© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Motori

Rally Monte Caio: trionfa la coppia Miele-Beltrame su Ford Fiesta Wrc

Rally Monte Caio: trionfa la coppia Miele-Beltrame su Ford Fiesta Wrc

Il cinquantanovenne di Olgiate Olona (VA) Mauro Miele con l’alessandrino Luca Beltrame all’impeccabile guida di una Ford Fiesta WRC–Top Rally è il più veloce su tutti e quattro i passaggi del Rally Ronde del Monte Caio e si aggiudica meritatamente anche la sesta edizione, dopo quella della scorsa stagione alla guida di una BMW. Nessun errore e sempre veloce, il driver varesotto ha migliorato di prova in prova il proprio riscontro cronometrico rosicchiando dal suo peggior tempo quasi undici secondi terminando con un tempo totale di 19’58”3.
Costanti e attenti a non commettere errori mantengono la piazza d’onore fin dall’inizio i modenesi William Marti e Andrea Cecchi su di una Subaru Impreza WRC staccati alla fine di 31”4. Per Giuseppe Iacomini e Marco Nesti partiti guardinghi la rimonta con la loro Subaru Impreza di classe R4 li porta a conquistare il bronzo finale a 37”4 dai leader.

Ce l’hanno messa proprio tutta i parmensi Fausto Castagnoli e Luca Guglielmetti, lo scorso anno giunti secondi assoluti, ma hanno fatto fin troppo con la piccola peste transalpina 106 di classe A6 e chiudono al quarto posto assoluto con un ritardo di 39”6 per giunta calcolato in modo forfettario per l’annullamento dell’ultima prova. Ottima performance anche per Luciano D’Arcio e Giuseppe Aldini, costantemente quinti per tutta la gara mantenendola fino al traguardo attardati di 46”4 dai primi. Sesti alla fine sono Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba in lotta con una Renault Clio R3 che possono godere solo della vittoria di classe e la conquista di punti preziosi per il Trofeo Parmigiano Reggiano.
Settimi sono Zanni-Incerti +1’01”4 davanti a Manuel Lugano e Alessandro Pozzi ottavi a 1’03”5 seguiti da Galeazzi-Maugeri +1’13”2 e a Romano e Renato Pasquali su Clio R3C +1’14”9. Una gara magistralmente organizzata dalla Scuderia San Michele capitanata da Michele Tedaldi coadiuvato dalla locale Scuderia Jolli Corse che ha saputo regalare il vero sapore della sfida agonistica su uno dei tracciati Ronde più difficili ed impegnativi.
Anche il clima primaverile ha contribuito alla grande festa che ha visto l’alta Val Parma immortalare davanti ad un pubblico da stadio la sesta edizione del Rally Ronde del Monte Caio. Purtroppo la premiazione è stata ritardata di due ore nell’attesa che il “Collegio” emanasse la corretta classifica corretta col calcolo dei tempi imposti.
Alla fine sono 73 i concorrenti giunti al traguardo.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Motori