Entra in contatto:

Motori

GR Motorsport con sei equipaggi all’assalto dell’AciSport Rally Cup

GR Motorsport con sei equipaggi all’assalto dell’AciSport Rally Cup

La ciliegina sulla torta. La lode da aggiungere ad una stagione già da dieci in pagella. Questo è, per GR Motorsport, il rally Trofeo Aci Como, valido l’AciSport Rally Cup, ovvero la finale in prova unica della Coppa Rally di Zona e di vari trofei nazionali.

Al rally lariano – previsto dalle 17.01 di venerdì 6 novembre alle 18.10 del giorno seguente, su un percorso di 385 chilometri, 71 scarsi dei quali cronometrati -, la scuderia parmense schiererà sei equipaggi con legittime ambizioni di gloria nelle rispettive classi.

I portabandiera di GR Motorsport saranno Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi: impegnati sulla Renault Clio del team vicentino PRS2 Sport con la quale si sono aggiudicati i titoli della Coppa di Zona piemontese e veneta (Zona 1 e Zona 3), il pilota di Medesano e la navigatrice di Spingo d’Adda punteranno ad appuntarsi la coccarda tricolore della classe S1600, ribadendo peraltro il successo colto nell’AciSport Rally Cup di dodici mesi fa. Vescovi-Guzzi partiranno quindi con i favori del pronostico, ruolo che certo non li mette in imbarazzo ma che i due ricopriranno con l’abituale umiltà, consapevoli delle qualità dei rivali. Il parmense e la cremonese hanno preparato questo appuntamento partecipando, sabato scorso, all’ultima prova della Coppa di Zona piemontese, il rally del Rubinetto (nel Novarese), chiudendo quindicesimi assoluti e buoni terzi di classe.

Il titolo di classe N2 è nel mirino di Michele Spagnoli: il pilota di Bergotto di Berceto, affiancato per l’occasione dal lucchese Nicolò Micheletti, punterà a sublimare un’ottima stagione – che lo ha visto aggiudicarsi il titolo di classe nella Coppa di Zona toscana, conquistando tre successi su cinque gare disputate – cogliendo questo importante successo. Spagnoli e Micheletti correranno su un Peugeot 106 curata dal team lucchese Cars.

Possono certamente ambire almeno al podio di classe – se non all’oro – anche il parmigiano Marco Soliani in classe R1A ed il lucchese Gianmaria Gherardi in R1B. Soliani, storicamente pilota molto concreto, si è qualificato aggiudicandosi la classe nella zona veneta e affronterà la finale sulla Renault Twingo preparata dal team ducale Europea Service con al fianco il giovane maranellese Alessio Spezzani. Gherardi (campione di classe nella sua Toscana grazie a due successi su tre partecipazioni) sfiderà i rivali di R1B a bordo della propria Suzuki Swift, condivisa dal fidato navigatore pisano Frano Nannetti.

Saliranno a Como per ben figurare nei rispettivi trofei il giovane Giovanni Pelosi ed il più esperto ‘Cerutti Gino’. Pelosi completerà sulle strade lombarde la prima stagione nell’ambito della Suzuki Rally Cup e vorrà chiaramente farlo nel migliore dei modi, ovvero capitalizzando la buona esperienza maturata durante l’anno. Il 22enne parmigiano condividerà l’abitacolo della Suzuki Swift (classe RSTB1.0) curata da Europea Service con il piemontese Tiziano Pieri.

Chiusura in bellezza certamente alla portata anche di ‘Cerutti Gino’, che a Como proverà a terminare nel migliore dei modi la prima partecipazione al trofeo Twingo R1 Open di casa Renault: il veterano parmigiano correrà con una Twingo R1A anch’essa preparata da Europea Service insieme al navigatore sanremese Marco Argentin.

(Foto Zini)

 

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Motori