Entra in contatto:

Calcio Serie A

Corrado esce allo scoperto e conferma di voler acquistare il Parma, “ma la strada è in salita”

Corrado esce allo scoperto e conferma di voler acquistare il Parma, “ma la strada è in salita”

Giuseppe Corrado esce allo scoperto e, in un’intervista esclusiva a Stadiotardini.it, ammette il suo interessamento ad acquistare il Parma. : “Essendo della città mi sono prestato per aggregare un po’ di persone e avere ancora una squadra tra i professionisti, ma con gli attuali presupposti la strada è ancora molto in salita. Vedremo come andrà di qui al 9 giugno”. Una conferma importante che accende l’entusiasmo di un’intera tifoseria, anche perché quello di Corrado è atto d’amore verso il club crociato che rischia di sparire dal calcio professionistico. “Oltre a noi – continua Corrado a Stadiotardini – ci sono anche altre cordate importanti in corsa. Spero proprio che arrivi una proposta con una offerta e un programma credibili, che è l’unico aspetto che conta, perché il Parma deve restare nell’Olimpo del Calcio e non scendere tra i dilettanti. Chi ama Parma deve prestarsi per questo. E io, essendo di Parma, sollecitato da più parti, sto cercando di trovare persone come me che amano Parma e vedere se riusciamo in questa impresa. Ma oggi come oggi non ci sono i presupposti; ci sono troppe turbolenze, la situazione amministrativa non è chiara e non si sa quanto è l’ammontare del debito sportivo…”.

Nessuna indicazione, invece, sui componenti della cordata: “Su questo punto mi deve consentire riservatezza e poi non è un dettaglio importante: ci sono persone che si fidano di me, ma che non vogliono essere sovraesposte. Diciamo che sono persone credibili, affidabili, ma di cui per riservatezza, appunto, non posso dire altro”.

L’ad di The Space Cinema ed ex dirigente di Barilla e Fininvest, non vuole sentire pronunciare la parola serie D: “Non si può essere interessati alla serie D, né attrezzarsi per quello. Uno mica si attrezza per fare un funerale… Io, anzi, mi sarei aspettato che i media a conoscenza di questo stigmatizzassero questo fatto! E’ come se uno malato malato va in ospedale e anziché curarlo si apprestano a fargli il funerale… Poi se uno muore è un altro discorso, ma fin che è ancora vivo non è proprio il caso. E, ribadisco, avrei voluto che i media dicessero che questa situazione non fa onore né alla città, né agli industriali. Un funerale non è mai una opzione da porsi fin che uno è in vita: poi, dopo che è morto, si farà sì che il funerale sia il più decoroso possibile. Io, onestamente, non so chi fossero quegli industriali, me ne hanno solo parlato… Io dico che bisogna fare le cose per bene, anche per evitare di fare due anni di gloria, per poi ricadere nella polvere. Una squadra come il Parma, che è una delle più blasonate a livello europeo e italiano negli ultimi 20 anni e che ha raccolto risultati importanti, merita un palcoscenico adeguato. Se uno ama il calcio e la città deve dire: io ci provo. Ed è quello che sto facendo io”.

Nell’affare è coinvolto anche il figlio 25enne, Giovanni Corrado, che poco prima del padre aveva confermato l’interesse ad acquistare il Parma ai microfoni di Teleducato. Infine una frecciatina alla Lega Calcio per la richiesta di “restituire” i 5 milioni di euro versati nelle casse del club per consentire di arrivare a fine stagione: “Sarebbe una vergogna: l’ennesima dimostrazione di quelli che è l’approccio italiano ai problemi. Quando c’è un problema si fa finto di averlo risolto, poi, appena tutto si sistema, ci si dimentica delle promesse fatte: serviva che il Parma finisse il campionato? Bene, allora hanno dato garanzie alla Lega che tutti si autotassassero per dar finire il campionato. Poi il Parma ha onorato i patti vincendo anche partite importanti e, adesso, alla fine, i soldi dati dovrebbero essere restituiti. Questi soldi, se inseriti nel debito sportivo, lo vanno ad aumentare ulteriormente di altri cinque milioni. Spero che non sia vero, se no stanno buttando un altro masso sul Parma”.

Commenti
Pubblicità

Commenti Recenti

Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Serie A