVID-19 – si legge nella nota della Fci -, in risposta a numerose richieste su come comportarsi riguardo gli allenamenti, la Federazione Ciclistica Italiana fa proprio l’invito rivolto dalle Istituzioni di ridurre gli spostamenti a quelli strettamente necessari e pertanto invita tutti i propri tesserati a stare a casa ed evitare, in questo periodo, gli allenamenti all’aperto. L’attività di allenamento, sino al 3 aprile, è permessa a chi ha lo status di professionista, perché fa parte del proprio lavoro, e agli atleti di interesse olimpico. In tutti gli altri casi la Federazione invita a sospendere in questo periodo di allenamenti all’aperto.
Chi può si alleni a casa con i rulli, in attesa di nuove disposizione e in attesa che la situazione si normalizzi”.

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Ciclismo

© RIPRODUZIONE RISERVATA