© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

Preziosi tifa Parma ma ammette: La Samp merita il primo posto

Preziosi tifa Parma ma ammette: La Samp merita il primo posto

Per un giorno i rivali diventeranno "strani" alleati. Stranezze del calcio. Enrico Preziosi, presidente del Genoa, fa il tifo per il Parma e spera che domenica a Marassi i "cugini" della Sampdoria possano essere fermati proprio dal Parma.

D’altronde le cinque vittorie e la vetta dei classifica stanno facendo masticare amaro Preziosi, il quale ammette i meriti dei propri rivali: “Nessun problema per il primato della Sampdoria”. Preziosi continua: “Mi dispiace un po’ per la tifoseria, ma ci sta che i blucerchiati siano lì e credo meritino la posizione che occupano; se hanno vinto cinque gare e noi tre è normale, starà a noi provare a ribaltare la situazione”. Ribaltamenti che dipenderanno molto dal Parma di Guidolin che domenica pomeriggio farà visita alla squadra di mister Del Neri, uno dei principali artefici dell’ottimo avvio di campionato dei blucerchiati. “Spero che il Parma ci possa fare un bel regalo” ha aggiunto Preziosi. “Ghirardi è un amico e sono convinto che la sua squadra abbia i mezzi per fare una buon campionato”.

In casa Samp, ovviamente, l’atmosfera è elettrizzante come è possibile intuire dalle parole dell’amministratore delgato Beppe Marotta: “La Sampdoria continua a far sognare i suoi tifosi. In questo momento siamo felici per questo primo posto in classifica ma siamo anche consapevoli di tenere i piedi ben piantati per terra, ad iniziare da domenica contro il Parma”.

Ad esaltera il momento della Samp ci ha pensato anche Luciano Spalletti che dopo il divorzio dalla Roma è un attento osservatore del campionato e si sbilancia: “Quello che sta accadendo, con la Sampdoria in testa al campionato dopo sei giornate, è bellissimo, da un punto di vista sportivo. Chi ama davvero lo sport, dovrebbe apprezzare la ricerca di questo impegno di molte società di ridurre il divario”.

Parole e concetti che misurano il peso delle difficoltà con cui dovrà misurarsi loa squadra di Guidolin che tra domani e venerdì spera di recuperare Valeri Bojinov, attualmente alle prese con un piccolo problema muscolare. Sono rientrati in gruppo, invece, Fontanello e Panucci. Il tecnico sembra intenzionato a tornare alla difesa a 3, la stessa che ha battuto la Lazio. L’alternativa è il ritono al 4-3-3; l’unica certezza è che Guidolin abbandonerà il 4-3-1-2 di domenica scorsa contro il Cagliari e potrebbe essere una bocciatura definitiva.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A