© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

L'Italia al Tardini, tutti i precedenti

L'Italia al Tardini, tutti i precedenti

Parma da Nazionale. No, non c'entrano nulla, per ora, gli uomini di Guidolin, ma solo la città Â , che a distanza di 5 anni precisi, torna ad ospitare una partita della Nazionale maggiore di calcio.

Quella contro Cipro sarà la 5° volta dell’Italia al Tardini, la 3a per un incontro di qualificazione ad un Mondiale e l’ultimo precedente giocato qui è ben augurante in vista di Sudafrica 2010. Detto che se l’ultima partita del girone 8 con ogni probabilità sarà una passerella per una meritata qualificazione dei nostri, quella del 13 ottobre 2004 fu la prima tappa verso lo splendido trionfo di Germania 2006.

Quel giorno quando l’Italia arrivò a Parma, Marcello Lippi sedeva ufficialmente sulla panchina azzurra da 3 mesi e solo 4 giorni prima aveva perso in Slovenia per 1-0, con l’Italia che giocò, forse, la più brutta partita della prima gestione del c.t. viareggino. Ci voleva una vittoria, possibilmente convincente e il match di Parma contro la Bielorussia diventava così la giusta occasione da sfruttare.

Storicamente l’Italia ha sempre sofferto le squadre dell’ex Unione Sovietica, ma al Tardini gli azzurri vinsero 4-3 senza troppi patemi, con doppietta di Totti e i gol di De Rossi e Gilardino, che segnò proprio la sua prima rete in Nazionale in quello che era il suo stadio di club.

Da allora l’Italia guidata da Lippi ha inanellato ben 31 partite consecutive senza sconfitte, a cavallo del disastroso interregno di Donadoni, battendo l’antiquato record di Pozzo e pareggiando il primato mondiale di Basile e Clemente, ottenuti rispettivamente con Argentina e Spagna.

Per gli amanti delle curiosità, anche nelle altre 3 occasioni Parma si è infilata in discorsi Mondiali. Le prime 2 partite dell’Italia giocate al Tardini furono amichevoli in preparazione degli imminenti Campionati. Il 27 maggio 1994 l’Italia di Sacchi batteva per 2-0 la Finlandia, con i gol di Casiraghi e Signori, poco prima di partire per gli States dove poi avrebbe conquistato un insperato e sfortunato 2° posto dietro al Brasile.

Circa 4 anni dopo, il 22 aprile 1998, con il pass in tasca per la Francia, il c.t. Cesare Maldini scelse Parma, città che conobbe nel biennio ‘78-’80 quando portò i gialloblu in serie B, per il test contro il Paraguay vinto per 3-1 con la rete del figlio Paolo e doppietta di Moriero.

L’ultimo ricordo riguarda la 3a partita giocata, la 1a ufficiale e valida per Giappone-Corea 2002. Era ottobre anche allora, precisamente il 6 ottobre del 2001, il mondo era appena cambiato, si stava scrollando di dosso ancora le scorie e le paure dell’attentato alle Torri Gemelle ed in quel periodo lo sport si sforzava di riportare la gente alla propria normalità. Il Trap era il capo tribù di quella Nazionale, Alex Del Piero allo scadere del primo tempo decise con una punizione delle sue Italia-Ungheria, mettendo fine alle sofferenze azzurre per una qualificazione rimasta incerta fino a quella sera e preparando bagagli e biglietti per il poi deludente viaggio nel Sol Levante.

I corsi e i ricorsi storici spesso sono presi in considerazione anche per essere smentiti, ma vista l’ultima impresa di un Italia passata dal Tardini, ci auguriamo tutti che l’11 luglio 2010, Johannesburg si trasformi in una nuova Berlino.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A