Connect with us

Calcio Serie A

Il Parma cade a Bergamo. Proteste per un rigore concesso all'Atalanta

Il Parma cade a Bergamo. Proteste per un rigore concesso all'Atalanta

Terza sconfitta stagionale per il Parma che dopo Inter e Cagliari, si piega anche all'Atalanta per 3-1. Antonio Conte si riprende così la rivincita su Guidolin dopo il ko subito nella scorsa stagione quando sedeva sulla panchina del Bari.

Il tecnico crociato conferma in blocco la formazione vittoriosa con il Siena, lasciando in panchina nuovamente Paloschi e dando fiducia, nella prima parte di gara, alla coppia offensiva Amoruso-Bojinov. In panchina si siede anche Cordova, in un primo momento escluso dai convocati per la partita di Bergamo, in sostituzione di Budel, fermato da un fortissimo raffreddore, mentre anche Paci ha dato forfait all’ultimo minuto per un mal di gola. Il Parma parte bene e per i primi 15 minuti schiaccia nella metà campo avversaria i padroni di casa. Dopo 8 minuti arriva la prima occasione per la formazione crociata con una punizione dal limite dell’area di rigore, ma la conclusione di Dzemaili è tutt’altro che precisa. L’Atalanta regge bene le azioni offensive crociate e si fa vedere dalle parti di Mirante al 27′ con un lancio lungo di De Ascentis per Tiribocchi che si trova in vantaggio su Panucci, Mirante esce male ma riesce a portare sull’esterno l’attaccante orobico che da posizione decentrata cerca la porta, ma il tiro debole viene intercettato agilmente da Zaccardo che sventa il pericolo. Al 35′ altra occasione per i crociati, Morrone lancia Amoruso che solo a centro area batte di testa un tiro centrale che Consigli para facilmente.

Al 37esimo si registra il forfait di De Ascentis per infortunio, al suo posto Barreto, mentre cinque minuti dopo arriva il vantaggio orobico: da una punizione di Doni ribattuta dalla difesa, parte un cross per Tiribocchi, su di lui Panucci in anticipo, ma spinto dall’attaccante neroazzurro colpisce la palla di mano, l’arbitro non ha dubbi e assegna il rigore, che Valdes realizza spiazzando Mirante. Tante proteste da parte dei crociati, in particolar modo dal protagonista del rigore Panucci che, a fine primo tempo, rimedia anche un giallo. Per proteste, nell’intervallo viene anche allontanato dalla panchina crociata il Dg Leonardi.

Dopo la pausa, il Parma torna in campo senza aver assorbito il colpo del vantaggio orobico e la squadra di Conte ne approfitta per raddoppiare: al settimo Padoin sulla sinistra salta facile Castellini e crossa per Tiribocchi, inspiegabilmente solo al centro dell’area, che insacca di testa il 2-0. Il doppio svantaggio fa scattare la reazione dei crociati che si buttano in attacco con tutti gli effettivi creando diverse occasioni nel giro di dieci minuti. Prima ci prova Morrone che raccoglie una palla vagante dopo una punizione al limite di Bojinov e gira un rasoterra che esce di poco alla sinistra di Consigli, poi tocca a Castellini che impegna Consigli in tuffo su invito di Morrone, ed infine, la più grossa occasione del Parma passa per i piedi di Amoruso che al 17′ si trova davanti a Consigli, salta l’estremo difensore atalantino ma perde il tempo per la battuta dando alla difesa neroazzura la possibilità di recuperare. Guidolin cerca di dare una svolta al gioco della propria squadra e al 19′ cambia sistema di gioco passando ad un 4-4-2 ed inserendo come ali Antonelli per Galloppa, Lanzafame per Castellini e spostando in difesa sulla sinistra Lucarelli.

Il Parma si sbilancia in avanti alla ricerca del gol ma la difesa atalantina regge bene il colpo. Al 25′ la gara s’infiamma con occasioni da una parte e dall’altra: prima tocca ad Antonelli che prende palla sulla sinistra, entra in area accentrandosi dopo aver fintato il tiro e fa partire un bel diagonale trovando la pronta reazione di Consigli. Sul capovolgimento di fronte occasione limpida per il 3-0 atalantino: lancio lungo per Tiribocchi che si trova solo davanti a Mirante, il tiro dell’attaccante orobico viene respinto dal portiere gialloblù, nuovamente Tiribocchi che colpisce la traversa, Doni in mezza rovesciata schiaccia la palla che supera il legno e finisce sul fondo.

Al 31′ Guidolin tenta il tutto per tutto inserendo Paloschi per Amoruso e, un minuto dopo, arriva il 2-1 crociato proprio con l’attaccante dell’Under 21: angolo calciato da Lucarelli e colpo preciso di testa del numero 43 crociato che insacca alla sinistra di Consigli. Il Parma si riversa interamente in avanti, ma sul finire di gara, al 38′ arriva il colpo decisivo degli uomini di Conte che, su calcio d’angolo di Valdes, realizzano il 3-1 con Peluso, dimenticato sul primo palo da Morrone e Panucci.Finisce 3-1; è meglio voltare pagina subito, mercoledì sera al tardini arriva il Bari di Ventura.

ATALANTA-PARMA 3-1
Marcatori: 43′ p.t. Valdes (rig.); 8′ s.t. Tiribocchi; 33′ s.t. Paloschi; 40′ s.t. Peluso.

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Garics, Peluso, Pellegrino (dal 19′ s.t. Talamonti), Bellini; Valdes, De Ascentis (dal 37′ p.t Barreto), Guarente, Padoin; Doni (Cap.) (dal 31′ s.t. Ceravolo); Tiribocchi.
A disposizione: Coppola, Madonna, Caserta, Radovanovic. All. Conte

PARMA (3-5-2): Mirante; Zaccardo, Panucci, Lucarelli; Zenoni, Morrone (Cap.), Galloppa (dal 19′ s.t. Antonelli), Dzemaili, Castellini (Vice Cap.) (dal 19 s.t. Lanzafame); Amoruso (dal 31′ s.t. Paloschi), Bojinov.
A disposizione: Pavarini, Lunardini, Dellafiore, Cordova. All. Guidolin

Arbitro: Romeo di Verona
Note: ammoniti: 43′ p.t. Panucci; 5′ s.t. Dzemaili; 10′ s.t. Peluso; 25′ s.t. Consigli. Angoli: 3-6 per il Parma. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.
Allontanato al 27′ del s.t. l’allenatore in seconda del Parma Bortoluzzi.

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA