Entra in contatto:

Parma Calcio

Il Gede: “Parma, sono mancate le giocate dei singoli e in attacco c’è stata poca precisione. Guazzo? Periodo difficile, ma ha qualità”

Il Gede: “Parma, sono mancate le giocate dei singoli e in attacco c’è stata poca precisione. Guazzo? Periodo difficile, ma ha qualità”

L’analisi e il commento del lunedì, come sempre, sono affidati alle sagge parole di Pietro Carmignani che attraverso la storica rubrica di Sportparma, “Il Gede risponde”, ripercorre la domenica calcistica, a partire dal pareggio del Parma contro il Mezzolara, per finire all’intera giornata del campionato di serie A.

Il pareggio di ieri del Parma è figlio di un fisiologico rilassamento mentale?
“Il Mezzolara è una squadra ostica, ma il Parma non è stato brillante come in altre volte. Il Mezzolara è stato bravo tatticamente, si è difeso bene e ha chiuso tutti gli spazi. Il Parma non ha vinto i duelli uno contro uno e sotto porta c’è stata poca precisione. Non è servito cambiare neanche gli attaccanti, sono mancate le giocate dei singoli. E’ naturale che la squadra, dopo la vittoria di Valdagno, sia meno tesa. E’ fisiologico. Gli uomini non sono delle macchine. A volte ci sono situazioni che dipendono dagli umori. Domenica prossima vedrete il solito Parma”.

Come giudica la prestazione di Guazzo? Si può parlare fin qui di stagione deludente?
“Bisogna essere dentro lo spogliatoio per capire certe situazioni. A me sembra che si stia impegnando anche se il suo rendimento non è quello che ci aspettavamo. E’ un giocatore di qualità e lo farà vedere. Può succedere un periodo difficile, l’importante è che il giocatore dimostri attaccamento alla maglia”.

E’ comunque un pareggio indolore?
“La vera sorpresa della giornata è la sconfitta dell’Altrovicentino che evidentemente, dopo la batosta con il Parma, ha subito il colpo psicologicamente. La classifica del Parma non cambia e difficilmente succederà in futuro”.

Passiamo alla serie A e partiamo dal derby milanese che ha visto il trionfo del Milan e la caduta dell’Inter. Sul banco degli imputati è finito Mancini?
“Mha, vediamo chi compra oggi Mancini! E’ una battuta, ma è la verità: ha comprato giocatori importanti, ha fatto spendere tanti soldi alla società, ha rivoluzionato la squadra ma i risultati non sono quelli sperati. L’Inter non ha un gioco ben delineato. E’ un ulteriore passo indietro rispetto alle ultime settimane. Fino ad un mese fa l’Inter vinceva senza dominare, ma questo nascondeva diversi problemi. Il Dio risultato cancellava tutto. Mancini si deve interrogare, ha costruito lui questa squadra, ha convinto i giocatori a indossare la maglia dell’Inter. Deve chiedersi perché questa squadra non gira e non fa risultati. Qualcuno dovrebbe domandarli perché l’Inter non ha gioco. Ha comprato un’altra punta (Eder), ma forse serviva un centrocampista che sapesse dialogare di più in mezzo al campo. Ho visto che Mancini si è lamentato con i difensori, ma dovrebbe prendersela con Handanovic che ha preso gol con un piede dentro la linea di porta, doveva uscire. Il Milan è stato aggressivo, ha concesso qualcosa solo nei primi minuti; esce da questa partita vincente e convincente. Il Milan si è riportato in zona Champions (-6 dalla Fiorentina)”.

Napoli forza cinque e Juve forza quattro. La lotta scudetto è circoscritta a queste due squadre, anche se Sarri dice che i bianconeri sono di un altro pianeta… Scaramanzia o realtà?
“Sarri è scaramantico, dice sempre cose strane. Parla di fatturato e di Juve di un altro pianeta, ma è logico che la rosa dei bianconeri sia di grande livello, ma dicendo queste cose si danno degli alibi alla propria squadra. E’ un modo sbagliato di esprimersi nei confronti dei propri giocatori. Napoli e Juve stanno dominando il campionato: in questo momento Insigne è il più forte giocatore italiano. La Juve ha raggiunto una condizione psico-fisica tecnica straordinari; in campo la Juve fa quello che vuole. Lo scontro diretto deciderà tutto, anche se le sfide contro Milan e Fiorentina potrebbero essere un rischio per entrambe. Hanno giocatori da top 10 nel mondo, Higuain e Pogba ad esempio”.

Vittoria scaccia-crisi per la Roma o è ancora presto per emettere sentenze di questo tipo?
“Spalletti ha incassato tre punti ma il gioco ancora non c’è. Ha avuto difficoltà nel fare gioco, è andata meglio quando è entrato Totti (falso nueve) ed è uscito Dzeko. Spalletti deve ancora trovare il bandolo della matassa”.

Pareggi con recriminazioni per Fiorentina e Lazio, anche se la sensazione è che alla fine si sia accontentate del punto. E’ d’accordo?
“La Fiorentina è una squadra che gioca un ottimo calcio ma in questo momento non è così autoritaria come Napoli e Juve. A Genova ha sofferto ma il pareggio è una nota di merito. Nel finale Perin ha salvato il risultato. La Lazio ha sofferto i primi minuti, come sempre, poi si è ripresa. Partita spigolosa, l’Udinese in 10 ha ottenuto un buon pari mantenendo un certo distacco dalla terz’ultima”.

Disastro Sampdoria…
“La Sampdoria sta scherzando con il fuoco. Ha venduto Eder, il giocatore più rappresentativo che aveva, e lo ha venduto in un momento così delicato. E’ un brutto segnale all’ambiente. Il Bologna ormai gioca a memoria (complimenti a Donadoni), nel primo tempo Samp non pervenuta. La squadra di Montella deve capire che la situazione non è così tranquilla, deve guardarsi le spalle”.

Anche perché il Carpi non molla…
“Il Carpi ha giocato il primo tempo sottotono, merito di un Palermo ritrovato. Vasquez dà sempre un tocco di genialità ai siciliani. Nel secondo tempo è venuto fuori il Carpi che ha lottato fino alla fine. Il punto non è sufficiente, ma devono essere soddisfatti della prestazione e della condizione fisica che è ben augurante per il prosieguo della stagione”.

Cosa sta succedendo al Torino di Ventura?
“Il Torino sta andando sotto le aspettative, ieri ha sbattuto contro il muro difensivo del Verona. Il Toro sembra aver perso il mordente di inizio stagione, in campo si vede meno entusiasmo e più preoccupazione. Il motivo di questo peggioramento non lo conosco”.

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio