Connect with us

Football Americano

IFL 2015: Lions – Panthers 0-38, gli highlights

IFL 2015: Lions – Panthers 0-38, gli highlights

Ottima prova dei Panthers che al Comunale di Azzano San Paolo Bergamo superano i Lions per 38-0 e salgono al comando solitario del girone Nord, grazie alla sconfitta patita sabato dai Seamen nel derby contro i Rhinos.

Prestazione di carattere per gli uomini di coach Papoccia, che non veste la divisa ma rimane sulla sideline a dirigere la squadra. In campo la difesa, superato l’impatto iniziale in cui concede qualche yards di troppo a Mohler e compagni, ritrova la sua abituale efficacia, mentre in attacco Monardi ritrova efficacia nel passing game e può contare sull’americano Joe Martinek come alternativa a Malpeli Avalli, evitando così di dare punti di riferimento alla difesa Lions. Dal canto suo l’americano, alla seconda partita in maglia Panthers, mostra tutto il suo valore sfruttando al meglio i blocchi della linea d’attacco risultando spesso determinante.
Dopo il minuto di silenzio in memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale, il primo possesso è dei Lions; Jose Mohler si affida alle portate di Matteo Furghieri che mette in difficoltà la difesa neroargento. Quando i Lions arrivano a tiro di touch down arriva però il turnover grazie ad un intercetto della difesa neroargento.
Monardi affida subito l’ovale a Martinek che rompe subito gli equilibri con due corse irresistibili e poi piazza quella decisiva per il primo td del match. Diaferia centra i pali per il 7-0.
Neanche il tempo di rientrare in campo che Mohler perde subito il possesso per un fumble ricoperto da Bernardoni. Monardi al secondo down, dopo aver rischiato di perdere subito il possesso per un fumble provocato da un sack ricoperto dai compagni, trova la ricezione di Maccaferri che lo porta a meno di dieci yards dal td, e poi una efficace portata di Malpeli Avalli fino alle tre yards. Da qui è Martinek a partire dalla posizione di qb che trova il varco giusto per segnare il secondo td personale che trasformato da Diaferia vale il 14-0 che chiude il primo quarto.
A cavallo delle due frazioni sono le difese a farla da padrone con continui turnover; Monardi subisce anche un sack ma a metà tempo il Qb azzurro ritrova l’efficacia delle corse dei suoi runningback e arriva in red zone. Da li è proprio lo stesso Monardi a varcare con la palla la linea di td prima di essere respinto dalla difesa. Ma il td è valido e Diaferia non sbaglia per il 21-0.
Prima del riposo i Lions provano a riaprire il match; Mohler guadagna campo con le corse di Furghieri e correndo anche in prima persona quando non trova soluzioni offensive, ma subisce un sack e non riesce a completare i diversi tentativi di trovare i suoi ricevitori in profondità. Allo scadere del primo tempo arriva anche un nuovo sack che permette ai Panthers di andare al riposo con un confortante 21-0.
Il primo possesso del terzo quarto è dei Panthers, ma la difesa Lions costringe l’attacco neroargento al punt. Stessa sorte per Mohler e compagni che non chiudono nemmeno un down. Di nuovo in campo la linea offensiva neroargento che costruisce un varco perfetto per Martinek che non si fa pregare infilando la difesa di casa con una progressione irresistibile sul lato destro che vale quasi il td. Dalla linea delle 4 yards è lo stesso americano a mettere il terzo sigillo personale sulla partita. Diaferia trasforma per il 28-0.
I Lions proprio non riescono a trovare la via del td, un nuovo fumble provoca il turnover che riporta in campo l’attacco Panthers che macina yards con le ricezioni di Barbuti e le corse di Martinek, ma stavolta i neroargento sono costretti ad accontentarsi di un field goal che Diaferia segna dalle 27 yards per il 31-0 che chiude la terza frazione.
Nell’ultimo periodo c’è ancora tempo per vedere un td dei Panthers, costruito con le corse di Martinek e le ricezioni di Barbuti, e firmato da Maccaferri con una bella ricezione centrale direttamente in end zone. Il piede oggi infallibile di Diaferia segna il punto addizionale che vale il 38-0 finale.
I Lions provano in tutti i modi a cancellare lo 0 dal tabellone, anche con il giovane qb Nicolo Aldenghi, che si affida a Furghieri per risalire il campo, ma deve fare i conti con Bernardoni e compagni: subendo un sack e provocando un fumble sullo snap ricoperto dai Panthers che chiude il match.
Una vittoria che vale il primato per i Panthers, un primato da conservare per avere il vantaggio del fattore campo nei payoff: ultimo ostacolo da superare i Rhinos Milano, galvanizzati dal successo nel derby. Un avversario ostico, utile per testare la crescita che la squadra ha mostrato negli ultimi sette giorni.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Football Americano

© RIPRODUZIONE RISERVATA