Connect with us

Calcio Serie A

Parma, ecco il regalo di Natale: vittoria nel derby di Bologna (2-1)

Parma, ecco il regalo di Natale: vittoria nel derby di Bologna (2-1)

Il derby della via Emilia se lo porta a casa il Parma con un 2-1 in rimonta frutto di una prestazione attenta e tatticamente senza sbavature nella prima frazione, più spavalda e concreta sotto porta nella seconda quando – nonostante lo svantaggio – in due minuti ribalta il match con un gol spettacolare di Valdes da 30 metri e poi con un’altrettanta bella girata di Sansone.

Parma che non vinceva a Bologna da 14 anni e si presenta al Dall’Ara con la stessa formazione che ha affossato il Cagliari, eccetto Santacroce al posto dello squalificato Paletta. Belfodil è preferito ad Amauri e l’attaccante franco-algerino ricambia con una prestazione generosa, non altrettanto Biabiany ancora sotto tono e poco utile là davanti.
Ripercorrendo il film della partita fermiamo la pellicola al minuto 2,44 quando Belfodil sulla sinistra punta l’avversario, filtra in aerea e mette in mezzo dove nessuno, Biabiany per primo, è pronto a ribadire in rete. Le squadre sono ben messe in campo, tatticamente nulla da rilevare ed il risultato è che lo spettacolo e le azioni degne di nota latitano. La punizione di Diamanti al 7’ per esempio è sì pericolosa e appena sopra la traversa ma Pavarini è in traiettoria. Così come il tiro centrale di Marchionni 4 minuti più tardi, bloccato senza affanni da Agliardi. Chi potrebbe fare male, al 16’, è Gabbiadini che sugli sviluppi di un corner e di una deviazione aerea in mischia si trova in buona posizione per battere a rete ma la conclusione è un cross deviato da Gobbi.

Nella parte centrale della prima frazione Bologna con il pallone saldamente fra i piedi e Diamanti che ha la possibilità di svariare sul fronte avversario senza tuttavia trovare lo spunto per far male, merito della linea difensiva gialloblu che concede poco o nulla. Ed alla fine risulta più incisivo il Parma in attacco: Sansone al 21’ ci prova due volte, nel primo caso con una conclusione da distanza siderale che trova Agliardi pronto a distendersi e sulla sua respinta il numero 21 crociato si ripresenta senza inquadrare lo specchio della porta. Al 34’ si vede anche Biabiany, fino a quel momento latitante dal gioco. Riceve palla sulla sinistra, qualche falcata e diagonale potente sul primo palo a cui l’estremo rossoblu dice di no. Sul finire ci riprova Gabbiadini (37’) senza far paura a Pavarini e Perez con una fiammata poco sopra la traversa. Tutto qui nel primo tempo.
Incipit della ripresa ancora nel segno del Parma con Biabiany che dopo 2 giri di orologio salta l’avversario e mira l’angolino più lontano con la palla che sfila a lato. Pioli cambia qualcosa togliendo Gabbiadini e buttando nella mischia Kone, l’uomo rossoblu dei miracoli negli ultimi due match, che si accomoda in compagnia di Diamanti dietro a Gilardino. E’ l’innesco della miccia. Minuto 9: punizione dalla destra di Diamanti e proprio Kone in deviazione aerea colpisce il palo, lo stesso Diamanti si avventa sulla sfera che carambola nei piedi di Sorensen. Pronta la sua girata e Pavarini è battuto.

La reazione del Parma è immediata visto che il pareggio è raggiunto solo 120 secondi più tardi con una staffilata spettacolare da almeno 30 metri di Valdes che si infila sotto l’incrocio dei pali. Gol da applausi. 1-1 e palla di nuovo a centrocampo.
Ed è altrettanto immediato e spettacolare il sorpasso. Al 21’ Gobbi mette la freccia lungo l’out sinistro, cross preciso a centro area per l’accorrente Sansone che in prima battuta gira in rete. Uno-due micidiale del Parma che si carica ulteriormente di adrenalina e prova a chiudere definitivamente il match giocando di rimessa. Al 26’ Biabiany non sfrutta la ripartenza, il suo passaggio per il neo-entrato Acquah è impreciso e consente ad Agliardi l’anticipo in uscita. Al 28’ il tiro di Marchionni è alto sopra la traversa mentre quello di Parolo 1 minuto dopo è molto più pericoloso ed angolato ma il portiere del Bologna fa buona guardia. Dal 35’ al posto di uno spento Biabiany dentro Amauri che si fa vedere subito con una bella azione personale culminata con un tiro non potente ma non troppo distante dal montante. La spinta dei padroni di casa negli ultimi 10 minuti diventa pressante e Gilardino a due passi da Pavarini vede il suo tap in bloccato palla a terra ma l’arbitro aveva già fermato il gioco per fuorigioco dell’attaccante ex-Parma. Tutto regolare e anche molto insidioso allo scadere il siluro su calcio di punizione di Diamanti che punta il primo palo, quello difeso da Pavarini. Fuori di un niente.
E’ questo l’ultimo brivido del match. A nulla servono i due minuti di recupero. Il Parma torna a casa lungo la via Emilia con il bottino pieno e può alzare i calici e mangiare il panettone godendosi l’ottava piazza in graduatoria.

BOLOGNA – PARMA 1 -2
Marcatori: st 9′ Sorensen; st 11′ Valdes, st 20’ Sansone.

BOLOGNA (4-2-3-1)
: Agliardi, Motta, Portanova, Sorensen, Cherubin (33’st Pasquato), Perez (6’st Morleo), Krhin, Diamanti, Taider, Gabbiadini (6’st Kone), Gilardino
A disp. Curci, Stojanovic, Antonsson, De Carvalho, Garics, Guarente, Paponi. All. Pioli
PARMA (4-3-3): Pavarini; Benalouane, Santacroce, Lucarelli, Gobbi, Marchionni, Valdes, Parolo; Biabiany (35’st Amauri), Belfodil, Sansone (24’st Acquah).
A disp. Bajza, De Angelis, Zaccardo, Fideleff, Morrone, Musacci, Ninis, Pabon, Palladino. All. Donadoni

Arbitro: Russo di Nola
Note: spettatori, incasso totale di euro. Ammoniti Perez, Cherubin, Valdes, Santacroce per gioco falloso, Biabiany per simulazione, Sansone per comportamento non regolamentare. Angoli 7-3 per il Bologna. Recupero tempo: pt 1′, st 2′.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA