Connect with us

Calcio Serie A

La ricetta dell'ex Ranieri: Contro il Parma corsa e pressing

La ricetta dell'ex Ranieri: Contro il Parma corsa e pressing

"domani ci sarà Â  da correre e pressare. Guidolin è un tecnico preparato che può cambiare il volto della sua squadra in pochbi secondi". Sono le parole di Claudio ranieri pronunciate durante la conferenza stampa di questa mattina.

Il bilancio di questo suo inizio in panchina con la Roma?
“Il bilancio è ancora aperto. Siamo in risalita, ma quello che ci siamo prefissati è riportare la Roma in alto e ancora manca tanto”.

Il Parma, avversario di domani e rivelazione della stagione.
“Una gara difficilissima. Il Parma è una delle squadre più in forma del campionato. Sono un mix tra giocatori di esperienza e giovani che vogliono arrivare. Guidolin è un ottimo tecnico, che non fa giocare bene i suoi avversari; quando sono in forma sono rogne, e adesso stanno in forma, per cui temo un po’ tutto. Stanno facendo un campionato strepitoso e mi aspetto una partita molto difficile”.

La Roma secondo lei si merita il quarto posto?
“Se vincerà domani lo avrà meritato, sennò no… io sono sempre pragmatico, ognuno ha quel che merita”.

Si sta discutendo di un centravanti?
“State discutendo se ci serve o non ci serve… Poi vedremo… io lo chiedo, perché è meglio averlo un giocatore in più là davanti, che non averlo”.

Domani è attesa una gran bella cornice di pubblico. Cosa si sente di dire ai tifosi?
“Mi fa piacere se riusciamo a riempire lo stadio, è motivo di soddisfazione. Noi lavoriamo anche per emozioni e vedere l’Olimpico pieno è la cosa più emozionante che può capitarci. Al pubblico dico stateci vicino”.

Quando prese la Roma pensava di poter lottare a Natale per il quarto posto?
“Era una situazione problematica. Io chiedo penso sempre al pubblico e a come è cambiato nei nostri confronti. È importante l’amore e il supporto del pubblico.”

Domenica torna a Roma l’ex Christian Panucci.
“È un giocatore che ha fatto bene a Roma e si sta prendendo le sue soddisfazioni a Parma”.

Manca Cerci tra i convocati.
“Cerci mi dispiace ma me lo hanno tolto i dottori; gli hanno messo dei punti. E’ un peccato perché era pieno di entusiasmo dopo i due gol”.

E Cicinho?
“Non si è allenato per tutta la settimana; con questo tempo ha avuto un risentimento. Credo sia una questione ossea”.

Come sostituirà Perrotta?
“Stasera ci penserò e deciderò”.

Taddei?
“Ha dolore alla spalla ma mi ha dato la sua disponibilità.”

Doni non è tra i convocati, potrebbe essere uno dei giocatori partenti a Gennaio?
“Non credo, è un giocatore della Roma. Io farò di tutto per tenere questo gruppo coeso”.

Come è diversa la Roma che lei ha trovato a inizio stagione rispetto a questa?
“È diversa, più serena. Quando sono arrivato i ragazzi erano spaesati. Ora hanno recuperato fiducia e stima. Sanno che commettiamo molti errori in campo e dobbiamo ancora migliorare.”.

Che esperienza è stata allenare a Parma?
“Bellissima, sono andato lì e ho rotto molti luoghi comuni; si diceva che non sarei andato perché guadagnavo molto e che non conoscevo più il calcio italiano perché stavo fuori. Ci salvammo con una giornata in anticipo. È stata una bella esperienza che mi permise di andare poi alla Juventus. Il presidente Ghirardi e la sua famiglia sono innamorati del calcio”.

(tratto da asroma.it)

Commenti
Advertisement
Advertisement

Commenti Recenti

Advertisement

Altro in Calcio Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA