Connect with us

Calcio Serie A

Si gioca, ma basta ipocrisie

Si gioca, ma basta ipocrisie

La serie A torna in campo per evitare un disastro economico di proporzioni gigantesche, considerando che è ricoperta di debiti (2,5 miliardi). E’ l’unica ragione della ripresa, del ritorno in campo. Il resto non conta, perché se la serie A riuscirà ad arrivare in fondo sarà un campionato falsato, senza tifosi e dopo 3 mesi di stop, con ritmi blandi e infortuni a raffica (vedi la Bundesliga).

Che sia chiaro, un’industria come il calcio è giusto che provi a ripartire, per difendere i propri interessi (debiti), i tanti posti di lavoro e salvare il salvabile. Ma ora basta ipocrisia, anche perché il virus del Covid-19 è ancora in circolazione, produce vittime e milioni di italiani non avranno la fortuna di fare test e tamponi ogni 4 giorni, come i calciatori.
Gravina e i presidenti la smettano di ripetere in coro che “la ripartenza del calcio è un messaggio di speranza per tutto il Paese”. Perché queste parole sono un insulto a tutta quella gente che ha avuto a che fare con il virus e con la morte. Quindi, basta ipocrisie e finti moralismi. Giocate a bocche chiuse e salvate il salvabile. E intanto pensate a riformare il calcio perché così, tra debiti, plusvalenze fittizie e guerre interne, non si può andare avanti per molto tempo.

 

Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Calcio Serie A

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi