Entra in contatto:

Ciclismo

Tre volti nuovi per il progetto giovani della Bardiani Csf

Tre volti nuovi per il progetto giovani della Bardiani Csf

Il progetto giovani della Bardiani CSF Faizanè avviato nella stagione 2022, cresce e si rinforza in vista del 2023. In arrivo infatti 3 volti nuovi, tutti italiani e classe 2004.

Dopo ottime esperienze da Juniores per loro arriva il contratto professionistico. Esattamente come era avvenuto nella scorsa stagione per lo spagnolo Iker Bonillo e per gli italiani Pellizzari e Pinarello, il loro programma gare vedrà un impegno esclusivamente nel progetto giovani del team, con partecipazione a gare internazionali riservati agli Under23. Questo permetterà ai tre giovani atleti una crescita graduale, ma con tutele da corridori professionisti e una perfetta integrazione in squadra che gli permetterà di allenarsi e imparare sin da subito dai propri compagni più esperti.

Le parole del team manager, Roberto Reverberi, ribadiscono l’obiettivo del progetto giovani:

“Il nostro obiettivo resta quello di permettere una crescita graduale e slegata dai risultati immediati, in un ambiente professionale, ai migliori giovani italiani. I team World Tour e i loro Development team attingono sempre più ai giovani Juniores italiani, anticiparli è fondamentale per costruire in futuro una squadra competitiva. Come già dimostrato nel 2022, nel loro primo anno i ragazzi del progetto giovani svolgono un calendario esclusivamente di gare Under23, arrivando poi gradualmente negli anni successivi a confrontarsi con i professionisti. Al contempo hanno la possibilità di lavorare in un contesto di squadra Professional, allenandosi nei training camp con compagni più esperti dai quali “rubare” i primi segreti del mestiere. Quanto fatto nel 2022 ha tracciato la strada, con giovanissimi come Pinarello, Pellizzari e Bonillo impegnati in un calendario esclusivamente di gare Under23 internazionali e giovani come Marcellusi, Tolio e Martinelli, già più maturi e vincenti tra gli Under, che hanno svolto un calendario a cavallo con gare Under23 e qualche confronto con i professionisti per arrivare pronti e competitivi alle stagioni successive.”

 

I TRE VOLTI NUOVI – Tre atleti italiani, giovani e promettenti vanno a rinfoltire le fila della Bardiani CSF Faizanè. Si tratta di Luca Paletti, scalatore, recentemente 5° ai campionati italiani Juniores e 5° in classifica generale al Trofeo Saarland, prova di Nations Cup corsa con la maglia azzurra. Per lui nel 2021 anche il 2° posto nella classifica di miglior giovane nel prestigioso Giro della Lunigiana.

Con lui passerà professionista Lorenzo Conforti, 3° di tappa all’Ain Bugey Valromey Tour lo scorso luglio e una passione per il ciclismo ereditata dalla famiglia, tanto dal padre, come dai suoi fratelli maggiori. Un profilo da corridore completo e moderno abile in salita e a cronometro, ma con un buon spunto veloce.

Il terzo volto nuovo sarà Matteo Scalco, 4° all’italiano su strada di categoria e 6° nella prova a cronometro in questo 2022, anch’egli scalatore proveniente come Alessandro Pinarello dal team Borgo Molino.

Queste le prime parole dei 3 nuovi arrivi al momento della firma:

Luca Paletti: “Ho iniziato da G6, ma sopratutto da Esordiente quando ho iniziato a correre con più costanza, ma il vero salto l’ho realizzato da Juniores. Come atleta mi definisco uno scalatore, mi piacciono le salite e le corse a tappe. Come stile di corsa mi piacciono molto gli scalatori moderni come Pogacar, ma la strada da percorrere è ancora lunghissima.
Ho scelto il progetto della Bardiani CSF Faizanè perché so che qui potrò confrontarmi con i prof in allenamento, ma allo stesso tempo crescere con i giusti tempi in gare dedicate agli Under. Ringrazio i Reverberi per la fiducia, mio papà che mi ha sempre sostenuto e portato alle gare in questi anni, A&J per il sostegno, e Michele Bartoli il mio preparatore che mi ha aiutato molto nella mia crescita.”

Lorenzo Conforti: “Devo ancora scoprire tutte le mie caratteristiche e sono sicuro che questo sia il progetto giusto per farlo. Pinarello e Pellizzari parlano benissimo dell’ambiente e delle possibilità di crescere con i giusti tempi.In squadra conosco Fiorelli, che ha corso con mio fratello e Nieri, e so che si trovano bene, così come mi ha sempre parlato bene del progetto Giovanni Visconti che abita poco distante da me. 
Faremo un calendario adeguato con gare internazionali Under23 e senza pressione del risultato o senza doverci confrontare in gara con i professionisti come a volte accade nelle continental. In più avremo ritiri importanti nei quali confrontarci con atleti del team più grandi dai quali imparare il mestiere. Ringrazio la Work Service che mi ha fatto crescere molto quest’anno e la mia famiglia che da sempre mi sostiene, oltre ovviamente alla famiglia Reverberi per la fiducia riposta in me.”

Matteo Scalco: “Oltre a provenire dal suo stesso team Juniores sono amico di Alessandro Pinarello, ci conosciamo bene e mi ha sempre parlato benissimo di questo nuovo progetto del team Bardiani. Sono davvero grato ai Reverberi per l’opportunità concessami, come lo sono al team Borgo Molino che mi ha permesso di crescere molto in questi due anni e ai miei procuratori in A&J che hanno reso possibile questo passaggio. Io mi ritengo uno scalatore, mi piacciono le gare più impegnative e le corse a tappe, ma sono qui per crescere e scoprire fino in fondo che corridore potrò diventare.

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Ciclismo