Connect with us

Calcio Serie B

Il Frosinone cade a Bari. Quinta vittoria di fila per l’Empoli. Colpo Entella

Il Frosinone cade a Bari. Quinta vittoria di fila per l’Empoli. Colpo Entella

Quinta vittoria di fila per l’Empoli che raggiunge in vetta il Frosinone fermato dal Bari al S. Nicola. Solo pareggi negli scontri diretti tra Avellino e Cesena, Carpi e Cremonese, Pro Vercelli e Brescia e Spezia e Venezia. Colpaccio Entella sul campo della Ternana, vittoria sofferta per il Pescara sulla Salernitana.

ASCOLI – EMPOLI 1-2
Vantaggio Empoli alla fine dei primi 45 minuti grazie al gol di Krunic su assist di Zajc al 15’. Gli ospiti controllano un primo tempo molto fisico grazie alle proprietà di palleggio dei suoi, impedendo all’Ascoli di fare gioco. Nella ripresa arriva il raddoppio degli ospiti: al 66’ il tiro-cross di Ninkovic sorprende Lanni e si insacca in rete. Sotto di due reti l’Ascoli trova la forza di accorciare le distanze al 76’ con Ganz, che si avventa rapace sul cross di De Santis, ma non. L’Empoli, prossimo avversario del Parma, a punti da 11 partite consecutive (5 vittorie di fila) raggiunge il Frosinone in vetta alla classifica, per l’Ascoli terza sconfitta in 4 gare e salvezza che si allontana sempre più.

AVELLINO – CESENA 1-1
Tanto Avellino nel primo tempo, i biancoverdi insidiano più volte la porta difesa da Fulignati non riuscendo però a trovare la rete. Alla fine del primo tempo Cesena non pervenuto, o quasi, solo un tiro-cross di Laribi per i bianconeri. Stesso copione nella ripresa, l’Avellino spinge e il Cesena resiste; al 90’ la svolta della partita: l’Avellino passa in vantaggio sul rigore trasformato da Moretti. Passano solo quattro minuti e arriva la doccia fredda: il Cesena, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, acciuffa il pareggio con Cacia. Pareggio che alla fine non serve a nessuno, ma tiene entrambe le squadre in corsa per la salvezza.

BARI – FROSINONE 1-0
Frosinone sconfitto dopo sedici risultati utili consecutivi, decide la rete di Kozak al 18’ della ripresa. Nel primo tempo il Bari riesce a contenere gli assalti del Frosinone e deve dire grazie soprattutto al proprio portiere, Micai, autore di una splendida parata sul tiro di Ciofani, e a un pizzico di fortuna sulla rovesciata di poco a lato di Ciano. Nella ripresa i galletti spingono forte mettendo alle corde i ciociari e da corner di Galano, Kozak incorna in rete. Il Frosinone le prova tutte, mister Longo ordina il 4-2-4, ma non c’è nulla da fare, la partita finisce sull’1-0 per il Bari. Frosinone raggiunto in vetta.

CARPI – CREMONESE 1-1
Primo tempo di carattere per la Cremonese che si impone sul campo del Carpi. I padroni di casa falliscono un rigore (parato) al 15’ con Giorico, poi al 32’ Scappini (Cre) ribadisce in rete l’assist di Renzetti, portando i suoi in vantaggio. Nella ripresa gli ospiti incrementano ulteriormente il ritmo controllando la partita, i padroni di casa aspettano e pungono al 72’ con Melchiorri, fissando il punteggio sul definitivo 1-1. Risultato tutto sommato giusto che mantiene le due squadre in corsa per la zona play-off.

PESCARA – SALERNITANA 1-0
Il Pescara porta a casa una vittoria sofferta che li riporta in corsa per un posto ai play-off. Meglio i padroni di casa nella prima frazione, gli ospiti si affidano più che altro alle ripartenze veloci. Un’occasione per parte: il tiro di Zito (Sal) al 24’ scalda i guanti a Fiorillo, poi Pettinari (Pes) al 29’ impensierisce Radunovic che respinge corto, ma Mazzotta non ne approfitta. La partita è bloccata fino all’80’, quando Brugman porta in vantaggio il Pescara con una gran punizione all’incrocio. E’ il gol che taglia le gambe alla Salernitana, incapace di reagire fino al fischio finale.

PRO VERCELLI – BRESCIA 0-0
Nessun gol nello scontro diretto in zona play-out tra Pro Vercelli e Brescia. Partita vivace e interessante al Silvio Piola nel primo tempo; i padroni di casa provano a impensierire il Brescia un paio di volte, ma la vera occasione è il calcio di rigore fallito al 38’ da Bisoli (Bre) che spedisce fuori. Il secondo tempo è molto nervoso, entrambe le squadre si attaccano a viso aperto. Nel finale fioccano cartellini, Ghiglione viene espulso, si accende una rissa, vengono concessi 8 minuti di recupero, ma entrambe le porte rimangono inviolate al triplice fischio.

SPEZIA – VENEZIA 1-1
Punteggio onesto al Picco, un tempo per parte, un gol per parte. I lagunari partono forte nel primo tempo: il gol di Pinato al 1’ porta il Venezia a giocare un primo tempo in scioltezza, andando perfino vicino al raddoppio prima con Geijo e Stulac. Lo Spezia non ha la forza di reagire e chiude il primo tempo sotto nel punteggio. Nella ripresa lo Spezia fa valere il suo gioco, al 67’ arriva il pareggio firmato da Granoche su un’uscita a farfalle di Audero, poco più tardi Mastinu centra il legno. E’ 1-1 al termine dei 90’, la distanza in classifica rimane invariata.

TERNANA – VIRTUS ENTELLA 0-1
Colpaccio dell’Entella che a Terni conquista tre punti preziosissimi in chiave salvezza. Nessun gol al termine dei primi 45 minuti, ma la Ternana è andata vicinissima al vantaggio su corner battuto da Tremolada, la deviazione di Statella colpisce il palo e scatena il panico nell’area di rigore ospite, poi Iacobucci si ritrova la palla tra le mani. Nella ripresa sono ancora i padroni di casa a fare la partita, ma la palla non vuole entrare. In 9’ la Ternana colpisce tre legni: prima Valjent con un sinistro violento che si stampa sulla traversa, poi è Defendi che centra il montante con un preciso diagonale deviato quanto basta da Iacobucci; infine, sul tiro di Carretta a tu per tu col portiere, è ancora il palo a negare la gioia del gol ai padroni di casa. La dura legge del gol colpisce all’86’ ad opera di La Mantia. La ternana chiude in 10 per l’espulsione di Rigione, oltre al danno la beffa.

 

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie B