© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie C

Calcio e debiti, lo stillicidio continua: Pro Piacenza in crisi, giocatori minacciano sciopero

Calcio e debiti, lo stillicidio continua: Pro Piacenza in crisi, giocatori minacciano sciopero

Dalla vicina Piacenza arriva un altro caso, l’ennesimo, di calcio malato e debiti. Il Pro Piacenza, attualmente 15esimo nel campionato di serie C (girone A), è a un passo dal baratro e rischia seriamente di essere esclusa del campionato, causa il mancato pagamento degli stipendi. L’effetto immediato sarà una penalizzazione da scontare nella stagione in corso. Ma il rischio concreto è che la società piacentina guidata dall’imprenditore romano Maurizio Pannella venga esclusa dal campionato, con conseguente svincolo d’ufficio di tutti i propri tesserati.
Le ultime ore del Pro Piacenza sono state al quanto agitate, il direttore generale Massimo Londrosi ha depositato alla Procura della repubblica un esposto
contro Pennella “sulla gestione economico-finanziaria del Pro Piacenza affinché sia valutata dal pubblico ministero competente la condotta dell’amministratore (Pennella ndr.) sotto il profilo penale e siano in generale vagliate eventuali ipotesi di reato“. In queste ore, inoltre, i giocatori stanno decidendo se disertare la prossima gara di domenica in casa contro la Pro Vercelli. In testa il capitano Cristian Ledesma, centrocampista argentino con una lunga militanza in serie A con le maglie di Lecce e Lazio.
Di certo, non sono anni facili per il calcio professionistico emiliano-romagnolo: nel 2015 lo stillicidio iniziò con il Parma Fc, poi Cesena, Modena e Reggiana. E, a breve, potrebbe aggiungersi il Pro Piacenza, sebbene l’augurio è che tutto possa risolversi nel migliore dei modi.

(Foto Trongone)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie C