Connect with us

Calcio Serie A

La serie A alle 21:45, cresce il dissenso

La serie A alle 21:45, cresce il dissenso

In questi ultimi giorni monta la protesta per le partite di serie A alle 21,45. Il Parma ne sa qualcosa: martedì contro il Genoa e domenica contro l’Inter l’orario è sempre lo stesso (21,45). Dalle associazioni di consumatori agli addetti ai lavori il coro è quasi unanime: orario indecente.

“È assurdo giocare alle 21.45 – ha detto Claudio Pasqualin, avvocato e procuratore sportivo -. L’orario più fruibile dai tifosi italiani costretti a stare davanti alla tv è quello delle 21. La Lega si è piegata ad una richiesta dell’Aic che è davvero irragionevole. L’ideale sarebbe giocare alle 18 e alle 21 anziché seguire interessi corporativi che penalizzano l’utente e non soddisfano l’interesse finale dei calciatori”. Parole che al momento sembrano cadere nel vuoto, con l’Assocalciatori che difende la propria scelte delle 21,45 e le tv che non muovono un dito.

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Calcio Serie A

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi