Connect with us

Calcio Serie A

Donadoni: “Dobbiamo vivere alla giornata”

Donadoni: “Dobbiamo vivere alla giornata”

Il gemellaggio con i “cugini” della Sampdoria e il tabù Marassi sono due ingredienti piccanti sulla sfida di domani contro il Genoa. L’unico successo del Parma contro il Genoa, fuori casa, risale al gennaio 1994. La squadra di Donadoni è reduce dalla bellissima vittoria contro la Juventus che ha portato l’entusiasmo a mille tant’è che in città qualcuno è tornato a parlare di salvezza. Non Donadoni, che durante la conferenza stampa di oggi a Collecchio, ha spiegato a chiare lettere che in questo momento “dobbiamo viviamo alla giornata”. Ecc ole sue parole:

DUE RIENTRI IN DIFESA: “Devo valutare in queste ore le condizioni di tutti, perché diversi giocatori hanno qualche problemino fisico che appunto va valutato. Lucarelli ieri ha fatto un lavoro diverso perché sabato ha giocato 90 minuti con la Primavera e anche Costa è da valutare”.

VIVERE ALLA GIORNATA: “Affrontiamo giornata dopo giornata sapendo comunque le difficoltà che ci sono e che vanno comunque affrontate. Cercheremo di fare il nostro dovere fino in fondo, dando il massimo, come abbiamo fatto fin qui. Non siamo nelle condizioni di poter predire nulla, ancora di più rispetto al passato, dobbiamo vivere alla giornata”.

 LA STIMA DELLA SOCIETA’: “Non è compito mio stimare il Parma, non so rispondere. Non ha un prezzo che io possa definire in termini economici, davvero non so rispondere”.

MAURI: “La sua storia non va riassunta in un gol, Josè è un ragazzo giovane che deve fare ancora tanta strada. Ma se deve ambire a traguardi importanti, deve ancora crescere e sacrificarsi molto. Questo discorso vale per lui come per altri in questa squadra meno giovani che ancora non hanno mostrato tutte le loro potenzialità. Nell’ultimo periodo ho visto più determinazione da parte della squadra di voler arrivare in area di rigore e i risultati si sono visti”.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti

Commenti Recenti

Altro in Calcio Serie A