Entra in contatto:

Calcio Serie A

Parma-Siena: un gol di Bojinov lancia i gialloblù nei quartieri alti

Parma-Siena: un gol di Bojinov lancia i gialloblù nei quartieri alti

Aggiungete un posto al tavolo delle grandi. Il Parma di Guidolin è tornato a respirare i profumi paradisiaci dell'Europa. La vittoria per 1-0 contro il Siena (il risultato poteva essere più ampio) ha catapultato i crociati in quinta posizione, a sole cinque lunghezze dalla capolista Inter. Un traguardo che fa impazzire di felicità Â  una piazza che mai avrebbe pensato ad un avvio di campionato così scoppiettante.

L’1-0 contro il Siena porta la firma di Valeri Bojinov , abile a sfruttare uno dei tanti errori della difesa toscana. Giampaolo, espulso nei minuti di recupero per proteste, dovrà lavorare molto per registrare l’assetto difensivo della sua squadra, apparso molto approssimativo. Terzi e Brandao, i due centrali, hanno regalato occasioni a grappoli agli emiliani che però non sono riusciti a sfruttare, neanche quando Fini ha tirato una manata in faccia a Morrone ed è stato espulso, lasciando i suoi in dieci uomini per circa un’ora. Errori a parte, il Parma ha meritato i tre punti, soprattutto nel primo tempo, quando ha creato almeno cinque limpide occasioni per sigillare l’incontro. Il Siena, invece, è stato assente ingiustificato per tutti i primi 45 minuti, tant’è che Mirante ha compiuto la prima parata solo al 39’ (tiro telefonato di Genevier). In casa Siena resta qualche rammarico per l’arbitraggio di Brighi (insufficiente) che due volte ha tirato fuori il cartellino rosso e sei volte quello giallo, sebbene la partita sia stata sostanzialmente corretta.

I due tecnici si sono affrontati a viso aperto sin dai primi minuti. Guidolin con il 3-5-2 e Giampaolo con il 4-3-1-2. Pochissime le novità rispetto alle anticipazioni della vigilia: Lucarelli ha vinto il ballottaggio con Paci e Ghezzal con Calaiò. A centrocampo il Parma ha dominato per tutta la gara, grazie anche all’aggressività e alla mobilità di Galoppa e Morrone, due maratoneti. Sulle fasce, invece, la mancanza di spinta da parte di Rosi e Del Grosso hanno incoraggiato le scorazzate di Zenoni e Castellini. La giornata no di Maccarone, chiuso nella morsa Panucci-Zaccardo, ha fatto il resto.

Il gol del Parma arriva subito in apertura, cioè al 6’ quando Terzi sbaglia un rinvio e aziona Amoroso, il quale serve al limite dell’area Dzemaili che di prima confeziona un perfetto assist per Bojinov: il bulgaro calcia forte con la punta del piede destro e trafigge Curci (1-0). Il gol manda il tilt i toscani che in 30 minuti rischiano di subire il secondo gol in più occasioni: al 18’ con Dzemaili (diagonale respinto con i piedi da Curci), al 21’ con Panucci (colpo di testa che accarezza la traversa), al 31’ con Bojinov (tiro alto a porta vuota dopo un bel assist di Zenoni) e al 35’ con Amoruso (calcia fuori a due passi dalla linea di porta). Giampaolo corre ai ripari nella ripresa inserendo subito Jajalo (per Genevier) e poco dopo Ekdal (per Codrea). Per assurdo i toscani sono più pericolosi in dieci che in undici uomini, complice anche alcune disattenzioni del Parma che si fa sorprendere in contropiede da Maccarone, sebbene il suo diagonale finisca di pochissimi centimetri oltre il palo. Gli emiliani, invece, continuano a divorarsi l’impossibile, prima con Amoruso e Galoppa (tiri dal limite parati da Curci) e poi due volte con Paloschi (entrato al posto di Bojinov) che di testa impegna il portiere. Il finale è incandescente perché il Siena protesta per un presunto contatto al limite dell’area, Giampaolo alza la voce e viene allontanato dalla panchina. Al triplice fischio finale scoppia la festa del Tardini.

PARMA – SIENA 1-0
Marcatori: pt 6’ Bojinov

PARMA (3-5-2): Mirante; Zaccardo, Panucci, Lucarelli 6; Zenoni, Dzemaili (32’ st Lunardini), Morrone, Galoppa, Castellini; Bojinov (18’ st Paloschi), Amoroso.

A disp. Pavarini, Antonelli, Dellafiore, Paci, Lanzafame. All. Guidolin

SIENA (4-3-1-2): Curci; Rosi (35’ Calaiò), Terzi, Brandao, Del Grosso; Vergassola, Codrea (16’ st Ekdal), Fini; Genevier (1’ st Jajalo); Ghezzal, Maccarone.

A disp. Pegolo, Garofano, Larrondo, Reginaldo. All. Giampaolo

ARBITRO: Brighi di Cesena 5

NOTE: spettatori 15.261 per un incasso di 135.596,68 euro. Espulsi: 34’ Fini per fallo di reazione, 48’ st Giampaolo per proteste. Ammoniti: Ghezzal per comportamento scorretto, Lucarelli, Morrone, Paloschi, Castellini e Rosi per gioco falloso. Recupero: pt 1’; st 4’. Angoli 9-3 per il Parma.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Serie A