SEGUICI SUI SOCIAL

Nuoto

Super Ghiretti: tre record italiani agli assoluti di nuoto paralimpico

Super Ghiretti: tre record italiani agli assoluti di nuoto paralimpico

Tre gare e tre record italiani per Giulia Ghiretti, la nuotatrice paralimpica che non smette mai di stupire. Tra sabato e domenica, in occasione dei X Campionati italiani assoluti invernali di nuoto, organizzati a Reggio Emilia dalla Finp, l’atleta parmigiana, tesserata Ego Nuoto e Fiamme Oro, ha surclassato la concorrenza e, soprattutto, superato se stessa, migliorando i primati nazionali che già le appartenevano.

Lo show è iniziato sabato mattina, con l’esordio nei 100 rana: oro in 1’53”81, rispetto al suo precedente record italiano di 1’54”60, firmato in occasione dell’argento ottenuto agli ultimi Mondiali di Glasgow. Lo spettacolo è poi continuato con i 200 misti, in cui Giulia ha dato il meglio di sé, staccando gli avversari e fermando il tempo su un clamoroso di 3’53”65, nettamente migliore rispetto al record precedente di 3’57”77. Forse la vicinanza a casa, sicuramente i tanti famigliari e amici sugli spalti a fare il tifo per lei, senza dubbio un carattere di ferro, tant’è che la Ghiretti si è ripetuta anche domenica. L’occasione è data dai 50 farfalla, con uno sprint che le è valso il nuovo record italiano in 49”07 (il precedente era 49”17) ma non il titolo italiano, perché il regolamento prevede che un atleta, agli assoluti invernali, possa avere ambizioni di classifica in sole due specialità. Il successo è quindi andato a Stefania Chiarioni (56’20). Nuovo record omologato, quindi, ma niente oro.

“ Non mi aspettavo tre record – assicura Giulia Ghiretti al termine delle gare -, perché le sensazioni, alla vigilia, non erano positive. Invece sono venuti fuori questi tempi: sono felice, anche se stanchissima. E’ però già tempo di ricominciare gli allenamenti, perché voglio fare bene ai prossimi impegni internazionali”. Che non sono da poco: Europei di Funchal, in Portogallo (30 aprile-7 maggio), sia alle Paralimpiadi Rio de Janeiro (7-18 settembre). Molto soddisfatti anche gli allenatori Massimiliano Tosin e Micaela Biava, che ammettono: “ Giulia ha stupito anche noi: in questi due giorni è stata strepitosa”.

I Campionati italiani assoluti invernali sono stati arricchiti da un nuovo record del mondo e un nuovo record europeo. Quello intercontinentale è stato ottenuto da Vincenzo Boni, nei 100 dorso S3, con il tempo di 1’39”86, abbassando di quasi cinque secondi il precedente record (1’44”17), quello europeo da Arjola Trimi nei 50 stile libero S4 in 40”87.

Leggi i commenti o commenta tu stesso



 


Pubblicità
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità

ALTRO IN Nuoto