Connect with us

Calcio Serie A

Il Parma chiude con un pareggio. Gol Bojinov, autorete Feltscher

Il Parma chiude con un pareggio. Gol Bojinov, autorete Feltscher

Cagliari. Giù il sipario, il Parma chiude la stagione 2010-2011 al 12esimo posto in classifica (46 punti, insieme a Chievo e Catania), dopo un buon pareggio a Cagliari (1-1), onorando fino alla fine un campionato iniziato con ben altri obiettivi.

E’ il sesto risultato utile consecutivo dell’era Colomba, una cavalcata impressionante che ha portato alla salvezza con due giornate di anticipo. Un gol del redivivo Bojinov nel primo tempo, aveva illuso i crociati, pimpanti e e ben messi in campo per 45 minuti, poi uno sfortunato autogol di Feltscher ha riportato la partita in parità. L’1-1 finale accontenta entrambe le squadre, soprattutto il Parma che ha avuto l’occasione di fare esordire quelli che potrebbero essere i giocatori del futuro, Ze Eduardo, Filipe Olivera e Defrel. Il Cagliari interrompe la serie negativa di 4 sconfitte consecutive, ma non raddrizza un finale di stagione disastroso. Considerazioni a parte, il pareggio non fa una grinza.

LA TATTICA. Il clima di festa che si respira al Sant’Elia non fa cambiare idea a Colomba: modulo 4-4-2. Le novità sono nell’undici titolare, anche a causa delle numerose assenze, dove il tecnico propone soluzioni inedite e giocatori poco utilizzati. In difesa Angelo fa il terzino destro, Feltscher e Paci i centrali. In mezzo al campo Morrone e Galloppa (finalmente titolare). In attacco scelte obbligate: Giovinco e Bojinov. Il Parma perde Morrone per infortunio (ferita al volto) dopo appena 33 minuti (al suo posto Ze eduardo)
Il Cagliari di Donadoni, reduce da 4 sconfitte consecutive,si schiera con il 4-3-1-2: Lazzari (in regia) e Conti (davanti alla difesa) sono le due menti del centrocampo, alle spalle della coppia Ragatzu-Acquafresca.
Il Parma predilige il gioco sulle fasce, il Cagliari è abituato a spingere per vie centrali.

PRIMO TEMPO. Cagliari e Parma hanno voglia di chiudere la stagione con una vittoria, il ritmo della gara è alto, il pressing è costante. Ma la partita non decolla e i due portieri possono dormire sonni tranquilli. La prima occasione arriva solo al 20′: Agostini crossa dalla sinistra, Biondini fa il velo e Ragatzu si trova tra i piedi una palla che chiede solo di essere messa in rete, ma il suo sinistro è sporco e termina di poco a lato, grazie anche ad una leggera deviazione di Pavarini.
Al 25′ Galloppa mette in difficoltà Morrone con un passaggio suicida, ne approfitta subito Lazzari che calcia di prima intenzione, un bolide di sinistro che si stampa sulla base del palo. Il rimpallo favorisce Acquafresca, collo pieno centrale, Pavarini respinge a pugni chiusi.
Al 35 ‘il Parma passa in vantaggio: Valiani lancia Giovinco, la “formica atomica” entra in area e serve al centro Bojinov; il bulgaro è il più lesto di tutti e con la punta del piede trova il gol (0-1). Al 38’ Giovinco sfiora il secondo gol: punizione da posizione angolata, traiettoria centrale, Agazzi devia in angolo.

SECONDO TEMPO. Il cagliari parte forte e si riversa nella metà campo del Parma. Il pressing porta i suoi frutti al 10′, dopo un calcio d’angolo e un innocuo colpo di testa di Astori che Feltscher devia maldestramente in gol, con un altro colpo di testa, ingannando tutti, Pavarini compreso (1-1).
il gol galvanizza i sardi: al 13′ punizione centrale di Gobbi (tiro rasoterra), Pavarini blocca senza problemi. Al 17′ il parma prova a reagire: diagonale rasoterra di Gobbi, Agazzi para a terra.
Al 22′ Colomba fa esordire in maglia crociata Felipe Olivera (al posto di Bojinov), il modulo diventa un 4-5-1. Una scelta ambigua, perché il Parma gioca gli ultimi 25 minuti senza una punta di ruolo. Le conseguenza sono logiche: baricentro basso, difesa troppo schiacciata all’indietro e attacco senza peso. Il Cagliari capisce che può osare e Donadoni ordina ai suoi di passare al 3-4-2-1. Le modifiche, però, non portano frutti, anzi nel finale è il Parma a sfiorare il gol con un bel sinistro di Giovinco che Agazzi para in due tempi.

CAGLIARI – PARMA 1 – 1
Reti:
pt 34′ Bojinov; st 10′ aut. Feltscher

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Canini, Ariaudo (36′ st Ceppellini), Astori, Agostini (18′ st Perico); Biondini, Conti (Cap.), Nainggolan; Lazzari; Ragatzu (27′ st Missiroli), Acquafresca.
A disposizione: Pelizzoli, Laner, Dametto, Magliocchetti. All. Donadoni.
PARMA (4-4-2): Pavarini; Angelo, Feltscher, Paci, Gobbi; Valiani, Galloppa, Morrone (33′ pt Ze Eduardo), Modesto (36′ st Defrel); Giovinco, Bojinov (dal 22′ s.t. Filipe Oliveira).
A disposizione: Russo, Zaccardo, Candreva, Pisano.
All. Colomba.

Arbitro: Velotto di Grosseto
Note: pomeriggio soleggiato terreno in buone condizioni. Spettatori 8mila circa. Ammoniti Angelo e Giovinco. Angoli 7-6 per il Cagliari. Recupero: 2′ pt; 2′ st.

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Calcio Serie A

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi