Connect with us

Calcio Serie A

L’accusa di Ramirez (Samp): «Alcune squadre hanno nascosto casi di coronavirus»

L’accusa di Ramirez (Samp): «Alcune squadre hanno nascosto casi di coronavirus»

E’ un’accusa pesante quella che arriva da Gaston Ramirez, l’uruguaiano della Sampdoria, che attraverso le colonne del quotidiano Il Secolo XIX ha gettato forti sospetti su alcune imprecisate squadre di serie A nella gestione dell’emergenza coronavirus. Parole che al momento non trovano conferme in serie A, ma alimentano i sospetti:

“Sono giornate dure, sentire di tutti quei morti… Io e la mia famiglia stiamo bene grazie al cielo, consapevoli che dobbiamo dare il nostro contributo, stando a casa. Abbiamo affrontato la nostra emergenza con tranquillità, sentendo spesso i nostri compagni contagiati, che ci hanno sempre tranquillizzato sulle loro condizioni. La Sampdoria non ha tenuto nascosto nulla, tante altre squadre sì; e non capisco perché. E’ una mancanza di rispetto verso chi è stato trasparente e verso le persone che sono entrate in contatto con i contagiati. Rivelare di avere il virus non è una macchia sulla fedina penale, è questione di salute, di etica. Se si vuole vincere la guerra bisogna isolare i contagiati. Qualcuno pensa seriamente che in serie A solo la Sampdoria abbia avuto 5, 6 o 7 contagiati?”.

 

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -
Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -

Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi