Entra in contatto:

Calcio Serie A

Il Parma perde pure a Cagliari (2-0). Settima sconfitta in nove partite

Il Parma perde pure a Cagliari (2-0). Settima sconfitta in nove partite

Crisi, caduta libera, involuzioneà¢â‚¬Â¦ A voi la scelta, tanto il risultato non cambia: settima sconfitta in nove partite. O se volete: due punti in nove partite. A Cagliari finisce 2-0, dopo un primo tempo disastroso, …

con la difesa ubriacata dai dribbling di Cossu e dalle invenzioni di Lazzari, e da una preoccupante inconsistenza offensiva. Entrambi i gol nascono da due azioni sulla sinistra, la fascia di Zenoni e Paci. Di Lazzari (decisiva la deviazione di Zaccardo) e Matri o gol della partita. Guidolin è partito con il 3-5-2 (fuori Galoppa, esordio per Crespo)), ma ha cambiato volto alla squadra due volte, ottenendo qualche risultato solo nel secondo tempo (sul 2-0) quando la squadra ha reagito con carattere ma anche con scarsa lucidità sotto porta. Valiani ha colpito un palo e il portiere Agazzi ha compiuto due parate pesanti sul risultato finale. Peccato che il secondo gol sia arrivato nel momento migliore dei crociati.
Il Cagliari continua ad essere più intraprendente del Parma anche dopo l’1-0; il centrocampo è troppo vicino alla linea dei tre difensori e troppo lontana da Crespo e Biabiany. Al 22’ il tecnico gialloblù capisce che la squadra sta soffrendo oltremisura il gioco sulle fasce e così decide di stravolgere l’assetto tattico, passando ad un più prudente 4-5-1, con Biabiany a destra e Castellini a sinistra; arretrando Zenoni sulla linea dei difensori.
Ad inizio ripresa Guidolin cambia ancora e non potrebbe essere diversamente, l’intento è quello di rivitalizzare una squadra confusa e sfiduciata, senza spinta sulle fasce e senza inventiva alle spalle di Crespo. Dentro Antonelli e Galoppa, fuori Castellini e Lunardini. Cambia ancora il modulo: dal 4-5-1 al 4-2-3-1 (Valiani regista, Antonelli e Biabiany esterni). La vittoria dei sardi è meritata, non ci sono dubbi, anche se con un pizzico di fortuna il Parma avrebbe potuto riaprire l’incontro; adesso Morrone e soci sono sempre più giù in classifica e sempre più vicini alla zona retrocessione.

Stefano Pertoldi


PRIMO TEMPO


3’ Gol annullato al Cagliari per fuorigioco di Matri, dopo una bella triangolazione all’interna dell’area di rigore tra l’attaccante e Cossu.

6’ GOL CAGLIARI: Lazzari affonda sulla sinistra fino al limite dell’area piccola, poi calcia in porta e trova la fortunosa deviazione di Zaccardo che inganna Mirante e finisce in rete (1-0).

15’ Cross dalla sinistra di Castellini, ma Agazzi anticipa Crespo in uscita.

17’ Discesa di Cossu sulle sinistra (ancora una volta lasciato solo), tiro forte ed angolato, Mirante respinge a pugni chiusi in angolo.

25’ Lazzari serve in profondità Nenè, il quale punta la porta e conclude a rete (disturbato da Zenoni), palla sopra la traversa.

28’ Biabiany trova un varco sulla destra e prova sorprendere Agazzi con un tiro sul primo palo. Il portiere respinge, anticipando anche Crespo che era a due passi dalla linea di porta.

29’ Crespo controlla un buon pallone al limite dell’area, serve Morrone che di prima intenzione appoggi per Valiani: rasoterra dal limite dell’area che batte Agazzi ma sbatte sul palo. Poi la difesa del Cagliari libera.

34’ Cross di Cossu dalla destra, colpo di testa centrale di Nenè. Mirante para senza problemi.

39’ GOL CAGLIARI: Nenè è libero sulla sinistra di inventare un cross al centro dove Matri si libera della marcatura di Lucarelli e segna con un preciso colpo di testa.

43’ Cross dalla sinistra di Castellini, Canini trattiene Paci per la maglia, all’interno dell’area di rigore, il difensore perde l’equilibrio e cade a terra, ma per l’arbitro non è rigore.

SECONDO TEMPO

4’ Conclusione da fuori area di Valiani che si spegne sopra la traversa.

6’ Angola di Galoppa, al centro dell’area Paci si fa largo e colpisce di testa; Agazzi para con un tuffo sulla sua sinistra.

9’ Buona iniziativa di Valiani che dalla destra serve un cross pennellato per la testa di Biabiany che anticipa in velocità Canini, ma il pallone sfiora di pochi millimetri il palo opposto. Grossa occasione per il Parma.

11’ Occasione per il Cagliari: Conti al volo per Matri, girata di destro debole e centrale.

22’ Il Parma è ancora vivo: Antonelli impegna Agazzi con un missile di sinistro, sulla ribattuta il portiere si supera ancora respingendo una rovesciata di Crespo.

32’ Ancora Parma: Valiani prova la conclusione in porta con il sinistro, ma virgola il pallone che diventa un assist per Galoppa, il quale tira debolmente tra le braccia del portiere.

36’ Zaccardo salva sulla linea di porta una conclusione a botta sicura di Larrivey, smarcato da un preciso passaggio di Parola.

41’ Ottima giocata di Antonelli che salta due uomini e si presenta a tu per tu con il portiere che lo anticipa di un soffio.

CAGLIARI – PARMA 2 – 0
Marcatori: 6’ Lazzari, 39’ Matri.

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Canini, Ariaudo, Astori, Agostini; Barone, Conti, Lazzari (26’ st Parola); Cossu; Nenè (35’ Larrivey), Matri (17’ st Jeda).
A disposizione: Vigorito, Dametto, Naingolan, Ragatzu.
Allenatore: Allegri

PARMA (3-5-2)
: Mirante; Paci, Zaccardo, Lucarelli; Zenoni, Valiani, Lunardini (1’ st Galoppa), Morrone, Castellini (1’ st Antonelli); Biabiany (16’ st Bojinov), Crespo.
Allenatore: Guidolin
A disposizione: 1. Pavarini, Dellafiore, Lanzafame, Galassi.

Arbitro: Russo di Nola
Note: Cielo sereno, terreno in buone condizioni. Ammoniti Lunardini (16’), Conti (20’), Bojinov (43’ st). Angoli 0-13 per il Parma. Recupero: pt 1’; st

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA