Connect with us

Calcio

UFFICIALE: serie A a porte chiuse fino al 3 aprile

UFFICIALE: serie A a porte chiuse fino al 3 aprile

Un mese a porte chiuse. E’ questa la decisione della Lega Calcio, confermata attraverso un comunicato emesso in serata. Una decisione che rispetta le nuove disposizioni del governo.
“Tenuto conto – afferma in una nota la Figc – delle disposizioni emanate e delle ulteriori indicazioni ricevute dal Governo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e salvaguardare la salute pubblica, al fine di evitare l’interruzione della competizione sportiva, nonché di assicurarne lo svolgimento e consentirne la conclusione, la Figc ha disposto con apposito provvedimento, fino a nuova determinazione, che si giochino a porte chiuse tutte le gare organizzate dalla Lega Serie A”.

Un mese di calcio a porte chiuse, dunque, e il campionato di calcio può ripartire. La soluzione, ancorché parziale, dell’ingorgo del calendario arriva con la decisione del governo di fermare l’afflusso del pubblico negli stadi fino al 3 aprile.
Il consiglio della Lega – scrive l’Ansa – ha ratificato un accordo tra i club che prevede di riprendere dalle partite sospese facendo slittare un turno. Così, Juventus-Inter sarà domenica sera, ufficialmente senza pubblico, non appena il premier Conte firmerà il Decreto già annunciato. E anche le altre partite della 26a giornata da recuperare si giocheranno tutte domenica (con Milan-Genoa che oscilla tra le 12.30 e le 18), due partite alle 15 (Parma-Spal e Sassuolo Brescia), Udinese-Fiorentina alle 18 e Sampdoria-Verona come anticipo del sabato. Perché tutto diventi ufficiale, si aspetta il nuovo Dpcm.

 

LE PARTITE DEL PARMA A PORTE CHIUSE

8 MARZO – Parma – Spal
11 MARZO – Torino-Spal
15 MARZO – Genoa-Parma
22 MARZO – Parma-Inter
* le date e il calendario non sono ufficiali

 

“Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina – spiegano le nuove disposizione governative -, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d).

Commenti su Facebook

Commenti

SportParma
Commenti
Contenuto non disponibile senza accettazione normativa privacy (GDPR).
Perfavore accetta la nostra policy sulla privacy e i cookie cliccndo ACCETTA sul banner
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement
Advertisement

Altro in Calcio

Cliccando "ACCETTA" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br>Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) -<br><br> Maggiori informazioni/More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi