Connect with us
 

Football Americano

I Panthers non vogliono fermarsi, sabato arrivano i Lions

I Panthers non vogliono fermarsi, sabato arrivano i Lions

Dopo la sconfitta, a sorpresa, dei Seamen in casa, classifica quanto mai interessante e posizioni di vertice che nel weekend potrebbero cambiare. A Firenze il big match del weekend.

La classifica, per ora, parla chiaro: a guidare i giochi, dopo 2 anni di assoluta imbattibilità in Italia, non ci sono più i Seamen, ma Giants e Guelfi Firenze. Alle loro spalle, con una sconfitta all’attivo, proprio i Campioni d’Italia in carica e i Ducks, e poi Panthers Parma, ripartiti alla grande proprio sabato scorso al Vigorelli, Lions (con una vittoria e 3 sconfitte) e il terzetto Dolphins, Giaguari e Warriors, fermi sullo 0-3. Le partite che ci aspettano questo weekend, dunque, muoveranno certamente la classifica, a cominciare dal ‘big match’ tra Guelfi e Seamen, che gli appassionati attendono da diverse settimane, con la curiosità di vedere all’opera coach Briles contro la corazzata milanese. A volte gli “schiaffi” servono, e certamente il team blue-navy avrà fatto tesoro di quanto successo settimana scorsa: siamo certi che al Guelfi Sport Centre sabato pomeriggio arriveranno ben decisi a riconfermare la propria superiorità, consci tuttavia che i gigliati di quest’anno sono una squadra decisamente diversa e molto più performante di quella vista nelle ultime stagioni.

I Panthers Parma, ubriachi di felicità dopo la vittoria al Vigorelli, affrontano in casa i Lions Bergamo, reduci dalla massacrante trasferta con sconfitta di Roma. Altro ‘derby felino’, dunque, e risultato per nulla scontato: vedremo in campo i Panthers della scorsa settimana o quelli di metà marzo? E i Lions sapranno rimettere in campo una formazione competitiva come quella ammirata contro Giants e Giaguari? E poi, avremo la bella possibilità di veder giocare contemporaneamente in Prima Divsione due giovani e talentuosi QB di scuola tutta italiana?

Il match tra Warriors e Dolphins è decisivo per le posizioni di coda della classifica: entrambe le squadre vengono da 3 sconfitte consecutive ma con un gioco in crescita e ottimi atleti capaci di fare la differenza in qualunque momento. I bolognesi hanno finalmente recuperato James Flanders e dovranno dimostrare di aver fatto tesoro dei propri errori e, soprattutto, di riuscire a mantenere la giusta concentrazione per tutti e quattro i tempi di gioco. I Dolphins arrivano da due turni di riposo, fondamentali per recuperare gli acciacchi e serrare i ranghi, in vista di una delle partite chiave di questa stagione. Da tenere d’occhio la coppia Nelson Hughes-Mejdi Soltana, che anche contro i Seamen aveva fatto vedere cose egregie e che potrebbe causare più di un dispiacere alla secondaria bolognese.

Unico incontro in programma domenica, quello tra Giaguari e Ducks. I torinesi, dopo la retrocessione dello scorso anno, hanno molto ringiovanito il team, con tanti atleti provenienti dal loro ricco e talentuoso vivaio e stanno crescendo di condizione: magari non sufficiente per impensierire le squadre di testa, ma tutte le altre sì. I Ducks lo sanno e arriveranno a Torino concentrati, come coach Giuliano insiste a chiedere. E sarà importante farlo, perché è proprio nelle disattenzioni e nelle tante yard perse causa penalità che sono da ricercare i punti deboli (pochi, a dire il vero) riscontrati in questo team fino a qui. Resta da capire se a Torino arriverà la squadra al completo (le trasferte così lunghe creano non poche difficoltà ai team) e se i Giaguari recupereranno Mark Wright al 100%, il QB americano che contro i Guelfi ha subito un risentimento muscolare e che ha dimostrato di saper usare molto bene anche le gambe oltre che il braccio.

 

(Foto di Dario Fumagalli)

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Football Americano