Connect with us

Football Americano

IFL 2015: Panthers – Lions 10-7, highlights e interviste

IFL 2015: Panthers – Lions 10-7, highlights e interviste

Serviva una vittoria per riprendere il cammino verso i playoff, interrotto domenica scorsa a Bolzano, e i Panthers Parma sono riusciti nell’intento, ma con tanta, troppa fatica.

Al Mainardi di Collecchio la sfida con i Lions, storici rivali dei Panthers, era l’occasione giusta per dimostrare che la sconfitta con i Giants era soltanto un passo falso: occasione sfruttata solo a metà, con un successo colto grazie ad un field goal di Diaferia all’ultimo secondo. Se la difesa ha dimostrato di aver ritrovato il solito elevato standard di rendimento, l’attacco ha faticato non poco a muovere la palla, sia con le corse che con i passaggi. Del resto il basso punteggio la dice lunga, anche se i Panthers possono recriminare per due td annullati, e in questo senso va fatto un deciso passo avanti in termini di disciplina, e due field goal falliti, che testimoniano come le Pantere abbiano comunque meritato il successo.
Nel primo quarto le difese la fanno da padrone, primo possesso per l’attacco dei Lions guidato dal qb statunitense Mohler che in 4 down è già costretto al punt; dal canto suo Monardi deve fare i conti con l’attenta difesa ospite, prontissima ad arginare le corse di Malpeli Avalli e con l’americano Griffith che guarda a vista Finadri, miglior ricevitore neroargento. Punt anche per i padroni di casa, ma i Lions non superano la metà campo con Canali e Bernardoni che sono pericoli costanti per il qb Mohler. Sul finire del primo quarto l’ennesimo punt Lions viene riportato da Papoccia fino alle 27 yards in campo ospite. Cambio campo e in quattro giochi arriva il td dei Panthers: con una ricezione di Barbuti e una di Finadri monardi arriva sulle 17 yards, da li il giovane qb azzurro innesca Malpeli Avalli che sfrutta i blocchi e segna seguendo un varco centrale. Diaferia trasforma per il 7-0.
I Lions provano a reagire, ma Bernardoni e Canali si confermano un incubo per Mohler che deve lasciare il campo in fretta, Monardi invece prova a piazzare il break decisivo, avanza con la bella ricezione di Finadri; poi piazza il colpo del ko, lancio per Papoccia che riceve sulle 20 e si invola in td. Ma un fallo dell’attacco vanifica l’azione. I Panthers non demordono: Monardi si affida a Malpeli che varca ancora una volta la linea di td, ma ancora una volta la crew ravvisa un fallo che annulla l’azione. Si riparte dalle 33 yards, Malpeli porta la palla fino alle 14, da dove Diaferia può provare la via dei pali, ma il suo field goal è basso, e si infila nella rete della porta sbagliata. Le squadre vanno all’intervallo sul 7-0.

L’inizio della ripresa è segnato dal nervosismo, con i Lions che passano per la prima volta il centrocampo grazie a due falli dei Panthers giudicati antisportivi dalla Crew che valgono un avanzamento di 30 yards. Mohler subisce ancora un sack di Bernardoni, mentre Canali è fuori per uno stiramento rimediato a fine primo tempo, ma poi grazie alla corsa di Furghieri arriva a 10 yards dal td. La difesa dei Panthers però respinge gli assalti e riconquista il possesso. Monardi prima trova Barbuti per un buon avanzamento, ma poi trova anche l’intercetto di Spreafico riporta in campo l’attacco Lions. Mahler arriva in zona calda grazie a una bella ricezione di Podavitte allo scadere del terzo quarto. Dopo il cambio campo però il qb subisce prima il sack di Francani e poi l’intercetto di Anton Shkreli sulla linea del td. Con le ricezioni di Papoccia e Barbuti Monardi risale il campo fino alle 8 yards dal td, ma non riesce a trovare il varco giusto per chiudere il match. Poco male, la distanza è a portata del piede di Diaferia il cui field goal però viene ribattuto.
I Lions provano il tutto per tutto e con le corse di Furghieri e le ricezioni di Podevitte, ed è proprio il wide receiver che riceve direttamente in end zone per il td che trasformato vale il 7-7 a pochi giri di orologio dalla fine del match. Tutto da rifare per i Panthers che hanno a disposizione l’ultimo possesso della gara per evitare l’overtime. Monardi fa di necessità virtu alternando un paio di corse personali davvero efficaci e una splendida ricezione di Papoccia, il tutto gestendo il cronometro nel migliore dei modi. A una manciata di secondi dalla fine la via del td è chiusa, così tocca ancora a Diaferia provare il field goal che vale la vittoria. Il Kicker, nonostante i due errori precedenti, non si lascia condizionare dall’emozione e mette la palla tra i pali per l’urlo liberatorio dei tifosi che affollano il Mainardi di Collecchio.

Un successo che permette ai Panthers di restare appaiati ai Seamen al secondo posto del girone con 3 vittorie e una sconfitta, alle spalle degli imbattuti Giants, in attesa della sfida del Vigorelli di Milano contro i Rhinos il 18 aprile prossimo che chiuderà il girone di andata.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Football Americano