Connect with us

Calcio Serie A

Amoruso: Dimentichiamo il Siena e pensiamo a Bergamo

Amoruso: Dimentichiamo il Siena e pensiamo a Bergamo

Una seconda giovinezza. Nicola Amoruso sembra essere a Parma già Â  da alcuni anni e invece è l'ultimo arrivato. Fino ad oggi ha collezionato 5 presenze e un gol. Contro il Siena ne ha sbagliato uno facile, ma la felicità Â  per l'ottimo momento della squadra supera tutte le critiche.

“Come prima cosa ci tengo a dire che sono molto contento di come vanno le cose, perché sono stato l’ultimo in ordine cronologico ad essere arrivato a Parma, assieme a Zaccardo, ma mi sono integrato subito. Questa è la cosa più importante; sono poi contento per aver giocato tre partite e per aver realizzato una rete. Qualche alto gol avrei potuto farlo, ma va bene così. Sono molto tranquillo e credo che la cosa importante sia che ognuno dia il proprio contributo alla squadra, e questa cosa si sta verificando”. L’attaccante pugliese torna a parlare della sfida contro il Siena e di uel gol sbagliato a porta vuota. “Nella partita contro il Siena, soprattutto in un’occasione, avrei potuto calciare di prima, però ero sicuro di riuscire a stoppare la palla e a realizzare la rete a porta libera: è successo tutto in un attimo. E’ normale che facendo di professione l’attaccante, ci tenevo particolarmente a realizzare quel gol in quella partita contro la mia ex squadra, ma credo che non bisogna stare lì a pensarci più di tanto, perché alla fine l’amarezza per il gol non realizzato è stata cancellata dall’aver raggiunto una buona vittoria disputando una buona prestazione. Giocando così i gol arriveranno”.

Amoruso sarebbe dovuto arrivare a Parma qualche anno prima, tant’è che l’attaccante è sempre piaciuto al presidente Ghirardi. “Stavo per venire a Parma non solo due anni fa, ma anche in passato. Due anni fa in particolar modo la trattativa sembrava chiusa, poi però a Reggio Calabria il rapporto che mi legava al Presidente ed ai tifosi mi ha spinto a continuare a giocare con la Reggina. Però c’è stato sempre interesse da parte del Parma, e finalmente dopo qualche anno di ritardo il cerchio si è chiuso”. Domenica a Bergamo sarà la classifica prova del nove. Sulla panchina dell’Atalanta ci sarà Antonio Conte, il rivale numero uno della passata stagione dato che allenava il Bari. “L’Atalanta è una di quelle squadre che ha avuto qualche problema inizialmente, ma che adesso sta venendo fuori alla grande. Abbiamo rivisto le immagini della gara contro l’Udinese, dove hanno vinto giocando con grande qualità. Incontreremo una squadra motivata da un nuovo tecnico, Antonio Conte, che io conosco molto bene. Dimentichiamo subito Siena e pensiamo a Bergamo”.

NOTIZIARIO. Oggi la squadra ha sostenuto una seduta di allenamento pomeridiana. Sono rimasti a riposo gli infortunati Biabiany, Manzoni e Mariga (per tutti e tre solo lavoro riabilitativo). Domani al Centro Sportivo di Collecchio è in programma una doppia seduta di allenamento: al mattino allenamento a porte aperte; al pomeriggio è prevista un’amichevole contro il Marzolara (fischio d’inizio ore 16) aperta al pubblico.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA