Entra in contatto:

Nuoto

Nuoto: ottavo posto e ottime prove a Bologna per il Master Villa Bonelli

Nuoto: ottavo posto e ottime prove a Bologna per il Master Villa Bonelli

Continua con la regolarità Â  di un orologio svizzero il rullino di marcia dei Master Villa Bonelli Parma.

Anche a Bologna, in occasione dell’8° Trofeo De Akker, il gruppo ducale ha messo a segno un buon nono posto nella classifica generale a squadre (conferma dell’omogeneità del collettivo) e ottime prestazioni dei soliti noti, che anche alla Carmen Longo come ormai tradizione vuole, non si sono fatte attendere. La trasferta “fast food” nel capoluogo emiliano romagnolo prevede nel suo menù specialità mordi e fuggi, piatti prelibati per velocisti, da cuocere a fuoco vivace, ma non per questo meno apprezzabili ed appetitose. Il primo assaggio arriva da Mastro Stefano Terzi che in quattro e quattro otto mette in tavola due primi da favola nei 50 stile e 50 dorso: gran gourmet; più tradizionali ma per questo non meno graditi, sono i due primi preparati con la solita sapienza da Pierangelo Spina, alias “Master Pier” che serve su due piatti d’oro un 50 dorso e un 100 misti da par suo: un classico. Per gli amanti dei primi veloci ma con quel pizzico di delicatezza tipica femminile, il Villa Bonelli si affida alla Scotti. Tecla non delude le attese da pronostico e con una ricetta delle sue, conquista il massimo riconoscimento con un 50 rana da leccarsi i baffi; al secondo pensa invece l’amica Chiara D’Agostino con un buonissimo 50 stile libero. Preparate ad arte sono le specialità di Marcello Terzi, il quale, modificando leggermente gli ingredienti di “Master Pier” propone un primo e un secondo nei 50 dorso e nei 100 misti: alta scuola. Due buoni secondi escono inoltre dalle mani e dai ricettari di Andrea Armagni e Jacopo Verzelloni nei 100 misti e 50 farfalla rispettivamente; ma le loro specialità si sa sono i primi e questi pensiamo sicuramente torneranno a riproporci dalla prossima volta. Continuano i riconoscimenti positivi per l’accademica Valentina Testi, bronzo nei 100 stile libero e 50 dorso, così come continuano gli attestati per la premiata coppia Riccardo Trianni e Marco Bisaschi, bronzo nei 50 dorso nelle categorie, M35 ed M40. Conclude “la grande bouffe” concedendo il gradito bis con un’altra delle sue specialità Chiara D’Agostino: medaglione ai 100 misti, mentre dolce amara risulta la quarta piazza di Luca Lombardi abituato a ben altri riscontri. Dulcis in fundo buoni piazzamenti per Davide Menozzi e Giorgia Ortalli nei 100 stile libero, per Matteo Panciroli, Riccardo Guatteri, Letizia Concari, Matteo Manici, Luca Santi, Andrea Fava e Michele Marocchi nei 50 stile, per Alessandro Arce e Nicola Azzolini nei 50 dorso, Camilla Bonfiglio nei 50 rana e Nicola Bonazzi nei 100 misti. Orfani della partecipazione ai Campionati italiani invernali UISP per motivi logistici e meteorologici, quest’anno la manifestazione che ha sempre visto la presenza massiccia del Villa Bonelli si è disputata a Napoli, il team master ducale di Gino Passigatti e coach Posillipo mette nel mirino e inizia la preparazione per l’attesissimo e blasonatissimo trofeo di Desenzano, trasferta che ha visto chiudere con largo anticipo le iscrizioni causa l’elevato numero di atleti ad oggi già iscritti e provenienti da ogni parte del mondo.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Nuoto