Entra in contatto:

Motori

Bmw M2 Cup: Pinetti Motorsport al giro di boa

Bmw M2 Cup: Pinetti Motorsport al giro di boa

Un mese è già trascorso dall’ultima tappa della BMW M2 CS Racing Cup Italy, tenutasi ad inizio Giugno in quel di Misano, e per gli alfieri di Pinetti Motorsport giunge, finalmente, l’atteso momento di ritornare ad accendere i motori.

I prossimi 16 e 17 Luglio, al Mugello Circuit, andrà in scena il terzo appuntamento stagionale, quello che, in buona sostanza, sancirà un importante giro di boa per il monomarca tedesco.
“Il Mugello è una delle piste più belle al mondo – racconta Andrea Belicchi (coach Pinetti Motorsport) perchè è caratterizzata da variazioni importanti di pendenza e da curve cieche e velocissime. Ogni metro di questo tracciato ha una sua storia da raccontare nel motorsport”.

Riflettori puntati sulla BMW M2 CS Racing di Marco Zanasi, dominatore in gara 1 sulla riviera romagnola ed atteso ad un weekend che gli consenta di agganciare del tutto il treno di testa.
Il pilota di Maranello infatti figura ai piedi del podio nella classifica piloti, ad una sola lunghezza dal terzo ma con un gap più consistente dalla vetta, meno ventisei per agguantare il comando.

In crescita, dopo Misano, anche un Marco Pellegrini che, nonostante qualche sfortuna di troppo, ha mostrato un ottimo potenziale, cercando di rinnovarlo anche in terra di Toscana. Il portacolori della squadra corse di Colorno, da Milano, ora ottavo assoluto, ha dimostrato un significativo passo gara, nel test collettivo di inizio mese, puntando ora ad una buona qualifica.

Alla scoperta del Mugello, alla sua prima apparizione qui così come sul resto dei tracciati di quest’anno, ci sarà un Giovanni Stefanin impegnato a macinare chilometri ad ogni round.
Il pilota di Milano, dopo i primi punti incassati a Misano, sarà alla ricerca di continuità, mirando a recuperare il terreno perso sia nella classifica generale che in quella griffata Hankook.

Stessa ambizione quella del compagno di colori Victor Briselli, in lotta anche contro la sorte. Proiettato dal mondo del kart cross a quello della velocità in circuito il portabandiera del team parmense, da Castelnovo Monti nel reggiano, sta già riducendo il gap che lo separa dai migliori.

Sta sorprendendo tutti la futura promessa da Verona, Emma Segattini, campionessa italiana femminile kart 2019 e 2018 e già a proprio agio sulla vettura dalla compagine emiliana. La giovane scaligera ha già alzato l’asticella durante i recenti test, promettendo battaglia.

“I nostri piloti sono tutti pronti – aggiunge Belicchi – partendo da un Zanasi che al Mugello si è sempre trovato molto bene. Lo scorso anno ha vinto gara 1, sfumando la doppietta per un piccolo guasto. Pellegrini si è preparato bene. Il suo test ci dice che è in forma, più sul passo gara che sul giro secco quindi sarà importante una buona qualifica per poi sfruttare il suo ritmo. Ci auguriamo che Stefanin ritrovi fiducia su questo tracciato, dopo la disavventura del test. È molto forte di testa e deve solo incamerare esperienza per iniziare a spingere a fine stagione e, soprattutto, il prossimo anno. Briselli sul simulatore si è comportato benissimo, deve fare esperienza ma sta già accorciando il divario con i professionisti. La giovane Segattini è stata stupefacente nei recenti test. Ci ha impressionato per costanza e performance. Con lei abbiamo alzato l’asticella e speriamo che, nel weekend, la tensione non le giochi brutti scherzi. Sta prendendo una bella spinta ed il nostro obiettivo sarebbe quello di vederla nella top ten”.

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Motori