© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Motori

Galeazzi-Pellegrini, l’apoteosi al termine del rally Città di Bassano

Galeazzi-Pellegrini, l’apoteosi al termine del rally Città di Bassano

i conclude alla grande la prima esperienza di Andrea Galeazzi nell’International Rally Cup. Il pilota di Lagrimone, affiancato in quest’avventura dal navigatore di Varano de’ Melegari Daniele Pellegrini, conquista a Bassano il titolo di raggruppamento S1600/R3C/R3T: un successo che era nell’aria, vista l’imprevista assenza dei rivali in grado di contendere al pilota di Jolli Corse il primato, ma conquistato decisamente nel migliore dei modi.

Galeazzi-Pellegrini, infatti, non si limitano a correre per mettere al sicuro i punti necessari a scalare la classifica di raggruppamento, ma si battono senza remore per centrare anche la vittoria in classe R3T, popolata dai piloti provenienti da altri paesi europei ed impegnati nella celeberrima Mitropa Cup. Al termine delle otto sfide cronometrate, Andrea e Daniele salgono sul gradino centrale della R3T con oltre tre minuti e mezzo di margine sul secondo e con un bottino di sette successi parziali: trattasi, insomma, di assoluto dominio e mai come stavolta si può parlare di una vittoria dal sapore internazionale a tutti gli effetti.

La brillante prova bassanese rappresenta il giusto epilogo di un’esperienza che lascia il segno nella parabola agonistica del 40enne di Lagrimone ed in quella dell’altrettanto vincente navigatore varanese: il ruolino di marcia in questa prima partecipazione all’International Rally Cup consta di due successi di raggruppamento (a quello di Bassano si somma la vittoria all’Appennino Reggiano) e di un argento, al Taro.
“Siamo tutti molto felici per questo epilogo – sorride Andrea Galeazzi appena sceso dal podio bassanese -. Il rally, come previsto, si è confermato molto difficile ma anche altrettanto affascinante. Abbiamo corso prima di tutto per evitare errori, ma anche per raccogliere un buon risultato che ci permettesse di onorare il titolo di raggruppamento come si deve. Direi che ce l’abbiamo fatta: la nostra DS3 si è confermata per l’ennesima volta veloce ed affidabile, noi in macchina abbiamo azzeccato tutto. Il bilancio di questa nostra prima partecipazione alla International Rally Cup è dunque più che buono: abbiamo davvero fatto sempre del nostro meglio e, considerando che corriamo con il contagocce, i risultati ottenuti sono davvero eccellenti. Ci tengo quindi a ringraziare la scuderia, che mi ha consentito di vivere questa bella esperienza e mi ha messo a disposizione una macchina al solito da sogno. Un’altra figura-chiave è stata il mio navigatore Daniele Pellegrini: lo definirei un’autentica guida perché, oltre alle qualità umane e professionali, Daniele con la sua solida esperienza nell’IRCup mi ha davvero aiutato tantissimo ad interpretare al meglio le insidie di questa serie. Questo titolo è dunque dedicato a tutti loro, ma anche ai nostri preziosi sponsor, alla mia famiglia ed ai tanti amici che ci seguono sempre con passione”.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Motori