Entra in contatto:

Motori

Pinetti Motorsport in corsa per il titolo Bmw Racing Cup Italy

Photo Rigato

Pinetti Motorsport in corsa per il titolo Bmw Racing Cup Italy

Il tempio della velocità ha sancito il via ufficiale della BMW M2 CS Racing Cup Italy e lo scorso fine settimana, in quel dell’Autodromo Nazionale Monza, per Pinetti Motorsport è iniziata una nuova stagione, nella quale puntare ad essere protagonisti.

La squadra corse con base a Colorno, nel parmense, ha raccolto le maggiori soddisfazioni da un Marco Zanasi intelligente nel gestire una condotta prudente in una gara 1 totalmente condizionata dalla pioggia e caparbio nell’affondare il proprio attacco nella successiva tornata.
Per il pilota di Formigine un buon bottino, alla guida della BMW M2 CS Racing del team emiliano, con un quinto in gara 1 ed un terzo in gara 2 che, unito al giro più veloce della sfida domenicale, lo inseriscono di diritto nella rosa dei pretendenti al titolo della casa tedesca.

Abbiamo fatto molta fatica in qualifica” – racconta Zanasi – “perchè la prima era completamente bagnata mentre la seconda si correva in condizioni di misto, tra asciutto e bagnato. Nella Q2 abbiamo pagato il fatto di aver preso bandiera, rispetto ai nostri avversari, con un giro di anticipo ed infatti il gap di due secondi era dettato dal miglioramento, agli ultimi minuti, delle condizioni della pista. In gara 1 abbiamo optato per un setup che non era ideale e tutte le nostre vetture hanno sofferto mentre in gara 2 siamo partiti un po’ indietro ma, dopo una bagarre iniziale e qualche toccatina, abbiamo costruito una buona rimonta. Abbiamo lottato a lungo con Zanin, perdendo un bel po’ di tempo, ma siamo poi stati capaci di recuperare anche sul secondo ma non siamo riusciti ad agganciarlo. Non sono soddisfatto perchè si poteva fare molto meglio. Grazie al nostro coach, Andrea Belicchi, ed a tutto il nostro team”.

Apertura non del tutto fortunata per Marco Pellegrini, settimo in una gara 1 resa difficile dalla pioggia e costretto al ritiro durante gara 2 mentre stava recuperando terreno sugli avversari.
Il gentlemen driver di Milano, pur faticando a trovare il giusto feeling sul bagnato, sfruttava i preziosi consigli del coach Andrea Belicchi, pluridecorato campione endurance, per concludere la prima tornata nella top ten, prima di vedersi costretto ad abbandonare anticipatamente la compagnia, alla Domenica, dopo aver affrontato con troppa foga un cordolo, rivelatosi fatale.

Doppio debutto a Monza invece per la terza vettura BMW M2 CS Racing targata Pinetti Motorsport, quella condivisa tra Victor Briselli e Nicola Mogavero, spinti da diverse motivazioni.
Per il pilota di Reggio Emilia, costretto su una sedia a rotelle in seguito ad un grave incidente, si trattava dell’esordio assoluto al volante di una vettura da competizione ed il tredicesimo posto finale, ottenuto in gara 1 dopo essere scattato dalla quattordicesima casella sotto la pioggia, è da considerarsi come un buon battesimo, grazie ai consigli del coach Ferdinando Monfardini.
Anche per il pilota di Udine si trattava di rompere il ghiaccio, alla prima esperienza in circuito e reduce da una piccola toccata, avvenuta durante una sessione di test, che lo ha condizionato verso una guida più prudente in una gara 2 archiviata con la dodicesima piazza finale.

Un avvio nel complesso positivo, in attesa di trasferirsi, i prossimi 4 e 5 Giugno, al Misano World Circuit per il secondo appuntamento di un campionato che si preannuncia interessante.

Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Motori

© RIPRODUZIONE RISERVATA