Connect with us

Nuoto

Mondiali di nuoto a Istanbul: Bocchia pronto a stupire nei 50 stile libero

Mondiali di nuoto a Istanbul: Bocchia pronto a stupire nei 50 stile libero

Va in scena da oggi a domenica l'undicesima edizione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta alla Sinan Erdem Arena di Istanbul. In vasca anche il npostro Federico Bocchia che gareggerà  nei 50 stile libero con buone premesse, visti i risultati dell'Europeo di poche settimane fa dove Federico ha chiuso quinto.

Bocchia era entrato in finale con il quarto tempo stabilendo il nuovo record personale (21″27). In finale ha pagato una brutta partenza giungendo quinto in 21″61. I tre a medaglia hanno chiuso tutti sotto i 21″. Il nuotatore parmigiano embra in crescita e potrebbe regalare una bella sorpresa, anche se gli avversari da battere sono agguerriti, a cominciare dal compagno di squadra Marco Orsi.

La Nazionale italiana – composta da 26 atleti, 10 donne e 16 uomini – ha raggiunto la capitale turca lunedì. L’obiettivo è confermare il trend di crescita registrato agli euroindoor di Chartres di venti giorni fa, chiusi con 38 primati personali, il secondo posto nella classifica per nazioni e il quinto nel medagliere con quattro ori, due argenti e tre bronzi. La squadra è un mix di giovani in crescita e di atleti di esperienza con il rientro alle gare internazionali dopo le Olimpiadi di Londra di Federica Pellegrini, che nuoterà le staffette 4×200 stile libero e 4×100 mista, Filippo Magnini, iscritto ai 100 stile libero e Mattia Pesce, che disputerà 50 e 100 rana. In vasca tutti gli azzurri che hanno conquistato medaglie a Chartres: i campioni europei dei 50 e 100 rana Fabio Scozzoli, dei 100 farfalla Ilaria Bianchi e dei 1500 Gregorio Paltrinieri; i vice campioni europei dei 400 stile libero Gabriele Detti e dei 200 farfalla Stefania Pirozzi; i medagliati di bronzo dei 400 stile libero Andrea Mitchell D’Arrigo, dei 200 farfalla Alessia Polieri e dei 100 dorso Damiano Lestingi. La storia della manifestazione ci racconta l’altissima densità e qualità dei partecipanti. In dieci edizioni l’Italia non ha mai conquistato una medaglia d’oro individuale, portando sul gradino più alto del podio le staffette 4×100 e 4×200 stile libero nel 2006 a Shanghai, campionato storico con due ori, sette argenti e tre bronzi. Riferimento eccezionale, rispetto alle altre edizioni che rappresentano la normalità. Nell’ultimo mondiale, a Dubai 2010, gli azzurri hanno conquistato l’argento con Fabio Scozzoli nei 100 rana e il bronzo con Federica Pellegrini nei 400 stile libero.
Al campionato mondiale di Istanbul è stato raggiunto il record di partecipanti con 162 Paesi per 958 atleti. Il segnale televisivo sarà trasmesso a 190 Nazioni; in Italia sarà possibile seguire le gare in diretta su Rai Sport 1 e in diretta e differita su Eurosport.
“La squadra è motivata e protesa a chiudere la stagione invernale con ulteriori miglioramenti – sottolinea il direttore tecnico della Squadra Nazionale, Cesare Butini – Il gruppo sa che lo staff tecnico sta pianificando il lavoro della stagione in vasca lunga e che, pertanto, le indicazioni che abbiamo ricevuto a Chartres e che riceveremo ad Istanbul e ai campionati assoluti di Riccione costituiranno la base del nostro lavoro. Come avvenuto già ai campionati europei, ci aspettiamo un’importante risposta anche in relazione alle nostre indicazioni e per quanto attiene il comportamento individuale all’interno di un gruppo che desideriamo sia sempre più unito. La condizione generale è buona. C’è entusiasmo e avverto il giusto equilibrio tra tensione pre-gara e determinazione. L’obiettivo è confermare il trend positivo di inizio stagione e registrare ulteriori miglioramenti personali. Colgo l’occasione per ringraziare società e tecnici per la collaborazione dimostrata sin dalla chiusura delle Olimpiadi. I progetti che mirano ai campionati mondiali di Barcellona partiranno da qui”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Nuoto