Connect with us

Calcio Serie A

Rabbia Parma: doppio vantaggio, poi 7' di recupero e rimonta Genoa

Rabbia Parma: doppio vantaggio, poi 7' di recupero e rimonta Genoa

GENOVA – Rabbia e incredulità . Il Parma passa dall'euforia del 2-0 alla delusione del 2-2, dopo un primo tempo e un inzio ripresa ad alti livelli. Poi il disastro: il baricentro si abbassa e le forze diminuiscono, fino agli ultimi minuti infernali e pieni di polemiche.

L’arbitro Romeo concede 7 minuti di recupero, quelli necessari per consentire ai padroni di casa di pareggiare (doppietta di Palacio) e per scatenare l’ira dei crociati (dopo il 2-2 espulso Lucarelli). Al triplice fischio finale lo sguardo di Donadoni è glaciale, incredulo per il suicido della propria squadra, proprio quando stava assaporando il gusto dei tre punti. Dopo un primo tempo quasi perfetto e dopo che Giovinco si è divorato il 3-0 per un dribbling di troppo. Pareggio ingiusto, dunque, anche perché il Genoa è sembrata una squadra senza una precisa identità e con troppi problemi in difesa. Di Gobbi e Floccari i gol del Parma, ma per una strana maledizione tutti e due i giocatori escono dal campo per infortunio. Rabbia e incredulità, ma anche sfortuna, come in occasione del rigore di Palacio, parato da Mirante e poi finito nuovamente sui piedi dell’argentino che segna il 2-1.
Donadoni insiste con il 3-5-2, una scelta mirata a consolidare un sistema di gioco che garantisce maggiore stabilità al reparto difensivo. Biabiany a destra e Musacci al posto di Morrone le novità. L’ex Marino cambia ancora abito e fa indossare al suo Genoa il 4-3-1-2 con Belluschi alle spalle della coppia Jankovic-Palacio. Modulo interpretato molto male dai centrocampisti, meglio nella ripresa quando Marino passa al 4-4-2.
Primo tempo a corrente alterna per tutte e due le squadre, ma il Parma non sbaglia niente in difesa, agevolato anche dal gol a freddo di Gobbi (sinistro dal limite che si infila nell’angolino basso) che manda alle ortiche le strategie del Genoa, troppo confusionario nella costruzione del gioco. Al 10′ i rossoblu hanno una buona occasione per pareggiare: Palacio lavora un buon pallone sulla sinistra, poi crossa basso al centro dell’area, ma Jankovic è calcia male. Al 24′ cio prova Musacci con un destro sporco da fuori area (a lato). Al 39′ velenoso calcio d’angolo di Giovinco, Frey respinge con i pugni. Al 39′ rasoterra ravvicinato di Palacio, Mirante si supera e respinge con i piedi.
La partita cambia nel secondo tempo: prima il Parma segna il 2-0 con Floccari (in scivolata), dopo un micidiale contropiede di Biabiany (40 metri palla al piede) e un violento destro di Giovinco parato da Frey, con l’aiuto del palo. Poi i crociati commettono l’errore di abbassare troppo la linea della difese e regalare campo agli avversari. Al 21′ Mirante sbaglia i tempi dell’uscita ma viene graziato da Jankovic (sinistro fuori). Al 31′ ancora jankovic (colpo di testa angolato, Mirante vola e devia). Al 32′ Modesto anticipa di testa Ze Eduardo (cross di Constant), ma il pallone finisce sul braccio. Per l’arbitro è rigore. Palacio si presenta sul dischetto, mirante para ma non può nulla sulla ribattuta (2-1). Il gol carica Marassi e il Genoa. Marino manda in campo anche Ze Eduardo. Al quinto minuto di recupero arriva la doppietta di Palacio: Valiani non segue la linea del fuorigioco e tiene in gioco l’argentino che si presenta a tu per tu col portiere e non sbaglia. Finisce 2-2, il Parma si morde le mani.

GENOA – PARMA 2-2
Marcatori
: pt 6′ Gobbi; st 8′ Floccari, 33′ e 51′ Palacio

GENOA (4-3-1-2): Frey; Rossi, Granqvist, Kaladze, Moretti; (23′ st Zè Eduardo) Kucka, Veloso (12′ st Mesto), Constant; Belluschi (44′ st Jorquera); Jankovic, Palacio.
A disp. Lupatelli, Carvalho, Birsa, Alhassan. All. Marino
PARMA (3-5-2): Mirante; Zaccardo, Ferrario, Lucarelli; Biabiany, Musacci (12′ st Morrone), Mariga, Galloppa, Gobbi (26′ pt Modesto); Floccari (16′ st Valiani), Giovinco.
A disp. Pavarini, Santacroce, Jonathan, Okaka. All. Donadoni

Arbitro: Romeo di Verona
Note: spettatori 20mila circa. Espulso Lucarelli per proteste. Ammoniti Biabiany, Musacci, Valiani e Mirante. Recupero 2′ pt, 7′ st.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA