© RIPRODUZIONE RISERVATA

Connect with us

Calcio Serie A

Guidolin: Il morale è buono. Sabato amichevole con il Lugano

Guidolin: Il morale è buono. Sabato amichevole con il Lugano

Ottobre è tempo di bilanci. un primo resoconto dell'attività Â  svolta e dei risultati raggiunti. L'allenatore Francesco Guidolin ha provato a tracciare un bilancio durante la conferneza stampa di ieri a Collecchio. Concetti positivi soprattutto se si guarda la classifica (11 punti).

“Siamo contenti e con il morale buono perché indubbiamente domenica a Genova abbiamo fatto una bella prestazione, ci siamo riscattati ampiamente sul piano della personalità dopo il passo falso contro il Cagliari. Le occasioni da gol ci sono state, perciò direi che abbiamo disputato la partita che dovremmo disputare sempre, poi i risultati possono arrivare oppure no, però la nostra strada è questa. Il morale buono ci consente di lavorare con serenità”. Per la prima volta Guidolin esterna un pizzico di euforia. Euforia che ha subito un’impennata dopo l’ottimo pareggio in casa della Sampdoria che ha confermato come il Parma possa giocarsela con chiunque, anche contro quelle squadre che sono consideratre da tutti come le più in forma del momento.

“Il Parma sta mettendo fieno in cascina, perché i momenti difficili arriveranno, ce n’è già stato uno contro il Cagliari e siamo stati bravi a rispondere bene e subito. Purtroppo capiteranno ancora dei momenti così, in cui uno scadimento di forma può fare la differenza. Questo bottino racimolato ci deve far pensare che è qualcosa di cui avremo bisogno più avanti”. Inevitabile parlare dell’infortunio di mariga che sicuramente stravolgerà i pensieri del tecnico riguardo al centrocampo: “Questo infortunio non ci voleva, perché Mariga stava crescendo, stava migliorando di partita in partita e purtroppo questo stop imprevisto rallenterà inevitabilmente la sua crescita. Dispiace, anche perché lui è uno che non ha mai avuto problemi muscolari, ed al 95’ della gara contro la Sampdoria stava per fare uno scatto quando si è infortunato. Troveremo all’interno del gruppo le soluzioni per sostituirlo. Si bisogna costruire un centrocampo con altre caratteristiche: Mcdonald è una mezz’ala con le qualità che abbiamo tutti sotto gli occhi; noi abbiamo calciatori con altre caratteristiche: ci lavoreremo su per trovare una soluzione”.

Infine Alberto Paloschi e l’esclusione dall’undici titolare a Marassi: “Alberto sta vivendo un periodo di leggero appannamento fisico. Una volta ritornato dopo la convocazione in Nazionale l’ho visto un po’ appannato, e di certo non per la convocazione. Allo stesso tempo sta crescendo Amoruso, che è un giocatore di grande qualità, e che mi dispiace sia arrivato da me a tarda età, perché è un giocatore che mi è sempre piaciuto e che seguo da tanti anni. E’ intelligente, tecnico, ha tutti i colpi: mi auguro che cresca ancora in condizione fisica durante la stagione, per darci una mano. All’inizio ero un po’ perplesso, non delle sue qualità, ma perché Nicola veniva da una stagione non positiva, ed avere una stagione non positiva a 34 anni ti fa pensare. Adesso lui ne ha 35, ma mi sembra abbia trovato entusiasmo, voglia di fare, voglia di mettersi a disposizione. Alberto – conclude Guidolin – deve stare tranquillo, perché è sempre nei miei pensieri, e deve stare tranquillo perché ha 19 anni”.

AMICHEVOLE CON IL LUGANO

E’ un Parma a ranghi ridotti quello che ieri ha ripreso gli allenamenti al Centro Sportivo di Collecchio. E’ rimasto a riposo Mariga, mentre Paci, Pisanu e Pavarini hanno svolto una seduta differenziata. Assenti Bojinov e Biabiany, entrambi impegnati con le rispettive nazionali. Sabato pomeriggio (ore 15) è in programma un’amichevole contro il Lugano (serie B svizzera), il cui vice presidente è una vecchia conoscenza del calcio parmigiano: Giambattista Pastorello.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A