Entra in contatto:

Football Americano

IFL 2015: Panthers – Rhinos 35-14, gli highlights

IFL 2015: Panthers – Rhinos 35-14, gli highlights

Serviva una vittoria nell’ultima di regular season al Tardini per confermarsi al primo posto del girone e giocare quarti ed eventuale semifinale in casa: missione compiuta. I Panthers superano i Rhinos Milano 35-14 con una prestazione convincente, dimostrando di essere cresciuti molto nelle ultime partite e di aver raggiunto un’ottima condizione alla vigilia dei playoff.

I milanesi, anch’essi già sicuri di disputare la post season e con una gara da recuperare, vengono da un ciclo positivo e con una vittoria potrebbero addirittura rubare il primato nel girone Nord ai neroargento. Ma i ragazzi di Papoccia già nel primo quarto mettono la gara sul binario giusto, con la solita grande difesa e con un attacco, che pur privo di Malpeli Avalli, sa far male, soprattutto grazie alle corse di Joe Martinek, a tratti devastante.

Dopo il minuto di silenzio per la morte del 19enne Enea Codeluppi degli Hogs in un incidente stradale, il primo possesso è dei Rhinos, ma la difesa di casa, orfana di Nobile ma che ritrova Canali, non concede nemmeno un down. Monardi entra in campo e guida subito la squadra al td: dopo una ricezione di Finadri il qb parmigiano si affida a Canali in veste di ricevitore, il numero 1 perde la palla ma Finadri è il più lesto a ricoprire il fumble. Poi Monardi si affida a Martinek, che è finalmente entrato appieno negli schemi di coach Papoccia e conquista campo con velocità e potenza. Il primo placcaggio è regolarmente rotto dall’americano e la difesa ospite è spesso costretta a impiegare tre uomini per arginarlo. E’ proprio il numero 99 a segnare il primo td della gara. Diaferia sigla la trasformazione per il 7-0. Dal canto suo Pryor non trova armi efficaci per superare la linea dei Panthers e senza chiudere il down è costretto a cedere la palla. Dopo il punt una ricezione di Finadri e le corse di Martinek permettono ai Panthers di risalire il campo. A varcare per la seconda volta la end zone è ancora Martinek, stavolta nelle vesti di ricevitore, che abbranca la palla e si invola fino al td senza che la difesa ospite gli si possa opporre efficacemente. Diaferia si conferma ottimo kicker e il punteggio recita già 14-0.
I Rhinos provano a reagire e riescono a chiudere i primi down, uno con una cosrsa dello stesso qb Pryor che sorprende la difesa neroargento, poi con una bella ricezione di Gavazzi. Cambio di campo e all’inizio del secondo quarto arrivano i primi punti per i milanesi, anche se Pryor subisce un sack, il primo di una lunga serie, messo a segno da Leoni. Il td arriva grazie alla ricezione di Peveraro trasformata da Della Vecchia per il 14-7 Panthers.
Ma al cambio di possesso i Panthers ristabiliscono subito le distanze con Monardi che trova Finadri sulla linea mediana, il ricevitore elude il controllo del difensore e si invola verso il td che, trasformato da Diaferia, ristabilisce le distanze sul 21-7.

I Rhinos cominciano a trovare qualche soluzione offensiva efficace, anche se Pryor subisce subito un sack da Dalla Bernardina, ma poi trova la ricezione di Gavazzi e la soluzione di corsa personale. Ma la difesa neroargento infligge un altro sack al qb americano con Canali e riconquista il possesso. Ma una ricezione di Maccaferri placcato duro provoca il fumble ricoperto dalla difesa Rhinos, costretta subito al punt ritornato molto bene da Papoccia. Il drive dei Panthers si sviluppa bene, con una bella ricezione di Barbuti, ma non riesce a sfondare e alla fine prova il field goal allo scadere. Ma lo snap difettoso impedisce a Diaferia di calciare e si va all’intervallo sul 21-7.

Il terzo quarto si apre con il ritorno efficace di Finadri che mette Monardi in ottima posizione di campo. Martinek è devastante come al solito, ma il placcaggio dei difensori Rhinos gli fa perdere la palla. Ancora una volta Finadri è il più lesto e permette ai Panthers di mantenere il possesso in una fase delicata del match. Monardi si affida a Canali, bravo a ricevere e segnare il td che sembra chiudere il match. La trasformazione di Diaferia vale infatti il 28-7. Per il resto del terzo quarto sono le difese a farla da padrone. Soltanto i Panthers hanno la possibilità di incrementare il punteggio ma il tentativo di fg di Diaferia si perde a lato. In avvio dell’ultimo periodo Pryorprima chiude un down con una corsa personale, poi affida la palla a Garetto che sfrutta i blocchi e trova il varco giusto per il td. Della Vecchia trasforma per il 28-14. Nel possesso successivo niente di fatto per i Panthers, ma anche i Rhinos non hanno maggior successo, con Bernardoni che mette a segno ben due sack ai danni di Pryor nel giro di tre down. Il qb americano tenta il tutto per tutto giocando un quarto down alla disperata ricerca di punti, ma Diaferia piazza l’intercetto che riporta in campo l’attacco. In una sola azione, manco a dirlo una corsa di joe Martinek arriva il td che chiude i giochi: l’americano innesca la sua corsa irresistibile e va a segnare per il 35-14 finale grazie alla trasformazione di Diaferia. poi non resta che amministrare il tempo e portare a conclusione il match, dando spazio, da ambo le parti, a qualche giovane riserva.

Ora i Panthers attendono di conoscere l’avversario dei quarti di finale, in programma il 14 giugno.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Football Americano