© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Motori

Fine settimana d’oro per Collecchio Corse

Fine settimana d’oro per Collecchio Corse

Un fine settimana d’oro. Di quelli che non si dimenticano. Al rally Trofeo ACI Como, Collecchio Corse lascia il segno centrando con un inebriante, doppio trionfo. Il primo brindisi arriva grazie a Milko Pini e Daniele Pellegrini (foto Thomas Simonelli): i due di Varano de’ Melegari conquistano sulle strade lariane il perentorio successo di classe A6 nell’ambito della Michelin Zone Rally Cup.

Arrivati in Lombardia forti del titolo regionale, gli alfieri di Collecchio Corse giocano al meglio le proprie carte e legittimano il tiolo dominando la finalissima a suon di tempi ‘monstre’; di fatto, non c’è mai sfida per il primato dell’A6, perché Pini-Pellegrini prendono il largo a partire dalla terza prova e lasciano ai rivali solo le briciole (l’equipaggio parmense centra sei successi parziali, concedendo ai rivali solo due prove; una frazione non è invece stata disputata ed agli equipaggi è stato assegnato lo stesso tempo imposto). A dare ulteriore spessore al successo, il piazzamento finale nella classifica assoluta della gara: il 51° posto (su 137 arrivati) evidenzia la grande prestazione della Peugeot 106 griffata Collecchio Corse.

Epilogo glorioso, quello di Pini e Pellegrini, i quali si congedano dalla loro, ennesima stagione vincente tracciando un bilancio in forte attivo: “Siamo molto contenti del nostro rally di Como – esulta a fine gara Milko Pini -. E’ stato un rally difficile, caratterizzato da un’insidiosa umidità; nella giornata inaugura,e siamo partiti subito bene, vincendo la prima prova in quello che è stato, di fatto, il primo contatto reale con la Peugeot 106 di Galliazzo. Sabato, abbiamo subito apportato una regolazione sulla vettura che ci ha permesso di cucirci addosso la macchina; questo ha fatto la differenza e, da quel punto, abbiamo iniziato a realizzare tempi molto buoni anche a livello assoluto; credo di poter dire che quello di Como sia stato uno dei rally nei quali siamo andati più forte e, in particolare, siamo stati davvero veloci nelle prime tre prove del sabato. Una grande vittoria di squadra, colta grazie anche al team padovano Galliazzo, che ci ha messo a disposizione un’ottima vettura.
Il titolo di classe A6 della Michelin Zone Rally Cup rappresentava il nostro obiettivo stagionale: questo è l’ottavo titolo della mia carriera (ed il settimo insieme all’amico Daniele Pellegrini) e sono estremamente felice di averlo colto anche per le persone che hanno condiviso con noi quest’avventura. Se penso che l’anno era iniziato con la prospettiva di restare a fare lo spettatore, potete capire quanto valga questo successo. Collecchio Corse ha avuto un ruolo determinante in tutto questo, ma ci tengo anche a ricordare Achille Accorsi, che si era prodigato affinché potessimo correre ed al quale un destino ingrato non ha permesso di essere qui con noi a celebrare questo successo che, ne sono certo, l’avrebbe reso molto felice. Infine, un plauso a Paolo Nicoletti, ideatore di questo trofeo Michelin che si è rivelato un’iniziativa molto riuscita in termini di adesioni e, come sempre, a livello organizzativo”.

L’altro successo colto da Collecchio Corse nel rally comasco ha come protagonista Martina Musiari: la giovane navigatrice di Parma, che in primavera era assurta agli onori delle cronache sportive per il successo nel Rally Italia Talent, ottiene il primo titolo nella sua fresca carriera ‘pilotando’ il conterraneo Simone Rivia al successo nella Suzuki Rally Cup. I due, alla seconda gara insieme, si aggiudicano la finalissima del trofeo della casa di Hamamatsu con una condotta molto concreta ed intelligente. E’ interessante notare come i successi stagionali colti dal pilota parmense nel trofeo Suzuki siano maturati proprio quando al suo fianco c’era la 21enne, talentuosa portacolori di Collecchio Corse.

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Motori