Connect with us

Motori

Autodromo Paletti: 160 piloti in pista per il primo evento dell’anno

Autodromo Paletti: 160 piloti in pista per il primo evento dell’anno

E’ stato un fine settimana adrenalinico quello conclusosi presso l’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari che ha segnato il ritorno delle competizione con il Formula X Racing Weekend. Ben 160 piloti si sono presentati in pista suddivisi in nove categorie che hanno aperto la propria annata agonistica dando vita a 18 gare.

Un successo che conferma il contenitore agonistico targato ASI e ACI Sport quale solida realtà nel panorama del motorsport tricolore, in un appuntamento che ha visto una grande varietà di vetture al via regalare spettacolo lungo i 2350 metri del circuito sito nel cuore pulsante della Motor Valley, nonostante la fitta pioggia che ha caratterizzato l’intera giornata di domenica 11 Aprile.

Le categorie FX3, ATCC (Prima e Seconda Divisione), Trofeo Predator’s, Formula Class Junior, GT National Cup e Formula Classic hanno aperto le danze celebrando i primi vincitori stagionali, mentre TopJet FX2000 Formula Trophy e Legends Cars Italia hanno incoronato rispettivamente i protagonisti della Coppa Italia 2021 e del secondo round del campionato.

Il tutto nell’ambito di un evento disputatosi a porte chiuse per il pubblico, ma capace comunque di coinvolgere un notevole numero di fans grazie alla diretta televisiva (andata in onda su MS Channel, piattaforma SKY 814) e al live streaming trasmesso sui Social del campionato e dell’Autodromo. Un servizio arricchito da interviste ai piloti, grafiche innovative e aggiornamenti in real-time su classifiche e tempi in gara.

TOPJET FX2000 FORMULA TROPHY. La “danza” della pioggia sul circuito di Varano ha premiato Salvatore Liotti, il quale ha conquistato la Coppa Italia. L’alfiere del G_Motorsport si è imposto in gara-2 dopo aver conquistato la seconda posizione nella prima manche alle spalle di un velocissimo Matteo Roccadelli, quest’ultimo finito poi fuori dai giochi nelle prime battute della prova conclusiva. A trovare un posto sul podio nell’assoluta anche Carlo Tamburini e Giovanni Giordano, mentre Dino Rasero e lo stesso Tamburini si sono aggiudicati il successo rispettivamente in Superformula e Classe B.

FX3. Le Predator’s PC015 non hanno mancato di regalare show in pista, grazie a due manche ricche di colpi di scena disputatesi sul bagnato. Dopo la pole position realizzata in qualifica da Tommaso Lovati, la prima manche ha visto il giovane Andrea Bodellini cogliere il primo successo assoluto nella categoria, precedendo sotto la bandiera a scacchi Francesco Atzori e Lyle Schofield, entrambi autori di una grande rimonta. La lotta per il successo si è riproposta in gara-2, con il duello tra Atzori e Bodellini fermato solo dalla bandiera rossa, esposta ad un paio di tornate dal termine per la presenza di una vettura ferma nella ghiaia. Il pilota frusinate si è aggiudicato il gradino più alto del podio precedendo il portacolori del New Team Racing, con l’irlandese Schofield nuovamente al terzo posto. Positiva la prestazione di Alberto Naska (Harp Racing), il quale ha collezionato un quarto e un quinto posto, precedendo Lovati e Davide Critelli. Michele De Matteis ha conquistato un doppio successo nella graduatoria AM, mentre Lorenzo Bruni si è imposto nella classifica delle PC015 spinte dal propulsore Honda.

TROFEO PREDATOR’S. Non sono mancate le sorprese nelle due gare che hanno aperto la stagione 2021, con una ricca griglia che ha visto sfidarsi le PC015 del Factory Team (con sistema di mono-gestione, gomme intagliate e propulsori Honda) e le “classiche” PC010. Ad avere la meglio nelle due gare svoltesi sotto la pioggia è stato il rookie Fabio Daminato, il quale ha preceduto l’altro esordiente Simone Lamanna, mentre Andrea Raiconi e Moreno Pojer si sono alternati sul terzo gradino del podio. Lo stesso Raiconi ha inoltre conquistato gara-1 nella classifica riservata alle PC010, precedendo Matteo Zaniboni e Luca Vanzetto. Nella seconda prova, è stato invece Andrea Zaniboni ad imporsi, avendo la meglio nei confronti di Faragasso e Riconi.

FX ATCC. Le due divisioni al via hanno proposto schieramenti variegati e una bagarre che non ha concesso un solo attimo di tregua. A recitare il ruolo del mattatore nella Prima Divisione è stato Denis Babuin, il quale ha conquistato un doppio successo con la Leon Cupra del Bolza Corse, precedendo in entrambe le occasioni la Peugeot 308 dell’equipaggio Arduini-Bodega e l’altra Leon di Giacomo Ghermandi (Lema Racing). Sergio Galbusera su Lotus Elise Cup ha preceduto Mamo Vuolo e Roberto Agostini nella classe B, mentre Luigi Gallo (Mini Cooper S) e Giovanni Tagliente (Peugeot 308 Cup) si sono spartiti il successo nella classe C. Lorenzo Semprini (Porsche Cayman GT4) ha infine preceduto Francesco Palmisano nella GTM.

Per quanto riguarda la Seconda Divisione, Luca Rossetti (Mini Cooper) ha colto bottino pieno, imponendosi sia in gara-1 (disputatasi sabato 10 aprile con l’asciutto) che nella prova domenicale bagnata. Lorenzo Funari ha portato la sua Mitjet al secondo posto nella manche inaugurale, dovendo poi cedere l’indomani la piazza d’onore alla Clio di Andrea Borgna (terzo il giorno prima), mentre Mario Giannetta su Peugeot 106 ha regalato al team G_Motorsport la terza piazza assoluta sotto la pioggia. Per quanto riguarda le singole classi, nella combattuta RS Trophy a prevalere è stato Borgna (Lema Racing) davanti a Fantesini e Marcelloni in gara-1, mentre Pietro Fabris e lo stesso Marcelloni si sono piazzati alle spalle del vincitore in gara-2. Tra gli altri, successi per Luca Rossetti (classe D), Lorenzo Funari (Mitjet), Maurizio Fumi (classe E) e Tonino Scocco (classe F).

FORMULA CLASS JUNIOR. Una griglia completa ha accompagnato il primo appuntamento stagionale della Formula Class Junior Italia. La serie organizzata da Andrea Tosetti ha regalato due gare avvincenti, nel corso delle quali i colpi di scena non sono certo mancati. Dopo la pole position centrata da Gianluca Giorgi al Sabato, ad imporsi in gara-1 è stato uno scatenato Dino Panozzo (Reggiani), il quale ha rimontato dalla sesta piazza precedendo sul traguardo Nicolò Pavoni e Jacopo Prescendi. La seconda manche, complice anche l’inversione delle prime sei posizioni sulla griglia, ha rimescolato le carte premiando un coriaceo Massimo Galli, il quale si è imposto davanti a Paolo Collivadino (Team Covir) e Prescendi. In due gare caratterizzate da numerose uscite di pista (complici le condizioni dell’asfalto al limite), Gianluca Giorgi e Marco Visconti si sono aggiudicati il successo nella classe Superjunior, mentre Pavoni e Claudio Gattuso sono riusciti a svettare nella graduatoria Silver.

FORMULA CLASSIC. La serie riservata alle monoposto storiche ha aperto i battenti con un doppio trionfo di Niccolò Colussi il quale, dopo aver centrato la pole position, si è imposto in entrambe le manche precedendo Roy Buonomo e Luca Spoggi. Alle loro spalle, Andrea Grassano ha preceduto Cristiano Zanotti e Bruno Ferrari.

GT NATIONAL CUP. Nel week-end di esordio assoluto per la nuova serie dedicata alle potenti Cayman GT ed organizzata dal team TecnoSport, Claudio Cappelli ha aperto nel migliore dei modi la propria stagione, conquistando entrambe le gare dopo aver siglato la pole position. Alle spalle del pilota lombardo si è piazzato l’esperto Pierluigi Nebuloni, mentre ad alternarsi nelle due manche sul terzo gradino del podio sono stati Vittorio Foppiani e Andrea Reggiani.

LEGENDS CARS ITALIA. Ricche di bagarre le due gare della Legends Cars Italia, con quasi trenta vetture presenti sulla griglia di partenza. Simone Giussani ha conquistato pole e vittoria in gara-1, precedendo sul traguardo Gianluca Borghi, mentre Luca Ferrario ha avuto la meglio nella lotta con Simone Borghi per il terzo gradino del podio. Un confronto avvincente ha poi caratterizzato anche gara-2, con Luca Ferrario che è stato capace di imporsi sul traguardo davanti a Giussani, pronto a cogliere la piazza d’onore in volata su Gianluca Borghi. Chiude con un settimo ed un quinto posto il week-end di Varano Alberto Naska, mentre l’altra “guest-star” Kristian Ghedina ha colto un 12° e un 10° posto finale.

Il prossimo appuntamento per le competizioni presso l’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari è per il debutto stagionale delle competizioni a due ruote, con il Trofeo Motoestate, il week-end del 24 e 25 aprile.

L’impianto del Riccardo Paletti rimane chiuso al pubblico secondo le normative regionali e nazionali, che consento lo svolgimento delle attività agonistiche professionistiche in pista, nel rispetto della regole e con i costanti controlli messi in atto dal personale So.Ge.S.A.

Va ricordato che, nel rispetto delle norme governative vigenti, per tutte le attività in pista è precluso l’accesso al pubblico. Per contrastare la diffusione del virus COVID-19, rimangono attivi protocolli specifici e, nel caso dei turni di prove libere, un tetto di iscritti con limitazioni sul numero di accompagnatori. Maggiori informazioni e tutti gli aggiornamenti sono consultabili sul sito ufficiale dell’autodromo, www.varano.it.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma

Commenti Recenti

Altro in Motori